Si dice che l'esecuzione di un'idea valga piu' dell'idea stessa... quanto e' vero!

Oggi leggevo su Indie Hackers a proposito di Chris Olivier, un Rails developer che tra le altre cose ha creato un servizio, https://www.hatchbox.io/, per il deployment super semplice di apps sui tuoi server a prescindere dal provider, come alternativa piu' economica di Heroku, per esempio.

Sono contento per lui che stia avendo successo (e' ancora agli inizi in termini di revenue, ma e' cmq definitivamente sulla buona strada), ma mi ha messo una tristezza.... Il motivo e' che nel 2012 iniziai a lavorare su un progetto con la stessa idea, ed arrivai perfino ad essere accettato nel programma di un incubator qui in Finlandia (Spinno) e sarei stato in rotta per un investimento da Tekes fino a due milioni di euro.

Purtroppo nel Giugno dello stesso anno, dopo aver appena iniziato il programma,e proprio quando dovevo cominciare il processo per ottenere l'investimento, dovetti abbandonare per motivi di salute.

Mi pare di aver accennato in un altro post che ho bipolar disorder, ed ho avuto qui e li' negli anni periodi di seria depressione che mi hanno a volta debilitato e reso praticamente incapace di lavorare, per cui dovetti rinunciare al progetto in quel periodo.

Una volta che ero in condizioni migliori, dopo un'assenza dal mio day-job di diversi mesi, tornai al mio lavoro e posticipando posticipando non tornai piu' a quel progetto, anche se Spinno mi aveva garantito che sarei potuto tornare al programma in qualunque momento.

Negli ultimi anni ho visto alcune aziende nascere attorno allo stesso concetto (un'altra e' https://www.deployhq.com/ per esempio), oltre ad Hatchbox. Come mi dovrei sentire oggi dal momento che ho fallito nell'esecuzione di un'idea che poi altri hanno realizzato in seguito?

E questo episodio non e' neanche la prima volta che mi e' accaduto questo genere di cose.

Nel 2004 iniziai a lavorare su un altro progetto, con l'idea di ricreare un semplice text pad che funzionasse nel web e consentisse a piu' persone di lavorare ad un documento di testo contemporaneamente. L'idea mi era venuta a causa di un bisogno che avevo all'epoca e poi leggendo materiale su quella che e' chiamata Operational transformation (https://en.wikipedia.org/wiki/Operat...transformation) ed e' alla base di questo tipo di cose per collaborative editing etc.

Cominciai a lavoricchiare al progetto, ma "senza fretta", perche' in realta' non pensavo all'epoca a creare un business attorno all'idea, ma anche a causa delle limitazioni tecniche dell'epoca ma anche dei limiti (in confronto ad oggi un oceano di differenza) nelle mie conoscenze.

Nell'Agosto 2005 nacque Writely, che praticamente faceva quasi tutto cio' che avevo in testa di fare. Quando venni a sapere di questo, gia' volevo morire... immaginatevi come mi sentii poi quando nel 2006 Writely fu acquisito da Google, e divenne Google Docs (oggi Google Drive, con l'aggiunta anche di spreadsheets, presentations etc).

In quel momento realizzai che avrei potuto creare una vera e propria azienda attorno all'idea di collaborative editing, e che non ero stato in grado di farlo. Anni dopo, stessa storia con l'app per devops di cui parlavo prima.

Al momento mi sento un po' di merda, perche' sento di aver fallito li' dove avrei potuto creare qualcosa di importante.

Oggi sto lavoricchiando ad un altro progetto ma quando posso, perche' mi trovo di nuovo in una situazione di una certa' instabilita' dell'umore per cui ci sono giorni in cui sono pieno di energia, idee e stimoli, e altri giorni in cui e' difficile scendere dal letto.

Fortunatamente ho dei risparmi di quando guadagnavo un bel po' a Londra, perche' adesso non ho income praticamente a parte sick leave money, e mi e' stato suggerito di cominciare a pensare ad una pensione (possibile a causa del bipolar disorder) vista la mia situazione che rende difficile al momento tornare a tempo pieno al mio lavoro normale.

Fortunatamente anche se cominciassi con una pensione, potrei lavorare a qualcosa nei miei tempi e se riuscissi a realizzare qualcosa potrei sospendere la pensione e tornare a lavorare a tempo pieno. Per di piu' qui in Finlandia (forse in Italia e' lo stesso) posso avere pensione e guadagnare con un lavoro fino ad un certo limite, quindi l'idea della pensione (per un income stabile, anche se non un granche' in confronto a quello che guadagnavo) con la possibilita' di lavorare fino ad un certo ammontare di $ al mese, e di sospendere la pensione piu' tardi, non e' proprio male.

Il problema e' che ho "appena" 38 anni, e questa idea da quel punto di vista non mi va giu'. E se vi aggiungo la questione dei due episodi/idee con esecuzione mancata di cui parlavo, insomma al momento non mi sento proprio felice...

Scusate lo sfogo