Pagina 1 di 5 1 2 3 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 46
  1. #1

    E'finita la scuola.Peccato.

    Eh si...peccato.
    Almeno fino a settembre (sperando che mi confermino a lavoro) non vedrò più le gentil donzelle che vanno a scuola in minigonna. (visto stamattina).
    Il titolo del thread, comunque, è a doppio senso: quando andavate voi a scuola (io ci andavo fino a 12 mesi fa) c'era più osservanza delle regole non scritte che dicevano di andare vestiti con abbigliamenti consoni all'ambiente che si frequentava oppure c'era gente vestita con infradito e boxer/minigonna anche da voi??
    Sarà che ho frequentato un industriale informatico (scuola prettamente maschile), ma di truiun in giro per la mia scuola non ne ho visti....


    p.s.:stamattina ho letto sul giornale che dopo che alcuni presidi hanno vietato le magliette scoperte, anche i preti faranno la stessa cosa al messaggio: "Dio conosce il tuo ombelico da quando sei nato..."

  2. #2
    hummm... no, tutto sommato anche tra metallari e punk si teneva sempre un certo rispetto alla decenza

  3. #3
    Utente bannato
    Registrato dal
    Feb 2004
    Messaggi
    38
    finite le scuole? ahh meno male si respira un po, ci sarà sicuramente meno traffico!

    per rispondere alla domanda: non c'erano regole scritte, ma comunque si evitava di esagerare nell'abbigliamento..tieni conto che sono del 71, non c'erano ombelichi al vento o minigonne osèe..

    i preti farebbero bene a capire che le donzelle non mostrano l'ombelico solo a dio..

  4. #4
    io alle superiori ricordo magliettine aderenti e qualche minigonna interessante...
    EX Mentecatto - succube della Honda
    Le mie foto|HONDA CLUB ITALIA!|DARTH LEGNANZ!

  5. #5
    Utente di HTML.it L'avatar di --LO--
    Registrato dal
    Dec 1999
    residenza
    San Michele All'Adige
    Messaggi
    289
    oddio, m'hai fatto ritornare in mente come s'è presentato il prof di Elettronica (o era telecomunicazioni?! :master: ) all'esame : Per carità, la camicia fantasia e i pantaloncini andavano anche bene...solo che era uno stecco pauroso, faceva un pò impressione!

    comunque mi sembra che i ragazzi un pò di decenza ancora la tenevano ( anche perchè dopo che tutta la scuola faceva pesanti apprezzamenti sulla minigonna che la fighetta di turno portava...chissà perchè questa poi questa ritornava a indossare solo jeans o pantaloni )

  6. #6
    Quando andavo a scuola io, si usavano i bermuda e la marinaretta per i fanciulli e la gonna alla caviglia, cuffia e parasole per le donzelle.
    «Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, la pietra che ha cambiato posto.»

  7. #7
    Utente bannato
    Registrato dal
    Feb 2004
    Messaggi
    38
    Originariamente inviato da carlos primero
    Quando andavo a scuola io, si usavano i bermuda e la marinaretta per i fanciulli e la gonna alla caviglia, cuffia e parasole per le donzelle.
    e venivano a scuola in carrozza

  8. #8
    Utente di HTML.it L'avatar di Angioletto
    Registrato dal
    Jan 2004
    Messaggi
    1,376
    non c'era l'assurda mania dei pantaloni a vita bassa..
    Per liquidare un popolo si comincia con il privarli della memoria.Si distruggono i loro libri, la loro cultura, la loro storia. E qualcun’ altro scrive loro altri libri, li fornisce di un’altra cultura, inventa per loro un’altra storia. (Milan Kundera)

  9. #9
    Dico solo che dalla finestra della mia aula si vedeva il mare e che la scuola dista una cinquantina di metri dalla spiaggia.
    Tutto il resto ve lo lascio immaginare....

    Comunque anche all'università, qui a Milano, non mi posso lamentare...

  10. #10
    Originariamente inviato da leon4rdo
    e venivano a scuola in carrozza
    chi poteva sì; altrimenti a piedi, anche attraversando chilometri di campi, con la neve e con la pioggia e con il solleone.

    Eh, che ricordi.
    «Bisogna vedere quel che non si è visto, vedere di nuovo quel che si è già visto, vedere in primavera quel che si è visto in estate, vedere di giorno quel che si è visto di notte, con il sole dove la prima volta pioveva, la pietra che ha cambiato posto.»

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
Powered by vBulletin® Version 4.2.1
Copyright © 2020 vBulletin Solutions, Inc. All rights reserved.