Pagina 1 di 21 1 2 3 11 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 206
  1. #1
    Utente di HTML.it L'avatar di Cisco x™
    Registrato dal
    Oct 2004
    residenza
    Barranquilla (Colombia)
    Messaggi
    7,292

    L'Italia sta veramente ripartendo ?

    Renzi è ottimista, già vede segnali di ripartenza vera, lo ha affermato ieri, lunedì 25 maggio
    http://firenze.repubblica.it/cronaca...sa_-115203546/


    Tra ieri e oggi però sono apparse notizie tutt'altro che serene.

    Mediaworld (26/05/2015): Dopo 45 licenziamenti e chiusura di un punto Mediaworld (già avvenuta nei mesi scorsi a Roma) ora sono a rischio altre 120 persone nei punti vendita della capitale.
    http://www.romatoday.it/economia/med...-presidio.html


    Ericsson (25/05/2015): Annuncia che ci saranno 100 licenziamenti nella sede romana, non è in crisi, ma vuole tagliare i costi e questo taglio dei costi interesserà anche altri sedi dislocate per l'Italia.
    http://www.romatoday.it/economia/sin...enti-roma.html


    Gruppo Cepu (25/05/2015) : Previsti 82 licenziamenti.
    http://www.umbria24.it/gruppo-cepu-l...ne/358104.html

    Ricordando che il mese scorso già sono entrante nel limbo degli esuberi in grossa quantità (migliaia) nella Whirlpool e Auchan...

    Sono segnali di ripartenza vera ?

  2. #2
    Utente di HTML.it L'avatar di lnessuno
    Registrato dal
    Feb 2002
    Messaggi
    2,854
    Siamo ormai lanciatissimi. Come quella smart che quelli di Fifth Gear fecero schiantare contro un muro qualche anno fa.

  3. #3
    Utente di HTML.it L'avatar di Max Della Pena
    Registrato dal
    Jan 2014
    residenza
    Udine
    Messaggi
    225
    Non è leggendo che tre aziende sono in riduzione personale che ci fa capire se l'Italia è in ripresa o meno.

    Non confrontando con le decine di migliaia che han perso il lavoro dal 2009 ad oggi.

    Per quanto mi riguarda, i segnali di una ripresa ci sono e sono forti da oltre un anno, lo vedo nel flusso di acquisti dall'estero e delle vendite in Italia, mi sembra anche possibile affermare che NESSUN Governo tra quelli passati dal 2008 ad ora non abbia fatto praticamente niente per quanto riguarda lo stimolo e la ripresa dell'apparato economico italiano.

    Diciamo che la ripresa c'è ma è arrivata da sola senza che nessuno avesse mai gettato le basi perchè si presentasse, è arrivata a sorpresa e senza invito.

    Speriamo che Renzi apre bene le porte e si limiti a guardare.
    Mi chiedo, caro Alberto, se questo antifascismo rabbioso che viene sfogato nelle piazze oggi a fascismo finito, non sia in fondo un’arma di distrazione che la classe dominante usa su studenti e lavoratori per vincolare il dissenso.

  4. #4
    Utente di HTML.it L'avatar di Cisco x™
    Registrato dal
    Oct 2004
    residenza
    Barranquilla (Colombia)
    Messaggi
    7,292
    Quote Originariamente inviata da Max Della Pena Visualizza il messaggio
    Non è leggendo che tre aziende sono in riduzione personale che ci fa capire se l'Italia è in ripresa o meno.
    Il mondo del lavoro è tra quei "temi caldi" che rientra nella ripresa dell'Italia.. Ed è uno dei principali argomenti.

    comunque non sono solo 3 aziende (ne ho riportate solo 3, le più note) ma molte di più, basta fare una ricerchina su google https://www.google.it/?gws_rd=ssl#tb...=licenziamenti e rendersi conto che di ripresa, almeno nel mondo del lavoro che è uno dei principali argomenti, è tutt'altro che in ripresa, non è nemmeno stabile la situazione..
    Non si sta parlando di qualche dipendente di un settore specifico, ma più fasce di aziende con settore diverso e migliaia di persone.

    Quote Originariamente inviata da Max Della Pena Visualizza il messaggio
    Per quanto mi riguarda, i segnali di una ripresa ci sono e sono forti da oltre un anno
    vaglielo a dire ad uno delle tante migliaia di dipendenti delle diverse aziende che stanno per essere licenziati

    " Che bello, sto per essere licenziato insieme a decine e decine di miei colleghi, evvai ! l'Italia è in ripresa vera !"

  5. #5
    Utente di HTML.it L'avatar di wallrider
    Registrato dal
    Apr 2003
    Messaggi
    2,786
    a breve escono i dati ISTAT, che dovrebbero essere quelli un po' più oggettivi
    RIP Cicciobenzina 9/11/2010

    "Riseminaciceli, i ceci nell'orto"

  6. #6
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Apr 2002
    Messaggi
    484
    Perchè non mi meraviglio di queste uscite del menga?

    Mi ricordo che un tal Monti disse che eravamo fuori dal tunnel, che dovevamo fare un altro piccolo sacrificio ( Riforma Fornero ) per uscirne.

    Nei fatti, da allora non siamo usciti da nessuna parte ed anzi, stiamo piombando sempre più verso il default.

    Analizzando ciò che abbiamo oggi :

    - Lavoro subordinato ormai paragonabile ad un qualsiasi lavoro precario
    - Per poter dare un sintomo di benessere, il governo sta tentando di aumentare artificiosamente le buste paga degli impiegati ( puoi farti pagare il tfr in anticipo! )
    - Per poter dare anche una possibile linea di credito, sta tentando di far valutare come bene mobile, gli immobili ( anche la prima casa!!! )

    Molti polli stanno abboccando ( prendo il tfr subito! domani non so se ci sarò o se l'azienda ci sarà ancora.... , oppure dai, ora mi compro quel nuovo suv per poter viaggiare sulle strade coi fossi senza problemi e la pago con il finanziamento sulla casa! ) e li vedrete tra qualche annetto a fare la stessa fine degli americani con la bolla speculativa.

    Nei fatti io oggi vedo :
    - Servizio sanitario sempre più scadente e sempre più a pagamento
    - Servizio scolastico sempre più scadente
    - Servizio pubblico sempre più scadente
    - Inefficienza a tutti i livelli della pubblica amministrazione
    - Ruberie senza più vergogna da parte di politici corrotti fino al midollo
    - Giustizia sempre più iniqua
    - Lavoro sempre più sottopagato, sempre più approssimato e sempre più inefficiente
    - Qualità della vita sempre più scarsa
    - Rispetto per il prossimo sempre più scarso

    Stiam ripartendo, a marcia indietro forse!

    Mi chiedo se l'unica soluzione non sia realmente quella di fuggirsene da questo paese e lasciare i criminali scannarsi tra loro.
    Veloce,Affidabile,Economico : Scegline 2

    Se la tua ragazza non te la da, tu non prendertela

  7. #7
    Utente di HTML.it L'avatar di Linkato
    Registrato dal
    Dec 2002
    Messaggi
    639
    Ad ogni modo occorre tener sempre presente che uscendo tecnicamente da una recessione con tre trimestri positivi, occorrono almeno 2 anni affinchè si vedano i benefici reali sulla economia. Tutto il resto che si dice e si chiacchiera è solo politica: sia chi dice che siamo fuori dalla crisi, sia chi dice che stiamo fallendo...

    Tutto il resto è fuffa, è sempre stato così... le statistiche economiche del passato sono evidentissime. Sull'economia reale ci saranno ancora mesi e anno/i duri prima di vedere qualcosa.
    Primo Ministro Conte: "Sarà un anno bellissimo!"

  8. #8
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Dec 2006
    Messaggi
    32
    Spero che il nostro paese stia cominciando a vedere la luce. Purtroppo nella zona in cui vivo, provincia di Torino, la crisi sta ancora picchiando molto molto duro!!! Le famiglie finora hanno attinto a quello che avevano messo da parte ma, per molti, i risparmi sono oramai finiti!

  9. #9
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    May 2011
    Messaggi
    20
    ancora con sta ripartenza, quella che c'è dal 2008 non è una crisi passeggera, è un riassestamento generale, d'ora in poi sarà sempre così, tra alti e bassi ovviamente

  10. #10
    Utente di HTML.it L'avatar di Max Della Pena
    Registrato dal
    Jan 2014
    residenza
    Udine
    Messaggi
    225
    Quote Originariamente inviata da Sulliv4n Visualizza il messaggio
    ancora con sta ripartenza, quella che c'è dal 2008 non è una crisi passeggera, è un riassestamento generale, d'ora in poi sarà sempre così, tra alti e bassi ovviamente
    Intende a carattere mondiale oppure solo per gli abitanti dello stivale?
    Mi chiedo, caro Alberto, se questo antifascismo rabbioso che viene sfogato nelle piazze oggi a fascismo finito, non sia in fondo un’arma di distrazione che la classe dominante usa su studenti e lavoratori per vincolare il dissenso.

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2019 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.