Pagina 1 di 37 1 2 3 11 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 368

Discussione: Adsense e tasse

  1. #1

    Adsense e tasse

    Non ho partita iva, tuttavia ho inserito adsense nel mio sito. Siccome le tasse le voglio pagare, ma non posso aprire al momento un attività (sono un dipendente a tempo indeterminato e le mie prospettive di guadagno con adsense sono al momento molto scarse), devo preoccuparmi di fare qualche tipo di dichiarazione?

  2. #2
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Nov 2006
    Messaggi
    145

    Re: Adsense e tasse

    Se non vuoi aprire partita iva la legge non ti permette di guadagnare quei soldi e qualunque dichiarazione tu voglia fare sarai comunque sempre un evasore fiscale.

    Le soluzioni sono solo 2:

    1) apri partita iva e ti adegui a tutti gli altri adempimenti necessari per questa attività imprenditoriale, paghi quello che devi pagare e guadagni quello che riesci;

    2) non apri partita iva, non guadagni e ti dedichi al tuo lavoro da dipendente.

    P.S.
    I dipendenti a tempo indeterminato possono tranquillamente aprire una partita iva e svolgere una seconda attività economica purché non siano statali nel qual caso è da verificare la compatibilità e va richiesto nulla osta al proprio ente e purché l'attività non sia in concorrenza con l'attività svolta dall'azienda presso cui si è dipendenti.

  3. #3
    Avevo sentito dire che uan persona può guadagnare fino a una certa cifra (non ricordo, forse 3000 all'anno) gestendo il tutto tramite pagamenti a ritenuta.

  4. #4
    Utente di HTML.it L'avatar di karbu
    Registrato dal
    Jan 2001
    Messaggi
    406
    Ho un sito per hobby (su un hosting gratuito ) e ho da poco attivato adsense, quindi nn ho ancora preso una lira (ho bloccato i pagamenti), e in pratica dovrei aprirmi una partita iva per quella cinquantina di euro che (magari ) guadagnerei in un anno? Possibile che nn esistano alternative? Se nn sbaglio la p.i. ha dei costi superiori a quelli che sarebbere i miei esigui guadagni... o no?
    p.s sono uno studente
    The world is a vampire

  5. #5
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Nov 2006
    Messaggi
    145
    >nn esistano alternative? Se nn sbaglio la p.i. ha dei costi superiori a quelli che sarebbere i
    >miei esigui guadagni... o no?

    Sicuramente sì, e non tanto per il costo della partita iva che in linea assolutamente teorica è gratuita, ma per tutto quello che ci gira intorno quindi i contributi previdenziali, la camera di commercio, la tenuta della contabilità, la dichiarazione dei redditi, persino il conto corrente obbligatorio come legiferato da questo governo evidentemente molto amico delle banche che incassano ridono e ringraziano, ecc.

  6. #6
    Utente di HTML.it L'avatar di karbu
    Registrato dal
    Jan 2001
    Messaggi
    406
    Quindi nn ci sono alterntive? In pratica o rinunci o evadi?
    The world is a vampire

  7. #7
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Nov 2006
    Messaggi
    145
    Originariamente inviato da xtommy2
    Avevo sentito dire che uan persona può guadagnare fino a una certa cifra (non ricordo, forse 3000 all'anno) gestendo il tutto tramite pagamenti a ritenuta.
    Parli della prestazione occasionale che è una forma di certificazione fiscale per il lavoro.
    Guadagnare con adsense non è inquadrabile come lavoro ma è una attività imprenditoriale.

    Ogni forma di guadagno come ad esempio il lavoro occasionale, il lavoro a tempo indeterminato, il lavoro a progetto, l'impresa, l'impresa familiare, il trattamento di fine rapporto, gli interessi bancari, i canoni di locazione ecc. ha ognuna un differente trattamento fiscale e contributivo e differenti adempimenti da rispettare e come si può ben immaginare non si può applicare un trattamento per un altro, non sono intercambiabili a piacimento.

  8. #8
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Nov 2006
    Messaggi
    145
    Originariamente inviato da karbu
    Quindi nn ci sono alterntive? In pratica o rinunci o evadi?
    Ho detto che le alternative sono due:
    1) fai, nel rispetto della legge
    2) non fai

    Si tolga dalla testa chi crede che si è "costretti" ad evadere. Stupidaggini. Ci sono degli adempimenti da rispettare. Va fatto un calcolo se i ricavi sono maggiori delle spese.
    Si può scoprire che non è conveniente, certo, è possibile.

    Anche chi vende pane deve prima valutare se guadagnerà abbastanza da pagarsi il costo del forno, l'affitto del locale ecc.

    Anche chi lavora deve prima valutare se guadagnerà abbastanza da pagarsi magari i pasti fuori, la macchina per andare al lavoro ecc.

    Non esiste il guadagno "gratis". Le spese ci sono sempre, in ogni lavoro.

    E quando le spese sono maggiori dei ricavi, non c'è nessun diritto né legale né morale ad evadere.

  9. #9
    perchè non inserire semplicemente il totale dei compensi percepiti da adsense nella dichiarazione irpef ( 730 o unico) alla voce redditi diversi?

    i pagamenti adsense avvengono senza fattura quindi a cosa serve avere la partita iva?
    Psicopedagogika.it
    Abbiamo molto poco da insegnare ai nostri bambini ma abbiamo molto da imparare da loro...

  10. #10
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Nov 2006
    Messaggi
    145
    >perchè non inserire semplicemente il totale dei compensi percepiti da adsense nella
    >dichiarazione irpef ( 730 o unico) alla voce redditi diversi?

    La sezione dedicata agli "altri redditi di lavoro autonomo" (questo il nome preciso) non può essere usata per inserire redditi da attività d'impresa. Sono due tipi di reddito differente che vanno dichiarati in maniera differente. E non è un sofisma. Non farlo equivale comunque ad una evasione fiscale/contributiva e al mancato adempimento di ciò che la legge prevede per il reddito d'impresa.

    Dichiareresti al fisco che hai un reddito da terreni mentre invece si tratta di un reddito derivante da lavoro dipendente? Pensi che sia possibile e lecito?
    Sicuramente no.
    E allora come pensi che si possa dichiarare come reddito da lavoro autonomo ciò che invece è un reddito da attività d'impresa?

    >i pagamenti adsense avvengono senza fattura quindi a cosa serve avere la partita iva?

    Adsense è una società straniera che non si interessa di quali siano gli adempimenti a cui sei sottoposto dallo stato in cui risiedi per svolgere questa attività.
    Ciò non toglie che tu sia ugualmente obbligato a rispettare la legge italiana in fatto di inquadramento e adempimenti fiscali.

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2024 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.