Pagina 1 di 6 1 2 3 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 54
  1. #1
    Utente di HTML.it L'avatar di lnessuno
    Registrato dal
    Feb 2002
    Messaggi
    2,739

    Hai un parente in carcere? Chiama Cancellieri...

    http://www.giornalettismo.com/archiv...ti-in-carcere/

    Tra una scoreggia mediatica e l'altra, stamattina mi è capitata sottomano una storia che questi tempi è sicuramente trascurabile, ma fino ad un paio di anni fa sarebbe stato uno scandalo enorme: Giulia Ligresti è uscita dal carcere perché come tante persone ha problemi di salute, ma ha il jolly: Ministro Cancellieri è amica di famiglia. È stato sufficiente rivolgersi a lei, che ha fatto un paio di telefonate per sbloccare la situazione.

    Affidamenti, carcere... è incredibile quante cose risolva, una telefonata.

    In ogni caso siccome la legge è uguale per tutti, sono certo che Cancellieri avrebbe intercesso per chiunque, in quella situazione. Hehehehe.


    Annamaria Cancellieri, ministro della Giustizia, è intervenuta per Giulia Ligresti in carcere. Gabriella Fregni, compagna di Salvatore Ligresti, lo ha detto al telefono ad Antonino Ligresti in un’intercettazione che viene pubblicata oggi da Repubblica in un articolo a firma di Ottavia Giustetti. La Cancellieri ha parlato con due dirigenti del Dipartimento per l’amministrazione penitenziaria allo scopo di far loro sapere che la donna soffriva di anoressia ed era quindi a rischio. Qualche giorno dopo l’intervento del ministro è arrivata la scarcerazione. Una storiella per niente edificante.

    ANNAMARIA CANCELLIERI E GIULIA LIGRESTI - Racconta Repubblica:
    La vicinanza tra il ministro e la famiglia dell’ingegnere di Paternò è un fatto noto, come pure che il figlio della Cancellieri, Piergiorgio Peluso, sia stato dirigente della compagnia assicurativa Fondiaria Sai. Il nome di Peluso compare spesso nelle carte dell’inchiesta torinese, mai però in veste di indagato. «Essendo io buona amica della Fragni da parecchi anni – ha spiegato il ministro al procuratore – ho ritenuto, in concomitanza con l’arresto dell’ingegnere e delle figlie, di farle una telefonata di solidarietà sotto l’aspetto umano». Cancellieri e Fragni si sentono più di una volta per telefono. Tanto che la compagna di Salvatore Ligresti, quando la situazione della figlia Giulia non trova soluzione, parla con il cognato e suggerisce di contattarla come ultimo tentativo. Gli avvocati difensori, Gianluigi Tizzoni e Alberto Mittone, che avevano già parlato di un possibile patteggiamento, si sono visti respingere l’istanza di scarcerazione dal giudice Silvia Salvadori, nonostante il parere favorevole della procura.
    Per il quotidiano l’intera famiglia era travolta dal timore che la donna possa non reggere. E si gioca l’ultima carta:
    Il ministro Cancellieri davanti al magistrato torinese, pochi giorni dopo, racconta cosa è successo poi: «Effettivamente ho ricevuto una telefonata da Antonino Ligresti che conosco da molti anni. Ligresti mi ha rappresentato la preoccupazione per lo stato di salute della nipote Giulia Maria la quale, soffre di anoressia e rifiuta il cibo. In relazione a tale argomento ho sensibilizzato i due vice capi di dipartimento del Dap, Francesco Cascini e Luigi Pagano, perché facessero quanto di loro stretta competenza per la tutela della salute dei carcerati». Cancellieri spiega, e il procuratore aggiunto di Torino, Vittorio Nessi, titolare dell’inchiesta sul falso in bilancio insieme al sostituto procuratore Marco Gianoglio, riporta nel verbale. Il ministro dice di avere a cuore la salute dei detenuti in generale. Ma poi chiarisce, proseguendo nel racconto, che il suo interessamento diretto è stato per un carcerato soltanto: Giulia Maria Ligresti
    GIULIA LIGRESTI LIBERA - A quel punto succede che i medici mandano un documento ai pubblici ministeri per segnalare lo stato di depressione della figlia di Salvatore. Il medico legale certifica lo stato di difficoltà, e a Giulia Maria vengono concessi i domiciliari. I medici hanno operato senza alcuna sollecitazione, fa sapere il quotidiano. Per lo meno apparentemente.

  2. #2
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Apr 2002
    Messaggi
    455
    Siamo guidati da rappresentanti corrotti e corruttori.
    Andiamo avanti per inerzia, non viene cambiato nulla, non viene migliorato nulla, ci affidiamo solo alla sorte ed al caso.
    La stessa "crisi" la stiamo affrontando attendendo che "passi da sola", perchè chi dovrebbe legiferare, decidere, smuovere i capitali, non sa cosa fare ( o per lo meno, non vuol fare ciò che andrebbe fatto perchè sarebbe contro i suoi interessi ) e attende che ci si esca da soli.
    Nel frattempo, il mondo all'esterno non aspetta e piano piano si stanno comprando tutte le cose belle del nostro paese ( territori, aziende, edifici... ) lasciandoci poche briciole.
    Siamo un paese ormai da terzo mondo.
    Neppure il fuhrer o il duce son riusciti a rovinare una nazione cosi come hanno fatto questi criminali che guidano il nostro paese da 30 anni.
    Il popolo ormai è alla frutta, ma come insegna la storia, il nostro popolo è fatto di pecore belanti per poter fare qualcosa nei fatti.

    Ci scandalizziamo di un ministro della giustizia che interviene per aiutare una persona accusata di falso bilancio aggravato e aggiotaggio?
    Ci scandalizziamo di un senatore che commette atti di terrorismo contro una nazione se dovesse perdere il suo ruolo?
    Ci scandalizziamo di come usano i soldi regionali i vari consiglieri regionali del paese?
    Ci scandalizziamo di politici che spendono 3,50 euro per un menu' completo compreso di una succulenta fiorentina?
    Ci scandalizziamo dei benefits che godono i vari politici?
    Ci scandalizziamo delle pensioni parlamentari dopo appena 5 anni di lavoro?
    Ci scandalizziamo delle spese inutili che effettuano quelli che ci governano per tutelare i loro voti?

    E poi?
    dopo l'esserci scandalizzati che facciamo?
    Veloce,Affidabile,Economico : Scegline 2

    Se la tua ragazza non te la da, tu non prendertela

  3. #3
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Mar 2013
    Messaggi
    290
    Quote Originariamente inviata da saucer Visualizza il messaggio
    E poi?
    dopo l'esserci scandalizzati che facciamo?
    Lo scriviamo su : "Discussioni off-topic"

  4. #4
    Utente di HTML.it L'avatar di Linkato
    Registrato dal
    Dec 2002
    Messaggi
    492
    "E' stato un intervento umanitario..." Cancellieri.

    Non so a voi, ma questa frase per giustificare una intromissione di un ministro negli affari interni di una amministrazione giudiziaria mi ricorda un altro episodio?

    Facciamo un indovinello? Chi aveva detto una cosa del genere, intromettendosi anche lui?
    Primo Ministro Conte: "Sarà un anno bellissimo!"

  5. #5
    E' che oltre a figlia di Ligresti anche questa mi sa che era nipote di Mubarack.
    Ma quante cazz di nipoti c'ha 'sto Mubarak ?

  6. #6

  7. #7
    Utente di HTML.it L'avatar di lnessuno
    Registrato dal
    Feb 2002
    Messaggi
    2,739
    http://bologna.repubblica.it/cronaca...fame-69642137/

    Questo deve esserle sfuggito, poveretta Anna Maria... ci teneva così tanto alla salute dei "suoi" carcerati


    Un po' di articoli sul caso Cancellieri, che si spera (perché la legge è uguale per tutti, hehehehe) a questo punto segua il destino di altri, simili eventi...
    http://www.dagospia.com/rubrica-3/po...o-di-65696.htm
    Ultima modifica di lnessuno; 01-11-2013 a 17:09

  8. #8
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Dec 2000
    Messaggi
    809
    Quote Originariamente inviata da Linkato Visualizza il messaggio
    Non so a voi, ma questa frase per giustificare una intromissione di un ministro negli affari interni di una amministrazione giudiziaria mi ricorda un altro episodio?
    Senz'altro la conoscenza è stata determinante, ma cos'altro hanno in comune i due episodi?

    Tutto questo polverone per una persona che comunque stava male, questo è assodato: per me non è corruzione, solo un po' di favoritismo.

    Diamo il giusto peso alle cose: per una casa a montecarlo hanno messo alla gogna quel tipo che non si vede più in giro... E così al primo "errore" dànno addosso alla Cancellieri.
    Con tutto il malaffare che c'è in giro questo è nient'altro che scolare il moscerino...

  9. #9
    ma questa volta non sono d'accordo con tutto questo clamore mediatico.
    Bisognerebbe accertare se la Cancellieri abbia influito veramente.
    Se è un'amica di famiglia ed ha agito soltanto per segnalare la situazione, non ci vedo tutto sto marcio.
    Se invece grazie a lei è stata scarcerata, il problema è diverso: abuso di potere, concussione, etc etc etc

    Fatto sta che siccome la Idem se n'è andata per 3000€, dovrebbe dimettersi anche lei... ma anche Alfano per il caso kazako.

  10. #10
    Utente di HTML.it L'avatar di Linkato
    Registrato dal
    Dec 2002
    Messaggi
    492
    Quote Originariamente inviata da Discolo Visualizza il messaggio
    Con tutto il malaffare che c'è in giro questo è nient'altro che scolare il moscerino...
    In realtà è tutto chiaro: ministro della Giustizia Cancellieri intercettato mentre rassicura la compagna dell'imprenditore Ligresti circa la scarcerazione della figlia Giulia...

    Non sufficiente per condannarla, forse, ma obbligata a dimettersi...

    http://video.repubblica.it/politica/...810?ref=HRBV-1
    Primo Ministro Conte: "Sarà un anno bellissimo!"

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2020 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.