Pagina 2 di 2 primaprima 1 2
Visualizzazione dei risultati da 11 a 19 su 19
  1. #11
    Utente bannato
    Registrato dal
    May 2008
    Messaggi
    269
    @Sanctis 410
    Impossibile chiudere entro l'anno. Sono ancora nella fase valutativa, devo guardarmi attorno e cercare, in caso positivo dovrei sistemare i miei clienti e collaboratori ecc ....
    ( 7 anni di attività )


    @Kahm
    I primi anni ho avuto un cliente particolarmente grande, lavoravo quasi esclusivamente per lui e facevo qualche altro lavoretto (sono partito con questo cliente, non ho mai lavorato in una web agency per farmi le ossa).

    Dopo un paio di anni (vuoi per la crisi, vuoi che il lavoro si era concluso) ho iniziato a lavorare sempre meno per questo cliente, iniziando a cercare clienti personali ed iniziando collaborazioni con diverse web agency della zona.

    Le tue domande sono corrette e probabilmente non me le sono nemmeno poste.
    In quest'ultimo periodo ho avuto modo di collaborare con un ragazzo, il quale ha aperto l'attività da poco, ed ho visto da vicino il suo modo di agire e pensare.
    Sono arrivato alla semplice conclusione che non sono un "imprenditore", non ho quelle skills fondamentali per proseguire, rinnovarsi, provare, sbagliare ecc ...

    Quindi, visto che per me il 2012 non è stato cosi disastroso ( verso i 30k di fatturato con quasi 60 fatture emesse ) pensavo di mettermi sul mercato ora.
    La vita da dipendente la ripudio (ho rifiutato un offerta anni fa da parte di questo grande cliente ) ma devo guardare in faccia alla realtà, le bollette vanno pagate e la mia attività non ne è in grado.

  2. #12
    Originariamente inviato da fcaldera
    quella ti serve comunque, anche se lavori da dipendente.
    ... la pensassero tutti come te

    @ Dubal hai pensato che viviamo un momento particolarmente difficile e, la conseguenza è il tuo stato d'animo "ai piedi"? Pensaci bene valutando tutti i particolari.

  3. #13
    Utente di HTML.it L'avatar di Kahm
    Registrato dal
    Dec 2004
    residenza
    Rome
    Messaggi
    3,436
    Originariamente inviato da Dubal
    @Sanctis 410
    Impossibile chiudere entro l'anno. Sono ancora nella fase valutativa, devo guardarmi attorno e cercare, in caso positivo dovrei sistemare i miei clienti e collaboratori ecc ....
    ( 7 anni di attività )


    @Kahm
    I primi anni ho avuto un cliente particolarmente grande, lavoravo quasi esclusivamente per lui e facevo qualche altro lavoretto (sono partito con questo cliente, non ho mai lavorato in una web agency per farmi le ossa).

    Dopo un paio di anni (vuoi per la crisi, vuoi che il lavoro si era concluso) ho iniziato a lavorare sempre meno per questo cliente, iniziando a cercare clienti personali ed iniziando collaborazioni con diverse web agency della zona.

    Le tue domande sono corrette e probabilmente non me le sono nemmeno poste.
    In quest'ultimo periodo ho avuto modo di collaborare con un ragazzo, il quale ha aperto l'attività da poco, ed ho visto da vicino il suo modo di agire e pensare.
    Sono arrivato alla semplice conclusione che non sono un "imprenditore", non ho quelle skills fondamentali per proseguire, rinnovarsi, provare, sbagliare ecc ...

    Quindi, visto che per me il 2012 non è stato cosi disastroso ( verso i 30k di fatturato con quasi 60 fatture emesse ) pensavo di mettermi sul mercato ora.
    La vita da dipendente la ripudio (ho rifiutato un offerta anni fa da parte di questo grande cliente ) ma devo guardare in faccia alla realtà, le bollette vanno pagate e la mia attività non ne è in grado.
    30k di fatturato, sono circ 15k di stipendio da spalmare in 12 mesi
    15k di stipendio tolto: affitto, luce,gas, bollette,segretaria,vari guasti, benzina ,commercialista...arriviamo a ....o_O

    tiè http://mycareer.com.au/jobs/sydney-c...development%2f

    guarda che ti ho trovato...e guarda lo stipendio annuale
    NN vi diro mai chi sono in realta,
    tutti i miei 3D sono orfani, non insistete per farmi rispondere ai 3D aperti da me

  4. #14
    30 mila euro possono essere sufficienti o pochi a seconda delle circostanze.

    Dubito che uno che emette 60 fatture in un anno possa avere una segretarie, neanche le serve, un ufficio potrebbe essere superfluo (in alcuni casi i clienti sono più contenti quando ti rechi tu da loro) , per il commercialista se uno ha un po' di dimestichezza la semplificata se la gestisce da solo, anche non riuscendoci viste le poche fatture non costa poi così tanto. Lavorando da casa (basta una scrivania con un PC) i costi sono molto contenuti e se è molto, al mese, spende 50 euro tra connessione e corrente.

    Con questi presupposti 30 mila è una cifra onesta superiore a quello che prende molta gente che "va avanti" con 1100 / 1200 ... con un lordo di 30 mila euro al netto viene poco più di 1500 euro al mese (se la dividessimo per 13 mensilità sarebbero quasi 1400 euro)

    30.000 -> Lordo
    6390 -> INPS
    5562,48 -> Imposta annua (Senza considerare eventuali spese detraibili e altri oneri deducibili a parte l'INPS)

    Netto: 18047,52 / 12 mesi (1503,96)

    i costi potremo toglierli dal netto, ma considerando che sono costi di gestione andrebbero inseriti nel calcolo e di conseguenza si pagano meno tasse, a spanne si arriva a un netto di 1300 considerando anche la benzina per andare dai clienti, benzina che ogni lavoratore deve pagare anche se dipendente per recarsi a lavoro.

    Quindi secondo me dovresti tenerla la tua attività, l'unico appunto posso farlo per il tempo che dedichi al lavoro, io guadagno lo stesso tanto ma lavorando 4/5 ore al giorno per passare più tempo con i miei figli (e non lavoro il sabato e la domenica). Cerca di mollare i clienti rognosi e trovane altri ... io ho fatto così ma per raggiungere questo obiettivo ci ho lavorato 10 anni.

    Per colpa del tipo di tassazione attuale neanche mi viene in mente di guadagnare di più, preferisco il tempo ai soldi anche perché salendo di reddito devo pagare più tasse e dare allo stato più del 50% di quello che guadagno ... non mi sembra giusto (nei miei confronti :-P )

    E' assurdo che uno si debba fare il mazzo se poi, superata la soglia de i 28 mila, gli rimane solo il 39 % e da allo stato il 61% (e superati i 55 mila è anche peggio)... superata una certa soglia alla fine si lavora per lo stato, meglio lavorare di meno e tenersi il tempo libero che nessuno ci restituirà mai.

  5. #15
    Utente di HTML.it L'avatar di mamo139
    Registrato dal
    May 2005
    residenza
    Londra
    Messaggi
    848
    Blue_Robin... mi sfugge qualcosa... hai considerato il 21% di IVA?

  6. #16
    Fondamentalmente concordo con la scelta di Dubal!
    FATTURARE (che è bel diverso dal GUADAGNARE) 20-30.000€ l'anno lavorando come un dannato e senza le "certezze" e "comodità" di un lavoro da dipendente... Ma chi glielo fa fare?!?

    Perchè valga la pena di stare in proprio bisogna FATTURARE minimo minimo 60.000€ all'anno. Ma proprio al minimo! Si tratterebbe di raddoppiare/triplicare il fatturato attuale.
    Ma se Dubal non vede maniera di farlo, allora ben venga a scelta di mollare tutto e andare a lavorare per qualcuno.



    Occhio però a non prenderti una fregatura, Dubal. A parole son bravi tutti... Occhio che non si prendano il tuo pacchetto clienti, ti diano il contentino e poi dopo breve tempo trovino il modo di darti un calcio nel culo.

  7. #17
    Ops... mi era sfuggito che ha scritto che “fattura” … la parola “fascia” 20/30 mi ha tratto in inganno e ho ragionato sul reddito (poi magari è anche un contribuente minimi)

    Ovviamente il mio calcolo è sull'imponibile.

    Il discorso però non cambia poi tanto, dissento sul fatto che bisogna fatturare minimo minomo 60 mila euro, tutto è relativo. Sopratutto nel campo dei servizi i costi dell'attività sono quasi nulli, diverso è se si parla di altri settori. Concordo sul fatto del tempo, lavora troppo per guadagnare così poco.

    Solo lui sa che prospettive ha in base a come si è mosso fino ad oggi, se può mollare qualche cliente e trovarne altri che a parità di tempo gli fanno guadagnare di più. Ha dalla sua che la moglie ha uno stipendio e si può dare ancora un po' di tempo per ragionare. Magari potrebbe prendere qualche spunto da “come risparmiare in tempi di crisi” per non chiedere soldi al padre.

    Io, in un periodo dove non avevo ancora figli e mia moglie non lavorava, riuscivo ad arrivare a fine mese con 1200 euro e mediamente me ne rimanevano 200. Bisogna anche saper gestire i soldi ed evitare le spese superflue. Mi bastavano 1000 euro per affitto (500 euro), mangiare (200 euro al mese che mi permettevano di acquistare per 300 e passa visto che compravo, e compro tutt'ora, esclusivamente i prodotti di “marca” scontati del 50% e oltre), utenze domestiche (60 euro), benzina (70 euro, quando posso uso i piedi e la bici risparmiando di conseguenza in palestra ;-) ) 170 messi da parte per spese varie come vestiti, assicurazione auto e spese impreviste. Per di più io il cellulare lo ricarico solo una volta l'anno giusto per non farmi cancellare la scheda.

    Se a Dubal piace il suo lavoro, e sa di poter cambiare il rapporto tra le ore lavorate e il suo fatturato, fa bene ad aspettare, se deve invece invece vivere per lavorare non ha senso andare avanti.

  8. #18

    Re: Chiudere la propria attività

    Originariamente inviato da Dubal

    Quindi, l'unica è cercare una web agency ( alla quale porterei il mio pacchetto clienti) oppure una grande società che cerca una persona che si occupi di web, marketing ecc ...
    Altra possibilità... elimina i clienti che pagano di meno e con il tempo guadagnato creati una fonte diversa di guadagno: fai corsi, fai siti per te e non per gli altri e guadagni dalla pubblicità (anche se poco all'inizio) , ecc.

  9. #19
    In effetti la mia "forma mentis" mi ha portato a ragionare considerando costi piuttosto consistenti. Questione di abitudine, pardon!

    Quanto fatturato ci vorrà all'incirca nell'ambito IT per ricavare un guadagno netto mensile di fascia 1500/2200 euro?

    Al di sotto di uno "stipendio" del genere io non considererei nemmeno il lavoro autonomo. Non varrebbe più la pena di assumersi il rischio di impresa (e tutto il resto delle implicazioni del lavoro autonomo) a discapito di un potenziale lavoro da dipendente (seppur pagato meno)...

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2020 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.