Pagina 28 di 56 primaprima ... 18 26 27 28 29 30 38 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 271 a 280 su 554
  1. #271
    Utente di HTML.it
    Registrato dal
    Jan 2005
    residenza
    Sardegna
    Messaggi
    308
    Quote Originariamente inviata da tia86 Visualizza il messaggio
    Quella del secondo referendum la considero la madre di ogni male. Tanto vale non fare i referendum, se lo si ripete finchè esce fuori la risposta "giusta".

    Un referendum è la gente che dice al governo cosa pensano di dover fare, non è giuridicamente vincolante e perché la gente pensa che un secondo referendum sia sbagliato? o riaffermerà il primo o mostrerà un cambiamento di opinione delle persone che dopo tre anni e la conoscenza dell'esperienza dovrebbero ora essere meglio informate. L'IT dovrebbe in effetti essere un requisito dopo tanto tempo e soprattutto quando il primo risultato era così vicino.

  2. #272
    Utente di HTML.it L'avatar di badaze
    Registrato dal
    Jun 2002
    residenza
    Lyon
    Messaggi
    5,337
    Comunque una cosa positiva per me. Ho migliorato il mio inglese.
    Ridatemi i miei 1000 posts persi !!!!
    Non serve a nulla ottimizzare qualcosa che non funziona.
    Cerco il manuale dell'Olivetti LOGOS 80B - www.emmella.fr

  3. #273
    Quote Originariamente inviata da Webbabe Visualizza il messaggio
    La Brexit ha fallito, pochissimi nel governo lo vogliono davvero, la Brexit dura è stata negata, la Brexit morbida come è stata negata
    Tutti, sia l'Unione Europea (la sua gente e la sua politica) che il Regno Unito (gente e politica) continuano a trattare l'argomento Brexit come un gioco a somma zero. È una immensa idiozia!
    Non ci sarà nessun vincente, solo sconfitti. Nessuno* ha da guadagnarci qui ma tutti avremo da perderci qualcosa. UK più degli altri.

    Ma quello che io non vedo mai in discussione è che sia pro-Brexit che anti-Brexit hanno ragione entrambi. Ma non si parlano.

    Ci sono state ragioni VERE per far decidere a così tante persone di preferire l'uscita dalla UE, e non basta raccontarci che furono le menzogne di Farage. Quelle possono avere spostato uno o due milioni di voti, ma il resto?

    La verità è che c'è qualcosa di profondamente sbagliato in questa Unione Europea, e purtroppo i cittadini britannici hanno scelto la strada sbagliata per (non) risolvere il problema.


    * Olanda esclusa.
    Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. (Maffeo Pantaleoni)

  4. #274
    Quote Originariamente inviata da webus Visualizza il messaggio
    Tutti, sia l'Unione Europea (la sua gente e la sua politica) che il Regno Unito (gente e politica) continuano a trattare l'argomento Brexit come un gioco a somma zero. È una immensa idiozia!
    Non ci sarà nessun vincente, solo sconfitti. Nessuno* ha da guadagnarci qui ma tutti avremo da perderci qualcosa. UK più degli altri.
    concordo


    La verità è che c'è qualcosa di profondamente sbagliato in questa Unione Europea, e purtroppo i cittadini britannici hanno scelto la strada sbagliata per (non) risolvere il problema.
    concordo

  5. #275
    Utente di HTML.it L'avatar di Linkato
    Registrato dal
    Dec 2002
    Messaggi
    492
    A parte Farange e le sue bugie... ripeto che il problema è stata la paura dell'immigrazione, è questo che ha fatto vincere la Brexit. Sondaggi e flussi elettorali lo hanno confermato, dimenticatevi che gli elettori consultassero il Financial Times prima di votare... avevano paura dei "negri". Infatti hanno vinto nelle campagne e nelle periferie, invece dove c'è già integrazione come nelle grandi città ha vinto il "remain".

    Ad ogni modo sta per arrivare il massimo del ridicolo, una eventuale proroga di 3 mesi costringerà la Gran Bretagna a partecipare alle elezioni europee... hanno politici più ridicoli dei nostri, non siamo ultimi in Europa, meno male...
    Primo Ministro Conte: "Sarà un anno bellissimo!"

  6. #276
    Utente di HTML.it L'avatar di badaze
    Registrato dal
    Jun 2002
    residenza
    Lyon
    Messaggi
    5,337
    Comunque sia.

    Capisco che qualcuno possa non voler bene all'UE. Ma non si tratta di voler bene all'UE o meno ma di sopravvivenza come nazioni indipendenti a lungo termine. Questo puo' sembare strano ma potremo continuare ad esseri Italiani, Francesi, Tedeschi, etc... proprio se siamo uniti. Soltanto in questo modo abbiamo un certo peso di fronte agli Stati Uniti alla Cina e nel futuro all'India. Se stiamo soli diventeremo come era l'italia prima del risorgimento. Un insieme di ducati o piccoli reami tutti clienti di una grande nazione di allora che si affrontavano direttamente o indirettamente non da loro ma in Italia. Basta pensare alle guerre napoleoniche.
    Poi per potere investire in certi domini è meglio avere un gran numero di clienti potenziali. Perché ditte come Amazon o Ali Baba hanno il sopravvento ? Perché hanno un mercato domestico enorme. Possono ricavarne molto denaro che poi possono investire all'estero ed impedire la creazione di concorrenti. Questo vale per l'e-commerce ma anche per le altre attività. Già lo vediamo con l'aeronautica. Se le ditte che hanno fatto Airbus non si fossero alleate quale di loro da sola avrebbe i mezzi di concepire e di realizzare un aereo di diffusione mondiale ?
    Domani più di oggi ci saranno domini il cui ticket di ingresso costerà troopo per un singolo paese medio.
    Ridatemi i miei 1000 posts persi !!!!
    Non serve a nulla ottimizzare qualcosa che non funziona.
    Cerco il manuale dell'Olivetti LOGOS 80B - www.emmella.fr

  7. #277
    Utente di HTML.it L'avatar di Linkato
    Registrato dal
    Dec 2002
    Messaggi
    492
    Quote Originariamente inviata da badaze Visualizza il messaggio
    Comunque sia.

    Capisco che qualcuno possa non voler bene all'UE. Ma non si tratta di voler bene all'UE o meno ma di sopravvivenza come nazioni indipendenti a lungo termine.
    Non serve a nulla tentare di ragionare con certa gente, perchè poi ti fanno slogan come: "Eh allora a Davos?" "Eh allora la Merkel e Macron?" "E la speculazione di Soros? "E il gruppo Bildelberg?" "Ma questo lo dice lei!"

    Tutti che applaudono entusiasti e tu sei fottuto che hai cercato di fare un minimo di ragionamento...

    Senti, ma ancora con sto caxxo di manuale Olivetti Logos del 2002?
    Primo Ministro Conte: "Sarà un anno bellissimo!"

  8. #278
    Utente di HTML.it L'avatar di badaze
    Registrato dal
    Jun 2002
    residenza
    Lyon
    Messaggi
    5,337
    Quote Originariamente inviata da Linkato Visualizza il messaggio
    Senti, ma ancora con sto caxxo di manuale Olivetti Logos del 2002?
    Purtroppo. Sembra non sia mai esistito.
    Ridatemi i miei 1000 posts persi !!!!
    Non serve a nulla ottimizzare qualcosa che non funziona.
    Cerco il manuale dell'Olivetti LOGOS 80B - www.emmella.fr

  9. #279
    Quote Originariamente inviata da badaze Visualizza il messaggio
    Capisco che qualcuno possa non voler bene all'UE. Ma non si tratta di voler bene all'UE o meno ma di sopravvivenza come nazioni indipendenti a lungo termine. Questo puo' sembare strano ma potremo continuare ad esseri Italiani, Francesi, Tedeschi, etc... proprio se siamo uniti.
    Su questo credo siamo tutti d'accordo. Non si possono però continuare a nascondere i problemi perché, come Brexit ha dimostrato, a un certo punto la gente comincia a credere che sia meglio soli che costretti a subire.

    Potrebbe sembrare un paradosso, dopotutto il Regno Unito è stato quello che più di tutti ha avuto da guadagnare a livello economico dal mercato unico, eppure proprio loro hanno deciso di andarsene. Ma se continuiamo a limitarci a dire che i Brexiteers sono degli ingrati ignoranti rischiamo che a breve l'elenco di chi se ne va si allunghi.

    Gli inglesi hanno guadagnato molto a livello economico, ma a quale prezzo sociale e di identità di popolo?

    Come è stato più volte detto in passato abbiamo fatto l'Europa ma non gli Europei. E la ragione forse è che nessuno li vuole questi "Europei". Non a questo punto storico, non a questo prezzo sociale.

    Vale considerare poi che negli ultimi anni quello che era un progetto di unione tra popoli è diventato sempre più chiaramente un'altra cosa. Diciamo che i nostri politici che nel 1951 diedero vita alla CECA, poi diventata UE, non pensavano certo a un agglomerato di nazioni sotto la guida di Germania e Francia. E non dovrebbe sfuggire che l'Europa era allora da poco uscita da una guerra dove i tedeschi avevano cercato di imporre sull'Europa il loro stivale. E non a caso i Brexiteers hanno avuto grande successo proprio nelle cerchie più anziane.

    Quote Originariamente inviata da badaze Visualizza il messaggio
    Soltanto in questo modo abbiamo un certo peso di fronte agli Stati Uniti alla Cina e nel futuro all'India.
    Curioso, fino a pochi anni fa gli Stati Uniti erano alleati, non avversari. Qualcosa è definitivamente cambiato in questa Europa.
    Qualunque imbecille può inventare e imporre tasse. (Maffeo Pantaleoni)

  10. #280
    Utente di HTML.it L'avatar di badaze
    Registrato dal
    Jun 2002
    residenza
    Lyon
    Messaggi
    5,337
    Quote Originariamente inviata da webus Visualizza il messaggio
    Su questo credo siamo tutti d'accordo. Non si possono però continuare a nascondere i problemi perché, come Brexit ha dimostrato, a un certo punto la gente comincia a credere che sia meglio soli che costretti a subire.

    Potrebbe sembrare un paradosso, dopotutto il Regno Unito è stato quello che più di tutti ha avuto da guadagnare a livello economico dal mercato unico, eppure proprio loro hanno deciso di andarsene. Ma se continuiamo a limitarci a dire che i Brexiteers sono degli ingrati ignoranti rischiamo che a breve l'elenco di chi se ne va si allunghi.

    Gli inglesi hanno guadagnato molto a livello economico, ma a quale prezzo sociale e di identità di popolo?

    Come è stato più volte detto in passato abbiamo fatto l'Europa ma non gli Europei. E la ragione forse è che nessuno li vuole questi "Europei". Non a questo punto storico, non a questo prezzo sociale.
    Ed é proprio questo che mi ha stupito quando hanno votato la Brexit. Perché più o meno tutto era stato fatto per accontentarli. Pero' era accontentare la City o i potenti. Le ragioni del leave sono molte forse troppe per poter elencarle tutte visto che tra i brexiteers non sono tutti d'accordo come con i "gilets jaunes" in Francia.


    Quote Originariamente inviata da webus Visualizza il messaggio
    Vale considerare poi che negli ultimi anni quello che era un progetto di unione tra popoli è diventato sempre più chiaramente un'altra cosa. Diciamo che i nostri politici che nel 1951 diedero vita alla CECA, poi diventata UE, non pensavano certo a un agglomerato di nazioni sotto la guida di Germania e Francia. E non dovrebbe sfuggire che l'Europa era allora da poco uscita da una guerra dove i tedeschi avevano cercato di imporre sull'Europa il loro stivale. E non a caso i Brexiteers hanno avuto grande successo proprio nelle cerchie più anziane.
    Sono d'accordo con te. Spesso mi sono fatto questa domanda. "Ma quando c'è stato il risorgimento. Tutti sono stati contenti di diventare Italiani ? Oppure molti si sono sentiti invasi occupati ?" Comunque qualunque siano le risposte dopo una o due generazioni la gente si è abituata ad essere Italiani.

    Quote Originariamente inviata da webus Visualizza il messaggio
    Curioso, fino a pochi anni fa gli Stati Uniti erano alleati, non avversari. Qualcosa è definitivamente cambiato in questa Europa.
    A livello militare sono alleati (anche se con Trump non si sa se la NATO ha ancora un futuro). Ma a livello economico sono sempre stati "nemici" anche se la parola è un po' forte. Si sa che gli USA hanno usato echelon per spiare i loro alleati. Infatti tutti gli stati si spiano.
    Ridatemi i miei 1000 posts persi !!!!
    Non serve a nulla ottimizzare qualcosa che non funziona.
    Cerco il manuale dell'Olivetti LOGOS 80B - www.emmella.fr

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2020 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.