Visualizzazione dei risultati da 1 a 4 su 4

Discussione: Pila ISO/OSI

  1. #1
    Utente di HTML.it L'avatar di U235
    Registrato dal
    Mar 2006
    Messaggi
    1,521

    Pila ISO/OSI

    Parlando con un professore di informatica e telecomunicazioni riguardo localhost; loopback; 127.0.0.0 (0); nel definire tutti la stessa cosa, afferma anche che stiamo parlando del livello 7 della pila ISO/OSI.

    Siete d'accordo? Cosa rispondereste?

  2. #2
    Utente di HTML.it L'avatar di vnt54
    Registrato dal
    Mar 2009
    Messaggi
    496
    Corretto,in quanto il livello 7 è il primo in ordine discendente in quanto è l'applicazione in locale che va in esecuzione per poi discendere.
    Sono stato nella terra della paura e dei vampiri...in transilvania?NO!..in Banca!

  3. #3
    Utente di HTML.it L'avatar di U235
    Registrato dal
    Mar 2006
    Messaggi
    1,521
    Quote Originariamente inviata da vnt54 Visualizza il messaggio
    Corretto,in quanto il livello 7 è il primo in ordine discendente in quanto è l'applicazione in locale che va in esecuzione per poi discendere.
    Quindi, mi sembra di capire dalle tue parole, che siccome l'eventuale applicazione gira in locale la parte che riguarda concettualmente la rete (livello 3) non c'è più (idem ovviamente per il 2 e 1 che comprendo meglio eventualmente), quindi un ip sta a livello 7. Do per scontato che poi volessi intendere che comunque i livelli 6 e 5 sarebbero coinvolti lo stesso. Corretto?

    Leggendo la definizione dell'acronimo "ISO/OSI", esso sta per:

    "ISO": Organizzazione Internazionale per la Standardizzazione (International Organization for Standardization), un'organizzazione internazionale che sviluppa standard in varie industrie, tra cui l'informatica e le telecomunicazioni.

    "OSI": Interconnessione di sistemi aperti (Open Systems Interconnection), che si riferisce al modello di riferimento sviluppato dall'ISO per descrivere come i sistemi informatici devono comunicare tra loro attraverso le reti.

    Escludendo la rete e la comunicazione esterna, ha ancora senso parlare di pila ISO/OSI?

    Ma immaginiamo che abbia senso, continuando a parlare a livello concettuale, quindi forzando la pila ISO/OSI a contesti locali, immaginiamo la comunicazione di una richiesta tramite browser, diciamo che richiedi una pagina ad un ip 127.0.0.11, questa deve essere comunque instradato da qualche parte, insomma si deve fare una distinzione tra un posto (ip) o l'altro, tra l'altro io potrei avere diversi ip nella stessa macchina, quindi anche a livello locale dovrò fare una scelta e inviare (o "passare i dati") da qualche parte... se non altro perché come ho digitato un ip interno potrei averne digitato uno esterno, quindi questa non dovrebbe essere comunque un operazione di "instradamento" o "scelta del canale" (quindi livello 3 o a limite 4) forzando un po un concetto che non si può applicare senza comunicazione in rete?

    Poi chiaramente comprendo anche la semplificazione, e dire buttiamo tutto nel livello 7 escludendo la rete (e quindi anche i livelli più bassi) in un concetto che nasce per le comunicazioni di rete, riducendola ad una mezza pila iso/osi...


    Note:

    1) non 0 come ultimo numero, e se uso localhost, essendo un alias potrei addirittura farlo puntare ad un ip arbitrario, magari rientrando nell'ambito di rete.
    Ultima modifica di U235; 22-10-2023 a 04:17

  4. #4
    Utente di HTML.it L'avatar di U235
    Registrato dal
    Mar 2006
    Messaggi
    1,521
    (problema visibilità post)

  5. #5
    Utente di HTML.it L'avatar di vnt54
    Registrato dal
    Mar 2009
    Messaggi
    496
    ti rispondo brevemente senza entrare nei dettagli in quanto la pila isa/osi riguarda in particolar modo le connessioni WAN....
    Per semplificare, la comunicazione dei dati avviene attraverso una data porta,tu puoi avere diversi ip ma la comunicazione vera e propria la si distingue attraverso la richiesta/invio porta...
    indirizzo ip 192.168.xxx.xxx:12100(porta) richiede dati per esempio, e dall'altra parte inviera i dati alla porta 12100 che corrisponde all'indirizo 192.168.xxx.xxx
    Spero di essere stato abbastanza chiaro.
    Sono stato nella terra della paura e dei vampiri...in transilvania?NO!..in Banca!

  6. #6
    Utente di HTML.it L'avatar di U235
    Registrato dal
    Mar 2006
    Messaggi
    1,521
    Quote Originariamente inviata da vnt54 Visualizza il messaggio
    ti rispondo brevemente senza entrare nei dettagli in quanto la pila isa/osi riguarda in particolar modo le connessioni WAN....
    Per semplificare, la comunicazione dei dati avviene attraverso una data porta,tu puoi avere diversi ip ma la comunicazione vera e propria la si distingue attraverso la richiesta/invio porta...
    indirizzo ip 192.168.xxx.xxx:12100(porta) richiede dati per esempio, e dall'altra parte inviera i dati alla porta 12100 che corrisponde all'indirizo 192.168.xxx.xxx
    Spero di essere stato abbastanza chiaro.

    Direi di no , non che non sia stato chiaro, ma non sono sicuro sia attinente alla discussione sulla pila ISO/OSI...
    Stiamo parlando proprio di dettagli, ma concettuali... La pila ISO/OSI si applica a qualsiasi interconnessione fra sistemi, a prescindere che siano LAN; MAN; WAN. Direi che la porta la possiamo collocare nel livello 4 (trasporto), non al livello 7.
    Il discorso è: se non trattiamo più una connessione tra sistemi, perché i due "end system" coincidono sulla stessa macchina, ha senso parlare di OSI? Diciamo che prima dovremmo rispondere a questa domanda, dopo, nel caso affermativo, possiamo discutere in quale livello collocare un indirizzo IP (per me livello 3, rete) e la sua porta (per me livello 4), infine dovremmo chiederci se stravolgere tutta la pila sulla base della differenza tra un indirizzo IP o l'altro (che è il succo del problema, ovvero 127.0.0.1, quindi loopback, VS es:192.168.1.xxx, ovvero host sulla rete).

    Partiamo dalla prima: Ha senso parlare di ISO/OSI su una connessione locale? Io la mia risposta l'ho già data, ma sono pronto ad accogliere eventuali motivazioni riguardo una risposta affermativa.


    Aggiornamento:
    Come me, anche un professore di "Sistemi E Reti" afferma che un IP si colloca sempre e comunque al livello 3, a prescindere se sia locale o remoto. Sottolineando che non si tratta di livello 7.
    Se magari interessa i titoli dei professori in questione sono: per il primo laurea in Elettronica; il secondo in Fisica.
    Ultima modifica di U235; 26-10-2023 a 16:46

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2024 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.