Pagina 33 di 43 primaprima ... 23 31 32 33 34 35 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 321 a 330 su 430

Discussione: Pilloline per linux

  1. #321
    Utente di HTML.it L'avatar di pilovis
    Registrato dal
    Mar 2001
    Messaggi
    3,259

    quindi ...

    Quindi per BIND9 io riassumerei cosi' il file di configurazione /var/lib/bind/mysipdomain.com.hosts:

    $ttl 38400
    mysipdomain.com. IN SOA ns1.mysipdomain.com. miamail.yahoo.com. (
    2011120212
    10800
    3600
    604800
    38400 )
    mysipdomain.com. IN NS ns1.mysipdomain.com.
    mysipdomain.com. IN NS ns2.nselsewhere.com.
    mysipdomain.com. IN A xxx.xxx.xxx.xxx
    mysipdomain.com. IN MX 10 mail.mysipdomain.com.
    mail.mysipdomain.com. IN A xxx.xxx.xxx.xxx
    ns1.mysipdomain.com. IN A xxx.xxx.xxx.xxx
    main.mysipdomain.com. IN A xxx.xxx.xxx.xxx
    secondary.mysipdomain.com. IN A xxx.xxx.xxx.xxx
    backup.mysipdomain.com. IN A xxx.xxx.xxx.xxx
    _sip._udp.mysipdomain.com. 8640 IN SRV 0 1 5060 main.mysipdomain.com.
    _sip._udp.mysipdomain.com. 8640 IN SRV 0 3 5060 secondary.mysipdomain.com.
    _sip._udp.mysipdomain.com. 8640 IN SRV 1 0 5060 backup.mysipdomain.com.
    Il mio piccolo forum personale con tutte le mie guide: http://forum.49v.com
    Sono consulente tecnico del Giudice per le indagini preliminari, valuto richieste di consulenza, in ambito Voip/Telefonia anche con grado di sicurezza militare.

  2. #322
    Utente di HTML.it L'avatar di pilovis
    Registrato dal
    Mar 2001
    Messaggi
    3,259

    Migrare le configurazioni di Asterisk su un'altra macchina

    Migrare le configurazioni di Asterisk su un'altra macchina e' difficile, soprattutto se il nostro centralino e' stato pesantemente personalizzato e configurato a fondo, ma comunque non e' impossibile.

    Per migrare le configurazioni di AsteriskNow (ma va bene per qualsiasi Asterisk) su un'altra macchina, per creare cioe' un centralino gemello, ecco la procedura da seguire:

    1) fare il backup delle configurazioni della macchina da clonare tramite FreePBX utilizzando il menu' "Strumenti" > "Backup & Ripristino", aggiungendo una pianificazione di Backup e facendola eseguire.
    Il file di Backup cosi' generato si trovera' nella cartella "/var/lib/asterisk/backups/nomepianificazione/nomefile.tar.gz"
    NOTA: Il nome del file sara' composto dalla data e dall'ora di esecuzione del backup, es.: 20120302.23.00.01.tar.gz.
    Creando una nuova pianificazione verra' automaticamente creata una cartella in "/var/lib/asterisk/backups" che avra' il nome della pianificazione che abbiamo creato.

    2) Occorre poi fare il dump (backup) dei due databases MySQL "asterisk" e "asteriskcdrdb", per fare questo consiglio di utilizzare Webmin che ha un menu apposito e molto semplice.

    3) Fare inoltre il backup della cartella "/etc/asterisk" e del suo contenuto oltre al file "/etc/amportal.conf".
    NOTA: consiglio di usare il formato tar.gz in modo da mantenere i giusti permessi dei files.

    4) Dopo aver creato la nuova macchina con AsteriskNow, utilizzando la stessa release della macchina da clonare, averla aggiornata allo stesso livello di updates (soprattutto Asterisk e FreePBX) e utilizzato gli stessi parametri di rete e di configurazioni della macchina originale, ricopiate su questa nuova macchina la cartella "/etc/asterisk" e il file "/etc/amportal.conf" di cui sopra, rispettando le stesse identiche posizioni nell'albero delle directory, verificando anche che i permessi della directory e di tutti i files copiati siano correttamente assegnati all'utente "asterisk" e al gruppo "asterisk".

    5) Caricate il dump dei due databases sul nuovo MySQL ripristinando records e tabelle, anche qui consiglio di utilizzare Webmin.
    NOTA: ovviamente la macchina copia deve avere gli stessi utenti MySQL e le stesse password della macchina originale e questo va fatto in fase di installazione, se cosi' non fosse occorre modificare gli utenti e le password di conseguenza affinche' siano le stesse dalla macchina origine.

    6) Per ultimo caricate il backup delle configurazioni di Asterisk nella cartella "/var/lib/asterisk/backups/nomepianificazione/nomefile.tar.gz" della nuova macchina, rispettando gli stessi nomi e le stesse identiche posizioni nell'albero delle directory (ricreando le cartelle che mancano ove necessario), e sempre utilizzando il menu' "Strumenti" > "Backup & Ripristino" gia' visto prima, avviate un ripristino completo del backup (che troverete nel vostro menu' a destra).

    Finito il ripristino riavviate e se avrete seguito alla lettera le istruzioni qui indicate, avrete un centralino gemello del primo.

    NOTA: per avere un backup funzionante del centralino potete anche utilizzare una macchina virtuale (Virtualbox, VMware).
    Il mio piccolo forum personale con tutte le mie guide: http://forum.49v.com
    Sono consulente tecnico del Giudice per le indagini preliminari, valuto richieste di consulenza, in ambito Voip/Telefonia anche con grado di sicurezza militare.

  3. #323
    Utente di HTML.it L'avatar di pilovis
    Registrato dal
    Mar 2001
    Messaggi
    3,259

    Backup automatico verso un server remoto tramite SSH con tar

    per automatizzare la procedura ed eseguirla per esempio tramite crontab, e' necessario preparare le chiavi pubbliche di ssh così da potervi accedere senza digitare password.

    In questo esempio per praticita' io ho utilizzato l'utente root sulla macchina che deve fare il backup (l'ho chiamata server locale), ma si puo' utilizzare qualsiasi utente che abbia i permessi giusti per poter leggere i files e fare il backup.

    Entrare nel server locale come root e creare la directory .ssh con il comando:

    mkdir /root/.ssh

    generare la coppia di chiavi privata e pubblica, per l'accesso ssh senza necessita' di password, con il comando:

    ssh-keygen -t rsa

    Apparira' la seguente domanda:

    Enter file in which to save the key (/root/.ssh/id_rsa):

    non inserire nulla e premere "invio" per tutte e tre le domande che ci verranno poste.

    Una volta che saranno create le due chiavi, occorre dare i permessi giusti alla chiave privata affinche' nessuno tranne noi possa leggerla, dando il comando:

    chmod 600 /root/.ssh/id_rsa

    Entriamo quindi tramite ssh (per questa volta ancora con la password) nel server remoto, che e' quello a cui invieremo il backup, e creiamo anche qui la directory .ssh con il comando:

    ssh nomeutenteremoto@server-remoto.com "mkdir .ssh; chmod 600 .ssh"

    Inserire la password dell'utente remoto quando ci verra' chiesta.

    nota: nomeutenteremoto e server-remoto.com sono da esempio e vanno ovviamente sostituiti con i nostri parametri.

    poi copiamo la nostra chiave pubblica sul server remoto nella directory che abbiamo appena creato con il comando:

    cat .ssh/id_rsa.pub | ssh nomeutenteremoto@server-remoto.com 'cat >> .ssh/authorized_keys'

    A questo punto le chiavi sono a posto, riavviamo entrambi i servers e verifichiamo l'accesso ssh al server remoto senza necessita' di password con il comando:

    ssh nomeutenteremoto@server-remoto.com ls -la

    nota: questo comando va dato dall'utente root sul server locale (quello da cui parte il backup).

    come output dovremmo avere l'elenco completo dei files contenuti nella cartella dell'utente remoto (il server sul quale andremo a salvare il backup).

    A questo punto per fare il backup, ad esempio della cartella /home/clienti del server locale, verso il server remoto, basta utilizzare il comando seguente:

    tar zcvf - /home/clienti | ssh nomeutenteremoto@server-remoto.com "cat > ~nomeutenteremoto/backup.tar.gz"

    Si puo' quindi creare un "Cron Job" per fare in modo che questo backup parta automaticamente ogni giorno.
    Ovviamente il tempo di esecuzione del backup dipende sia dalle dimensioni del backup stesso, sia dalla velocita' di upload del server locale e/o da quella di download del server remoto (la piu' bassa delle due).
    Il mio piccolo forum personale con tutte le mie guide: http://forum.49v.com
    Sono consulente tecnico del Giudice per le indagini preliminari, valuto richieste di consulenza, in ambito Voip/Telefonia anche con grado di sicurezza militare.

  4. #324
    Utente di HTML.it L'avatar di pilovis
    Registrato dal
    Mar 2001
    Messaggi
    3,259

    installare Squirrelmail (webmail) su Ubuntu/Debian

    Prerequisiti:

    Aver installato e configurato un MTA (sendmail o postfix)
    Aver installato Apache con PHP
    Aver installato Dovecot IMAP

    -------------------------------------------------------------------

    Installazione da console comandi:

    sudo apt-get install squirrelmail

    Configurazione di squirrelmail:

    sudo squirrelmail-configure

    Il menu di configurazione e' intuitivo e molto semplice

    Configurazione di Apache:

    sudo cp /etc/squirrelmail/apache.conf /etc/apache2/sites-available/squirrelmail
    sudo ln -s /etc/apache2/sites-available/squirrelmail /etc/apache2/sites-enabled/squirrelmail


    Configurate per l'autostart al boot il MTA(sendmail o postfix), Dovecot e Apache, riavviate il server e il gioco e' fatto

    Per accedere alla pagina della webmail utilizzare l'indirizzo:
    http://localhost/squirrelmail (cambiare localhost con il dominio o l'indirizzo IP del server).

    -------------------------------------------------------------------

    Installazione dei plugin aggiuntivi (da estrarre e copiare in /usr/share/squirrelmail/plugins/)

    Sito web: http://squirrelmail.org/plugins.php

    Plugin consigliato:

    *** Composizione mails in formato HTML:
    http://squirrelmail.org/countdl.php?...2.3-1.4.tar.gz

    -------------------------------------------------------------------

    Modulo squirrelmail per Usermin:

    http://www.nltechno.com/files/squirrelmail-1.1.wbm
    Il mio piccolo forum personale con tutte le mie guide: http://forum.49v.com
    Sono consulente tecnico del Giudice per le indagini preliminari, valuto richieste di consulenza, in ambito Voip/Telefonia anche con grado di sicurezza militare.

  5. #325

  6. #326
    Utente di HTML.it L'avatar di pilovis
    Registrato dal
    Mar 2001
    Messaggi
    3,259

    Ubuntu ha rimosso Sun Java 6 dai pacchetti disponibili

    Canonical ha rimosso la possibilita' di installare Sun Java per motivi di licenza...

    Oracle con la sua politica di distruzione dell'Open Source (vedi Open Office e Open Solaris), ha ritirato la licenza "Operating System Distributor License for Java".

    Io non so, ma queste cose mi fanno caga..

    Comunque per poter installare Sun Java 6 ecco la soluzione:

    da console comandi (ignorando eventuali errori che appaiono):


    sudo apt-get install python-software-properties
    sudo apt-add-repository ppa:flexiondotorg/java
    sudo apt-get update
    sudo apt-get install sun-java6-jre sun-java6-plugin
    Il mio piccolo forum personale con tutte le mie guide: http://forum.49v.com
    Sono consulente tecnico del Giudice per le indagini preliminari, valuto richieste di consulenza, in ambito Voip/Telefonia anche con grado di sicurezza militare.

  7. #327
    Utente di HTML.it L'avatar di pilovis
    Registrato dal
    Mar 2001
    Messaggi
    3,259

    Webmin - upstart fix per Ubuntu server

    Webmin e' un ottimo programma per la gestione remota dei server linux e unix, forse il migliore, ma purtroppo J. Cameroon (l' ideatore) e la sua squadra sono sempre troppo precipitosi a rilasciare nuove versioni, per cui ad ogni nuova versione, un bug viene corretto e altri tre ne vengono creati!

    Nelle ultime versioni di webmin 1.580 e precedenti fino alla 1.540) c'e' un fastidioso bug che impedisce di attivare l'autostart dei servizi all'avvio (Boot system : Upstart), il problema e' riscontrabile su Ubuntu 10.04 e successive versioni.

    Ecco la soluzione per risolvere il problema:

    da console comandi editare il file "/lib/init/upstart-job":

    sudo nano /lib/init/upstart-job

    inserire subito prima della riga contenente "*)", alla fine del file, le seguenti righe di codice:

    lsb-header)
    $ECHO "### BEGIN INIT INFO"
    $ECHO "# Provides: $JOB"
    $ECHO "# Required-Start:"
    $ECHO "# Required-Stop:"
    $ECHO "# Should-Start:"
    $ECHO "# Should-Stop:"
    $ECHO "# Default-Start:"
    $ECHO "# Default-Stop:"
    $ECHO "# Short-Description: $JOB, converted to upstart."
    $ECHO "### END INIT INFO"
    ;;

    salvare il file cosi' modificato con "ctrl+x" e quindi dare il comando:

    sudo insserv

    Ora l'autostart dei servizi all'avvio deve funzionare nuovamente.
    Il mio piccolo forum personale con tutte le mie guide: http://forum.49v.com
    Sono consulente tecnico del Giudice per le indagini preliminari, valuto richieste di consulenza, in ambito Voip/Telefonia anche con grado di sicurezza militare.

  8. #328
    Utente di HTML.it L'avatar di pilovis
    Registrato dal
    Mar 2001
    Messaggi
    3,259

    Installare centralino Voip su Ubuntu (prima parte)

    Dato che le guide presenti in rete sono tutte frammentarie e quasi tutte piene di errori, ho deciso di scriverne una io.
    Questa e' una breve ma completa guida per installare un centralino asterisk con interfaccia web FreePBX su Ubuntu server, ho scelto Ubuntu server perche la distro classica su cui viene installato Asterisk (Centos) e' penosa e piena di bugs.
    La versione da me utilizzata e' la 8.04 LTS, ma non dovrebbero esserci problemi ad installare il tutto anche sulla versione 10.04 LTS di Ubuntu server.

    Il prerequisito essenziale e' che sia installato il server LAMP (Apache + PHP + Mysql), se non lo fosse, lanciate da root il comando tasksel e installate il server LAMP, scegliendolo dal menu' a discesa che vi comparira'.
    NOTA BENE: segnatevi la password che il sistema vi chiedera' di assegnare all'amministratore del server MySQL perche' vi servira' dopo.

    Parte 1) installazione di asterisk (ver. 1.6.24)
    ----------------------------------------------------

    Qui di seguito la lista dei comandi da lanciare da console:
    (attendete pazientemente la fine di una installazione prima di lanciare il comando successivo)

    sudo apt-get update
    sudo apt-get dist-upgrade
    sudo apt-get install -y php5-cli
    sudo apt-get install php-pear php5-dev
    sudo apt-get install build-essential linux-headers-`uname -r` openssh-server bison flex apache2 php5 php5-curl php5-cli php5-mysql php-pear php-db php5-gd curl sox libncurses5-dev libssl-dev libmysqlclient15-dev mpg123 libxml2-dev lame mc
    sudo apt-get clean
    sudo passwd root

    nota: l'ultimo comando assegna una password all'utente "root", scegliete quella che preferite, per comodita' puo' essere identica a quella dell'amministratore del server MySQL.
    Nei comandi qui sopra sono comunque inseriti quelli per installare i singoli componenti del server LAMP (non si sa mai )

    Ora passiamo a scaricare i sorgenti di asterisk e a installarli.
    Sempre da console comandi lanciamo in sequenza:

    su - root
    cd /root
    wget http://downloads.asterisk.org/pub/te....6.2.24.tar.gz
    tar -zxvf asterisk-1.6.2.24.tar.gz
    cd asterisk-1.6.2.24
    ./configure
    make
    make install
    make samples

    cd /root
    wget http://downloads.asterisk.org/pub/te...1.6.2.4.tar.gz
    tar -zxvf asterisk-addons-1.6.2.4.tar.gz
    cd asterisk-addons-1.6.2.4
    ./configure
    make
    make install
    make samples

    cd /root
    wget http://downloads.asterisk.org/pub/te...1+2.6.1.tar.gz
    tar -zxvf dahdi-linux-complete-2.6.1+2.6.1.tar.gz
    cd dahdi-linux-complete-2.6.1+2.6.1
    make all
    make install
    make config
    cd /root


    ora Asterisk e' installato.

    segue parte 2: configurazione database MySQL, Apache e installazione FREEPBX ...
    Il mio piccolo forum personale con tutte le mie guide: http://forum.49v.com
    Sono consulente tecnico del Giudice per le indagini preliminari, valuto richieste di consulenza, in ambito Voip/Telefonia anche con grado di sicurezza militare.

  9. #329
    Utente di HTML.it L'avatar di pilovis
    Registrato dal
    Mar 2001
    Messaggi
    3,259

    Installare centralino Voip su Ubuntu (seconda parte)

    ... segue dalla parte 1.

    Configurazione di Mysql
    ---------------------------

    Comandi da dare da console:

    su - root
    mysqladmin create asteriskcdrdb -p
    mysqladmin create asterisk -p
    mysql -u root -p

    NOTA: inserire la password di amministrazione di MySQL per proseguire e dare quindi i 4 comandi seguenti in sequenza.

    GRANT ALL PRIVILEGES ON asterisk.* TO asteriskuser@localhost IDENTIFIED BY 'passwordmysql';
    GRANT ALL PRIVILEGES ON asteriskcdrdb.* TO asteriskuser@localhost IDENTIFIED BY 'passwordmysql';
    flush privileges;
    quit


    NOTA BENE; sostituire nelle linee qui sopra 'passwordmysql' con la vostra password di amministrazione di MySQL (mantenendo l'apice prima e dopo).

    Ora Mysql e' configurato.

    Segue installazione di FreePBX e configurazione di Apache (parte 3) ...
    Il mio piccolo forum personale con tutte le mie guide: http://forum.49v.com
    Sono consulente tecnico del Giudice per le indagini preliminari, valuto richieste di consulenza, in ambito Voip/Telefonia anche con grado di sicurezza militare.

  10. #330
    Utente di HTML.it L'avatar di pilovis
    Registrato dal
    Mar 2001
    Messaggi
    3,259

    Installare centralino Voip su Ubuntu (terza parte)

    ... segue dalla parte 2.

    Installazione di FreePBX e popolamento dei databases MySQL.
    -----------------------------------------------------------------------

    Sempre da console comandi:

    su - root
    /usr/sbin/asterisk start
    cd /root
    wget http://mirror.freepbx.org/freepbx-2.7.0.tar.gz
    tar -zxvf freepbx-2.7.0.tar.gz
    cd freepbx-2.7.0
    mysql --user=root --password=passwordmysql asterisk < SQL/newinstall.sql
    mysql --user=root --password=passwordmysql asteriskcdrdb < SQL/cdr_mysql_table.sql

    NOTA BENE: sostituire nelle linee qui sopra passwordmysql con la vostra password di amministrazione di MySQL

    Installazione FrePBX (con dettaglio)
    ----------------------------------------

    Comando di installazione:

    ./install_amp

    NOTA: ecco come rispondere alle domande che vi appariranno in fase di installazione:

    Enter your USERNAME to connect to the 'asterisk' database:
    [asteriskuser]
    - dare invio

    Enter your PASSWORD to connect to the 'asterisk' database:
    [amp109]
    - inserire la Vostra password di amministrazione mysql

    Enter the hostname of the 'asterisk' database:
    [localhost]
    - dare invio

    Enter a USERNAME to connect to the Asterisk Manager interface:
    [admin]
    - dare invio

    Enter a PASSWORD to connect to the Asterisk Manager interface:
    [amp111]
    - scegliere una password per accedere all'interfaccia web (admin), meglio se diversa da quella MySQL.

    Enter the path to use for your AMP web root:
    [/var/www/html]
    - dare invio

    Enter the IP ADDRESS or hostname used to access the AMP web-admin:
    [xx.xx.xx.xx]
    - inserire l'indirizzo IP del server

    Enter a PASSWORD to perform call transfers with the Flash Operator Panel:
    [passw0rd]
    - inserire una password a scelta (meglio se la stessa dell'admin dell'interfaccia web)

    Use simple Extensions [extensions] admin or separate Devices and Users [deviceanduser]?
    [extensions]
    - dare invio

    Enter directory in which to store AMP executable scripts:
    [/var/lib/asterisk/bin]
    - dare invio

    Enter directory in which to store super-user scripts:
    [/usr/local/sbin]
    - dare invio


    Segue configurazione di Apache (parte 4) ...
    Il mio piccolo forum personale con tutte le mie guide: http://forum.49v.com
    Sono consulente tecnico del Giudice per le indagini preliminari, valuto richieste di consulenza, in ambito Voip/Telefonia anche con grado di sicurezza militare.

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2020 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.