Pagina 7 di 26 primaprima ... 5 6 7 8 9 17 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 61 a 70 su 251
  1. #61
    Originariamente inviato da franzauker
    è normale, l'intelligenza e la cultura sono merce rara, rarissima
    Credo più che altro che in tal caso dipenda dal fatto che il decidere di andare subito a lavorare piuttosto che decidere di prendere una laurea ti cambia un tale numero di condizioni al contorno (oltre all'avere/non avere il pezzo di carta) tali per cui l'immaginare l'altro scenario non ha molto senso.

    Ciò detto, continuo sulla mia strada verso la disoccupazione.
    Amaro C++, il gusto pieno dell'undefined behavior.

  2. #62
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Jan 2011
    Messaggi
    1,483
    Originariamente inviato da MItaly
    Credo più che altro che in tal caso dipenda dal fatto che il decidere di andare subito a lavorare piuttosto che decidere di prendere una laurea ti cambia un tale numero di condizioni al contorno (oltre all'avere/non avere il pezzo di carta) tali per cui l'immaginare l'altro scenario non ha molto senso.
    Quale altro scenario?
    Qui c'è proprio una domanda a risposta si-no.
    Secondo te gli conviene iscriversi oppure no?

    Ciò detto, continuo sulla mia strada verso la disoccupazione.
    qui ci sta la "battutona".
    nel caso peggiore puoi sempre fare l'infermiere

    PS è una battuta, su... un piccolo sorriso e niente incazzature, è una presa in giro.

  3. #63
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    May 2011
    Messaggi
    762
    Ciao...ho seguito solamente i primi messaggi di risposta. Non so cosa c'è scritto nelle restanti 3 pagine di risposte/consigli/pareri/ecc di questo (mio amato) forum.

    Ti dico solo una cosa: ho 23/24 anni (oggi, mi sono dimenticato che età avevo...). Quando mi diplomai (liceo linguistico), nello scegliere che facoltà prendere all'università...scartai come prima opzione Ingegneria Informatica per paura della matematica. Scartai come seconda opzione Informatica (stop) per lo stesso motivo.

    ...la mia prima scelta fu Economia Aziendale; come seconda scelta (in alternativa) Scienze Turistiche...

    ...entrai all'università con l'ultima surroga scegliendomi in tempo reale i posti rimasti perchè non riuscii ad entrare in nessuna delle due: scelsi DISCIPLINE ECONOMICHE E SOCIALI PER LA PACE E LO SVILUPPO (.......... )...

    Dopo due anni mi trasferii a Roma e con uno schiocco di dita entrai nella facoltà di Giurisprudenza alla Sapienza.

    Quest'anno, a Maggio, presentai rinuncia agli studi universitari.

    Ho omesso una cosa dal principio: ho il pc da quando avevo 5 anni. Ci ho imparato a leggere e a scrivere. E' la mia passione. Sto valutando (come quando valuti se dire ti amo a una ragazza) se dire che il pc è la mia vita...penso che lo sia...devo accendere e confermare.

    Da un anno mi dedico allo sviluppo web. In un anno ho imparato i linguaggi HTML, XHTML, CSS, Javascript (e l'utilizzo del mio amato jQuery) e Php.

    Tra poco lancerò il mio primo sito internet e ne ho altri in procinto di creazione (tra cui il mio personale..pensa tu..prima il resto e poi io).

    Ho intenzione di arrivare ad una conoscenza approfondita di tutti i linguaggi di programmazione possibile (sempre nei limiti delle mie possibilità, di tempo, di vita, ecc.).

    ..anch'io pensai di iscrivermi all'uni ad informatica (ad oggi) ma sono troppo preso col realizzarmi, sia personalmente che professionalmente. Se mai mi iscriverò, lo farò quando avrò lanciato la mia attività in modo stabile e quindi a tempo perso.


    ..tutto questo per dirti: fai ciò che ti senti, non farti frenare dall'età nè da nient'altro. Se c'è qualcosa che ti appassiona, portala avanti. Costasse anche farti vivere sotto un ponte. Sopratutto, fai ciò che ti senti. Come ho fatto io mille giri forse li farai anche tu o forse no. Io ora sento di star arrivando ad un centro stabile. O forse no. Ad ogni modo il mio consiglio è questo e spero ti sia di aiuto.

    Un giorno un ragazzo ingegnere che oggi è sfondato mi disse: "Quando rincorri la tua passione e la semini, prima o poi la semina ti frutterà e bene."

    Io sto inseguendo la mia passione e non so dove mi porterà. Fremo per questo. Insegui le tue passioni e quando ce l'hai in pugno, scaraventale con grazia in questo pazzo mondo.

    Ciao, buon lavoro, buona fortuna e sempre attivo e sorridente.


  4. #64
    Originariamente inviato da franzauker
    Quale altro scenario?
    Qui c'è proprio una domanda a risposta si-no.
    Secondo te gli conviene iscriversi oppure no?
    Mi riferivo alla domanda del sondaggio... "avresti ottenuto lo stesso questo lavoro senza laurea?" Secondo me la risposta sarà "boh" nella gran parte dei casi, proprio perché è difficile prevedere tutte le altre condizioni al contorno che sarebbero cambiate.
    qui ci sta la "battutona".
    nel caso peggiore puoi sempre fare l'infermiere
    Troppo sangue. C'è un motivo per cui i miei studi sono sulla materia inanimata...
    PS è una battuta, su... un piccolo sorriso e niente incazzature, è una presa in giro.
    Figurati... ho passato anni a prendere in giro mia sorella che ha appena finito lettere antiche... Facendo a mia volta una laurea senza applicazioni "pratiche" dirette non sto a preoccuparmi troppo di "quale sarebbe stata la scelta migliore per lavorare", studio quello che mi interessa, poi in ogni caso mi tiro dietro l'informatica come passione a parte, che poi è sempre un qualcosa che può venire utile se si tratta di cercare lavoro.
    Amaro C++, il gusto pieno dell'undefined behavior.

  5. #65
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Jan 2011
    Messaggi
    1,483
    soffro un pochino di labirintite.
    La risposta è quindi SI' o NO? (il "forse", "dipende", "poco poco" fanno parte della filosofia)

  6. #66
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Jan 2011
    Messaggi
    1,483
    Originariamente inviato da MItaly
    Mi riferivo alla domanda del sondaggio... "avresti ottenuto lo stesso questo lavoro senza laurea?" Secondo me la risposta può essere solo "boh" salvo casi eccezionali.
    Secondo me invece uno di medie capacità cognitive capisce benissimo se il lavoro che sta facendo lo può fare sse in possesso della laurea in informatica, e se ha colleghi NON laureati che fanno sostanzialmente lo stesso lavoro

    Troppo sangue. C'è un motivo per cui i miei studi sono sulla materia inanimata...
    Tzè... aspetta il primo "serio" guasto e vedrai scorrere il sangue così copioso da dover usare lo spazzolone per poter camminare
    Figurati... ho passato anni a prendere in giro mia sorella che ha appena finito lettere antiche...
    le femmine sono una categoria a parte. Ho avuto segretarie laureate, in economia e giurisprudenza.
    Ma non erano un granchè, ora ho ragioniere e linguiste (niente seconde battute, gliele faccio già tutti i santi giorni )
    ---
    Allora cosa accendi: SI' tornare all'università a 27 anni a informatica, oppure NO?

  7. #67
    Originariamente inviato da Deuced
    Partiamo dalla prima domanda di Darksky che richiede una risposta "impegnativa"

    Ho scelto informatica perché

    1)Credo che le lauree tecnico scientifiche abbiano ancora qualche possibilità di lavoro in Italia

    2)Mi piace la matematica,ho fatto il liceo scientifico So benissimo che per anni studierò teoria e la cosa non mi spaventa affatto

    3)E' una delle poche che mi lascerebbe aperta la porta dell'estero,dove parlando con alcuni amici oltreoceano valutano poco l'età e molto la produttività.Certo se sei neolaureato a 50 anni...

    Per il resto non ho grandi esperienze con l'IT,senza scadere nel cliché ho iniziato a programmare qualcosina con il vecchio commodore 64,ho qualche esperienza di riparazione e configurazione pc (roba di poco conto,sia chiaro!),smanetto con linux...ecco direi che sono uno smanettone più che un informatico a tutto tondo.

    Lingueurtroppo conosco solo l'inglese ma fluidamente (ho lo ielts con 7,5pt)

    Finita l'università mi piacerebbe lavorare più come programmatore nei vfx (framestore,double negative,ilm) o nei videogames (campo che qui in Italia è poco diffuso ma che altrove è ben remunerato),ma penso che saprei/dovrei adattarmi senza farne una tragedia.

    La domanda che ora tutti vi porrete è:allora perché a 18 anni non sei andato ad informatica?Perché bene o male mi hanno consigliato le stesse cose che ho letto qui (non si lavora,si lavora male,perdi tempo ecc),avevo la passione della musica,un professore che diceva che avevo le qualità artistiche per andare avanti (salvo poi rimangiarsi tutto pochi anni dopo) e ho proseguito per quella strada.Ma con il senno di poi...

    La questione comunque è questa,ora come ora non ho alcuna professionalità,è da un anno che cerco lavoro e non trovo nulla che non sia vendita di qualche misterioso oggetto con stipendio a provvigione.Che dovrei fare?Mi pare di capire che tutti o quasi mi consigliate di cercare lavoro...ma quale?Ormai trovo solo porte chiuse sulla mia strada,al sud la situazione è drammatica e non posso trasferirmi altrove per paghe di 6-700€,non potrei pagarmici l'affitto.

    Detta in maniera più brutale possibile:VOI al posto mio che fareste (oltre ad infermieristica )?Possibile che devo arrendermi all'idea che la mia vita professionale è terminata ancor prima di cominciare?

    Io continuo a consigliarti...prenditi il pezzo di carta a Salerno che sicuramente sarà molto più tranquilli che prendersela in una grande città...alla fine il valore del pezzo di carta quello è (a meno che non te la sei presa in qualche università privata truffaldina) ed il lavoro te lo imparerai quando inzierai...

    Magari avrai una preparazione teorico-matematica minore di uno che si è laureato in un'università prestigiosa...te lo dico col cuore...a meno che tu non voglia buttarti nella ricerca pura fottitene (che poi sarebbe triennale + quinquellakle + dottorato + postdoc...non credo sia il caso tuo)

    Consiglio spassionato: prenditi la triennale a Salerno, magari se vedi che riesci a reggere il ritmo al terzo anno fatti uno stage in qualche azienda e fatti una prima esperienza di lavoro in ambito Java EE prima di laurearti...quando sarai neolaureato potrai già dire di avere avuto esperienza pratica e magari a quel punto cercati un lavoro a Roma o Milano dove si trova facilmente (pagato di merda...non pensare di superare i 1000 € all'inizio...è raro...ma di lavori come programmatore Java EE o altro ne trovi a palate)

    L'unica cosa è che al 99% dovrai adattarti a fare web application in Java (che non è detto sia una palla), oppure se vuoi lavorare come programmatore Java ho tanti amici che in questi mesi dopo la laurea hanno iniziato a programmare su piattaforme mobile come Android (quindi Java) o iPhone\iPad...ora io stò lavoricchiando su Android (un progetto che porto avanti con un amico che potrebbe avere qualche aggancio sfizioso) e devo dire che lo trovo decisamente interessante ed è un campo che tirerà sempre più nei prossimi anni

  8. #68
    Originariamente inviato da franzauker
    Secondo me invece uno di medie capacità cognitive capisce benissimo se il lavoro che sta facendo lo può fare sse in possesso della laurea in informatica, e se ha colleghi NON laureati che fanno sostanzialmente lo stesso lavoro
    Eh, aspé, una cosa è "avrei le competenze anche se non avessi la laurea", un'altra è "avrei avuto l'occasione di entrare anche senza la laurea". Comunque ho capito cosa intendi.
    Tzè... aspetta il primo "serio" guasto e vedrai scorrere il sangue così copioso da dover usare lo spazzolone per poter camminare
    Se vado a fare il teorico il massimo guasto che può capitare è risolubile a colpi di gomma. Ma è più probabile che scelga di stare sul versante fisica sperimentale, a lungo andare la troppa matematica tende a farmi male allo spirito.
    Allora cosa accendi: SI' tornare all'università a 27 anni a informatica, oppure NO?
    Accendo "sono un uomo inutile e non ho un'opinione" , visto che (1) la faccenda non mi riguarda e (2) non conosco il mercato del lavoro in maniera sufficiente per poter fare un "informed guess".

    Ciò detto,
    Amaro C++, il gusto pieno dell'undefined behavior.

  9. #69
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Jan 2011
    Messaggi
    1,483
    Originariamente inviato da MItaly
    Eh, aspé, una cosa è "avrei le competenze anche se non avessi la laurea", un'altra è "avrei avuto l'occasione di entrare anche senza la laurea".
    altra cosa ancora è "ma che c'entrano le competenze col posto di lavoro"?
    Se vado a fare il teorico il massimo guasto che può capitare è risolubile a colpi di gomma. Ma è più probabile che finisca a fare il fisico sperimentale, a lungo andare la troppa matematica tende a farmi male.
    Magari fosse così semplice la vita... più diventi bravo, più difficili e gravi sono le decisioni che ti faranno prendere.
    Comunque in caso di dubbio rispondi sempre "42", o al massimo "la riposta è lo stipendio di ingresso all'agenzia delle entrate diviso due pigreco"
    Accendo: "sono un uomo inutile e non ho un'opinione", visto che (1) la faccenda non mi riguarda e (2) non conosco il mercato del lavoro in maniera sufficiente per poter fare un "informed guess".

  10. #70
    Originariamente inviato da franzauker
    Magari fosse così semplice la vita... più diventi bravo, più difficili e gravi sono le decisioni che ti faranno prendere.
    E più tendi ad essere spostato su questioni manageriali di cui magari non te ne frega niente (visto in diretta).
    Comunque in caso di dubbio rispondi sempre "42", o al massimo "la riposta è lo stipendio di ingresso all'agenzia delle entrate diviso due pigreco"
    Per acca tagliato.
    Amaro C++, il gusto pieno dell'undefined behavior.

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2020 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.