PDA

Visualizza la versione completa : Riutilizzo dominio scaduto


 
margherite
11-07-2005, 08:33
Per un'associazione senza scopo di lucro di genova avevo fatto un sito che descriveva i palazzi dei rolli. Ossia circa 200 palazzi del 1500 che venivano utilizzati tra il '500 e '600 per dare ospitalità ai nobili in visita in città.
Siccome a Genova ci sono state mostre e c'é anche una richiesta per il 2007 per far diventare i "palazzi dei rolli" patrimonio dell'umanità ero riuscito ad ottenere molti link di valore (anche ansa, comune, palazzo ducale e varie istituzioni locali).
Il sito era un database dei palazzi con foto e descrizione. C'era in più una pagina dove firmare per chiedere di far diventare i palazzi dei rolli patrimonio dell'umanità (e avevamo già centinaia di nomi).

L'associazione ha fatto scadere il dominio in quanto non avendo fondi non era disposta a pagare i 25 euro di aruba! Io ho aspettato la scadenza e poi ho chiesto ad aruba come fare per rimetterlo on line a mio nome. Mi hanno risposto che potevo cambiare proprietà chiedendo al registo, oppure aspettare 90 giorni.
Ho aspettato 90 giorni e stamattina cercando di registrare il sito mi sono accorto che era già stato registrato da uno SPAM.

Cosa mi consigliate di fare?

Avevo pensato di prendere il dominio .com e spiegare a tutti gli enti di questo cambiamento di indirizzo...
Avete altre idee?

E' una cosa a cui tengo molto perché abito in uno di questi "palazzi dei rolli" e quindi ogni consiglio é bene accetto!!!

Grazie!

Tymba
11-07-2005, 08:47
è stato un vero peccato perdere il dominio perchè hai perso tutti i bl che avevi guadagnato col tempo, ma ormai è fatta quindi, se ci tieni al progetto potresti scegliere un nome di dominio attinente con l'argomento e registrare il .it e successivamente (ma non far passare troppo tempo) registra anche .net, .com .info .org.

è vero che ti costa qualcosa in più ma ti assicuri di non avere il tuo nome di dominio (con un'altra estensione) che ospita argomenti strani o spam engine.

fatto questo ripubblichi tutto e piano piano ricostruisci tutti i bl, soprattutto quelli di siti di enti ed associazioni.

se lo fai non a scopo di lucro probabilmente il tutto ti costerà attorno ai 100 euro all'anno, se pensi di metterci anche solo adsense per recuperare le spese rischi di guadagnarci qualche migliaio di euro all'anno.

:unz:

margherite
11-07-2005, 09:00
il sito era palazzideirolli.it io pensavo a registrare il .com... che vantaggi avrei a registrare un nome diverso?

Comunque quello che mi chiedo è come hanno fatto a sapere che si era liberato... mi chiedevo se la mia richiesta ad Aruba non abbia scatenato qualcosa...

Tymba
11-07-2005, 10:55
chi fa questo alvoro di professione controlla i nomi di dominio anzianotti, che hanno buoni bl e sfruttano il lavoro di altri per sparare un paio di mesi di spam engine.
quando il dominio non spinge più lo mollano.

il vantaggio a cambiar il nome di dominio è che puoi registrarti tutte le estensioni

palazzirolli.it (Italia)
palazzirolli.com (Internazionale)
palazzirolli.net (Internazionale)
palazzirolli.org (Internazionale)
palazzirolli.info (Internazionale)
palazzirolli.biz (Internazionale)

ho appena fatto una verifica e per questo nome le estensioni sono tutte disponibili.

occhio che non vuol dire creare un sito per ognuno bensì creare un sito soltanto e fare in modo, tramite dns di far puntare anche le altre estensioni allo stesso spazio.

pfelicio1980
11-07-2005, 13:36
Originariamente inviato da margherite
Per un'associazione senza scopo di lucro di genova avevo fatto un sito che descriveva i palazzi dei rolli. Ossia circa 200 palazzi del 1500 che venivano utilizzati tra il '500 e '600 per dare ospitalità ai nobili in visita in città.
Siccome a Genova ci sono state mostre e c'é anche una richiesta per il 2007 per far diventare i "palazzi dei rolli" patrimonio dell'umanità ero riuscito ad ottenere molti link di valore (anche ansa, comune, palazzo ducale e varie istituzioni locali).
Il sito era un database dei palazzi con foto e descrizione. C'era in più una pagina dove firmare per chiedere di far diventare i palazzi dei rolli patrimonio dell'umanità (e avevamo già centinaia di nomi).

L'associazione ha fatto scadere il dominio in quanto non avendo fondi non era disposta a pagare i 25 euro di aruba! Io ho aspettato la scadenza e poi ho chiesto ad aruba come fare per rimetterlo on line a mio nome. Mi hanno risposto che potevo cambiare proprietà chiedendo al registo, oppure aspettare 90 giorni.
Ho aspettato 90 giorni e stamattina cercando di registrare il sito mi sono accorto che era già stato registrato da uno SPAM.

Cosa mi consigliate di fare?

Avevo pensato di prendere il dominio .com e spiegare a tutti gli enti di questo cambiamento di indirizzo...
Avete altre idee?

E' una cosa a cui tengo molto perché abito in uno di questi "palazzi dei rolli" e quindi ogni consiglio é bene accetto!!!

Grazie!

Scusa un attimo, ma chi è stato il primo a mandare la lettera ad aruba, tu o loro. Se tu allora fai scrivere da un avvocato ad Aruba e i proprietari dello spam engine e riprenditi il dominio.
Qualcosa c'è sotto guarda questa pagina: http://www.nic.it/cgi-bin/StatoReg/index.cgi?dominio=palazzideirolli.it&lang=IT

margherite
11-07-2005, 14:57
Cavoli! C'é stata una battaglia per prenderlo 'sto sito!

Io ho scritto ad Aruba quando era scaduto ma non ancora "libero", esattamente il 15/4 e loro mi hanno risposto:


Gentile cliente,
attualmente il dominio è in stato di no-provider-mnt poichè non rinnovato
dal cliente entro i termini contrattuali.
Qualora lo desideri può effettuare cambio maintainer e cambio proprietà
insieme.
Per effettuare tale operazione è necessario inviarne richiesta sia ad Aruba
che al Registro.
Oppure lpuò attendere che sia cancellato dal Registro (90 giorni ca.) oppure
l'attuale intestatario può richiederne la cancellazione immediata al
registro allo 050/570230 e Lei può fare una registrazione ex-novo(tenga
presente che nel frattempo il dominio può essere registrato da terzi).

Ho qualche diritto? Onestamente non ho ben chiare le cose...

pfelicio1980
11-07-2005, 15:12
Devi informarti, confrontare tutte le date, cercare di approfondire la questione con Aruba e il NIC

Sciax2
11-07-2005, 18:52
Perchè non telefoni o scrivi al proprietario attuale del dominio?

**************************

Gli metti un pò paura dicendo che gli fai causa e magari sei fortunata che ti resituisce il dominio! :yuppi:


Abbiamo cancellato i dati su richiesta dell'interessato
HTML.it

margherite
15-11-2005, 09:43
Riporto in auge questa vecchia discussione perché alla fine si é deciso di registrare il nome + semplice (irolli) e ho messo tutto lì.
Il problema che nonostante le email non riesco a scardinare i vecchi link, ad esempio ho scritto due volte all'indirizzo del palazzo ducale di Genova ma a questo link:
http://www.palazzoducale.genova.it/naviga.asp?pagina=5516
é ancora presente il sito spam!

Forse ho sbagliato la lettera, forse mi converrebbe scrivere un comunicato stampa.

Qualcuno ha qualche idea su come impostarlo? O qualche altra idea che possa dare i suoi frutti?

Grazie!

trappitu
16-11-2005, 13:45
Nel mese di settembre ho subito la stessa identica "rapina"!

Il dominio è divenuto uno spam-engine, da ulteriori controlli molti domini "scaduti" stranamente vengono subito trasformati in spam-engine.

Parliamo di molti siti che in modo sistematico e con una tempistica (alle ore 0:00) vengono "registrati" alla identica società.

Ho anche sospettato che ci sia la complicità del NIC!!Devo ancora approfondire la questione...tramite avvocato.

Subito ho inviato e-mail "minacciose" al nuovo provider-maintener, al NIC e anche a Search-Network che non ha risposto.

Ho scritto a Google di azzerare il PageRank da 5 a zero per renderlo meno appetibile, che tempestivamente è stato declassato.

Dopo vari tentativi ho intimato il NIC di recuperare il dominio in base a quanto stabilito dal Regolamento, Sezione 2, art. 14 e successivi.

Dopo un mese il dominio è stato recuperato!!

Nel frattempo ho scoperto che Search-Network registra centinaia di siti alla settimana con la stessa idetica tecnica.

Ho segnalato il tutto a Google...il resto lo sapremo presto...molto presto.

Loading