Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 10
  1. #1

    Come fanno le grandi aziende a non essere mai offline

    Posto qui la domanda ma non è una richiesta di supporto, è una mia curiosità.

    Come fanno le grandi aziende a non essere mai offline? A parte ovviamente nei casi in cui un datacenter vada a fuoco come a volte succede.

    Ho pensato a un'ipotesi forse irreale quando un giorno visitando un sito mi sono accorto che al posto del dominio appariva un indirizzo IP. Mettiamo il caso di una grande azienda, questa ha 2 server, uno sul dominio principale, ed il secondo che è un clone che viene aggiornato in tempo reale, se col primo server ha un problema non facilmente risolvibile crea un redirect sul clone.

    Ok forse è una cazzata ma mi piacerebbe un parere

  2. #2
    Utente di HTML.it L'avatar di Electro
    Registrato dal
    Dec 2003
    Messaggi
    568
    Sistemi in ridondanza, anche geografica se necessario.
    Nulla

  3. #3
    Utente di HTML.it L'avatar di Dwarf
    Registrato dal
    Mar 2002
    Messaggi
    1,890
    Ieri il sito di TIM è stato offline per un paio di ore.
    - La chiesa è vicina, il bar è lontano, la strada è ghiacciata. Camminerò con attenzione
    (Vecchio proverbio russo)

  4. #4
    Quote Originariamente inviata da Electro Visualizza il messaggio
    Sistemi in ridondanza, anche geografica se necessario.
    Qesto però non spiega come sia possibile che siti come per esempio Amazon non sono mai stati offline a causa di aggiornamenti o modifiche alla struttura. Almeno che io sappia Amazon è smpre online eppure dalla sera alla mattina appaiono nuove funzioni o modifiche.


    Quote Originariamente inviata da Dwarf Visualizza il messaggio
    Ieri il sito di TIM è stato offline per un paio di ore.
    Anche il sito delle Poste spesso è down ma in questo caso a causa di un grande traffico di utenza.

    Quindi anche aziende grandi possono avere questi problemi?

    Boh

  5. #5
    Moderatore di Windows e software L'avatar di URANIO
    Registrato dal
    Dec 1999
    residenza
    Casalpusterlengo (LO)
    Messaggi
    1,138
    Quote Originariamente inviata da macrunner Visualizza il messaggio
    Qesto però non spiega come sia possibile che siti come per esempio Amazon non sono mai stati offline a causa di aggiornamenti o modifiche alla struttura. Almeno che io sappia Amazon è smpre online eppure dalla sera alla mattina appaiono nuove funzioni o modifiche.

    Anche il sito delle Poste spesso è down ma in questo caso a causa di un grande traffico di utenza.

    Quindi anche aziende grandi possono avere questi problemi?

    Boh
    Dipende dall'architettura del sito/applicazione.

    Banalmente (per semplificarla tantissimo) la prima chiamata arriva ad un server che smista a ad altri server dove c'è il sito.
    Quando fai un aggiornamento lo fai sui server uno alla volta e lo "smistatore" ti reindirizza solo su quelli attivi.

    Calcola poi che i "server" in relatà sono macchine virtuali o container e quindi si possono spostare da un server ad un altro abbastanza velocemente.

  6. #6
    Quote Originariamente inviata da URANIO Visualizza il messaggio
    Dipende dall'architettura del sito/applicazione.

    Banalmente (per semplificarla tantissimo) la prima chiamata arriva ad un server che smista a ad altri server dove c'è il sito.
    Quando fai un aggiornamento lo fai sui server uno alla volta e lo "smistatore" ti reindirizza solo su quelli attivi.

    Calcola poi che i "server" in relatà sono macchine virtuali o container e quindi si possono spostare da un server ad un altro abbastanza velocemente.

    Forse ho capito un po' di più... queste aziende hanno diversi server che non sono fisici ma sono virtuali e appunto per questo possono essere associati a un nome dominio con estrema velocità, in questo modo nel caso di un grande aggiornamento i tecnici non lavorano e fanno i test sul server in produzione ma su quello virtuale o viceversa.
    Se ho capito giusto ed è più o meno così si devono avere grandi risorse economiche

  7. #7
    Moderatore di Windows e software L'avatar di URANIO
    Registrato dal
    Dec 1999
    residenza
    Casalpusterlengo (LO)
    Messaggi
    1,138
    Quote Originariamente inviata da macrunner Visualizza il messaggio
    Forse ho capito un po' di più... queste aziende hanno diversi server che non sono fisici ma sono virtuali e appunto per questo possono essere associati a un nome dominio con estrema velocità, in questo modo nel caso di un grande aggiornamento i tecnici non lavorano e fanno i test sul server in produzione ma su quello virtuale o viceversa.
    Se ho capito giusto ed è più o meno così si devono avere grandi risorse economiche
    Ni.
    Mettimao che tu richiami la pagina http://pippo/index.html
    Il tuo browser recupera l'idirizzo ip e gli manda la richiesta per il file index.html

    La richiesta arriva ad un "applicazione" che decide se girare la richiesta al server A o al server B (server o macchine virtuali poco importa)
    Loro rispondo all'applicazione che rigira il risultato a te.
    A o B lo decide l'applicazione in base a suoi algoritmi interni, nulla ti vieta di mettere offline A per lavorarci e il bilanciatore girerà tutte le richieste solo a B.

  8. #8
    Quote Originariamente inviata da URANIO Visualizza il messaggio
    Ni.
    Mettimao che tu richiami la pagina http://pippo/index.html
    Il tuo browser recupera l'idirizzo ip e gli manda la richiesta per il file index.html

    La richiesta arriva ad un "applicazione" che decide se girare la richiesta al server A o al server B (server o macchine virtuali poco importa)
    Loro rispondo all'applicazione che rigira il risultato a te.
    A o B lo decide l'applicazione in base a suoi algoritmi interni, nulla ti vieta di mettere offline A per lavorarci e il bilanciatore girerà tutte le richieste solo a B.
    Ok grazie per la spiegazione. Quello che ho capito bene è che si tratta di procedure che possono permettersi o devono implementare aziende che non possono stare mai offline, Dropbox a esempio.

  9. #9
    Quote Originariamente inviata da macrunner Visualizza il messaggio
    Ok grazie per la spiegazione. Quello che ho capito bene è che si tratta di procedure che possono permettersi o devono implementare aziende che non possono stare mai offline, Dropbox a esempio.
    esatto, per non essere offline devi fare in modo di non essere offline

  10. #10
    Moderatore di Windows e software L'avatar di URANIO
    Registrato dal
    Dec 1999
    residenza
    Casalpusterlengo (LO)
    Messaggi
    1,138
    Quote Originariamente inviata da macrunner Visualizza il messaggio
    Ok grazie per la spiegazione. Quello che ho capito bene è che si tratta di procedure che possono permettersi o devono implementare aziende che non possono stare mai offline, Dropbox a esempio.
    Be chiaro, per alcune aziende un offline di qualche ora significa una perdita di parecchi soldi.
    Alla fine non è una cosa proibitiva come costi, chiaro che poi per google o amazon si parla di una cappella sistina, ma per realtà minori è poca roba.
    Azure ad esempio ti aiuta a gestire tutte queste problematiche nativamente (al dovuto prezzo)

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2021 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.