Pagina 1 di 11 1 2 3 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 105

Discussione: Uccise mia figlia.

  1. #1
    Utente di HTML.it L'avatar di DydBoy
    Registrato dal
    Jul 2005
    Messaggi
    178

    Uccise mia figlia.

    Sono il padre di Barbara Bellorofonte, la ragazza assassinata brutalmente nel 2007 a Montepaone (Catanzaro), a colpi di pistola per mano del suo «ragazzo». È successo due anni fa, il 27 febbraio, proprio sotto casa nostra, mentre ci accingevamo a metterci a cena, Barbara era con noi, è passato il suo ragazzo a citofonare e chiedere di lei. E' scesa e da allora Barbara non è più stata con noi.

    Dei proiettili che il suo assassino le ha scaricato addosso, uno è andato a segno, conficcandosi in testa: Barbara va in coma, viene portata d'urgenza in ospedale (rianimazione) e dopo circa un mese di agonia, il 20 marzo 2007 è morta. Il suo assassino Luigi Campise per l'omicidio era stato condannato a 30 anni, grazie alla riduzione della pena perché processato con il rito abbreviato, poi ha subito un altro processo e condanna a quattro anni per altri reati; oggi dopo solo due anni e mezzo di carcere è stato scarcerato e può «girare» indisturbato per le strade di Soverato.

    Ignoro i motivi che hanno indotto la giustizia italiana a liberare l'omicida, ma quello che mi chiedo da padre, da cittadino, da uomo è se è giusto tutto questo! Se è giusto additare ai nostri giovani questo esempio di comportamento e far capire che in Italia tutto è permesso, tutto è possibile, compreso un omicidio, tanto poi si riesce sempre a trovare il modo di essere liberati. Se è giusto che ad essere tutelato nei diritti sia invece solo un assassino che, con fredda premeditazione, viene sotto casa, mi uccide una figlia e dopo solo due anni e mezzo, nonostante una condanna a trent'anni, esce di galera e se ne va allegramente a spasso per le vie del paese! Non riesco ad aggiungere altro, non ho più niente da dire, le lacrime io e mia moglie le abbiamo finite da un bel po'... mi resta solo l'amarezza di sapere che l'assassino di mia figlia è libero!

    Fonte :

    http://www.corriere.it/cronache/09_a...4f02aabc.shtml

    Potreste aiutarmi a conoscere la motivazione formale di tale rilascio ?
    Non riesco a trovare nulla e mi sento profondamente colpito da queste parole.

    So che si tratta della solita italietta peró vorrei sapere realmente quale è il susseguirsi di eventi necessario affinchè una cosa del genere accada.

    Perdonatemi se non sono al corrente del fatto che succeda spesso, sono stato solo 5 mesi in Italia negli ultimi 4 anni.

    Grazie.

  2. #2
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Aug 2001
    Messaggi
    7,352
    Se volevi un'informazione tecnica dovevi mettere [agiaco] nel titolo
    Il re è nudo (cit).

  3. #3
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Apr 2007
    Messaggi
    8
    Da quello che so c'è l'appello da fare e siccome la condanna di primo grado non è esecutiva e siccome non è ravvisato pericolo di fuga, è stato scarcerato.
    Il cucchiaio non esiste

  4. #4
    Utente di HTML.it L'avatar di DydBoy
    Registrato dal
    Jul 2005
    Messaggi
    178
    Originariamente inviato da afaik
    Da quello che so c'è l'appello da fare e siccome la condanna di primo grado non è esecutiva e siccome non è ravvisato pericolo di fuga, è stato scarcerato.
    Ah.

    Grazie.

  5. #5
    Originariamente inviato da afaik
    Da quello che so c'è l'appello da fare e siccome la condanna di primo grado non è esecutiva e siccome non è ravvisato pericolo di fuga, è stato scarcerato.
    Esatto, finora era rimasto in carcere perché scontava un'altra condanna, per estorsione.

  6. #6
    Originariamente inviato da afaik
    Da quello che so c'è l'appello da fare e siccome la condanna di primo grado non è esecutiva e siccome non è ravvisato pericolo di fuga, è stato scarcerato.
    cioè ma questo si è dichiarato colpevole, no? ed ah avuto trentanni invece dell'ergastolo, giusto? e l'appello a che minchia serve?
    Non parlare di dolore finchè non hai visto le lacrime dei guerrieri

  7. #7
    Originariamente inviato da Tashunka Witko
    cioè ma questo si è dichiarato colpevole, no? ed ah avuto trentanni invece dell'ergastolo, giusto? e l'appello a che minchia serve?
    se si è dichiarato colpevole al processo non lo so, comunque credo cerchino di ottenere più attenuanti o una condanna diversa (non so con quale capo d'accusa sia stato condannato, per ipotesi potrebbero puntare a ottenere un omicidio volontario invece di un premeditato) e quindi una pena più corta.

  8. #8
    Originariamente inviato da skidx
    se si è dichiarato colpevole al processo non lo so, comunque credo cerchino di ottenere più attenuanti o una condanna diversa (non so con quale capo d'accusa sia stato condannato, per ipotesi potrebbero puntare a ottenere un omicidio volontario invece di un premeditato) e quindi una pena più corta.
    se non sbaglio con il rito abbreviato patteggi una riduzione della pena in cambio della dichiarazione di colpevolezza, tecnicamente magari non è proprio così ma nella sostanza si, quindi mi chiedo come fa ad andare in giro questo, mettiamo pure che è giusto l'appello, ma rimane un assassino reo confesso a piede libero, non capisco
    Non parlare di dolore finchè non hai visto le lacrime dei guerrieri

  9. #9
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Aug 2001
    Messaggi
    7,352
    Secondo me, se fosse in attesa di processo ok, decorrenza dei termini, ma se è stato condannato in primo grado, non esce di galera in attesa dell'appello.


    Quello che potrebbe dire qualcosa di preciso sarebbe agiaco, insisto.
    Il re è nudo (cit).

  10. #10
    ho trovato questo

    Luigi Campise, che all'epoca dell'omicidio aveva quattro anni piu' della fidanzata, scappa, per poi consegnarsi volontariamente ai carabinieri della Compagnia di Soverato e assumersi la responsabilita' del delitto
    uno così non penso debba uscire di carecere fino a che non ha scontato la pena
    meno male che silvio c'è e a settembre risistema tutto il penale
    Non parlare di dolore finchè non hai visto le lacrime dei guerrieri

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2020 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.