PDA

Visualizza la versione completa : Batosta Irpef ad un povero grafico


l'evangelista
07-07-2006, 09:15
Ciao,
ieri sera al solito bar del paese ho conosciuto un ragazzo che si occupa piu che altro di grafica e che l'anno scorso ha aperto p.iva e si è iscritto alla camera di commercio.

Il primo anno ha fatturato poco, sia perchè legato ancora (in nero) alla sua precedente azienda, sia perchè era agli inizi e stava cercando nuovi clienti.

In sostanza: circa 13mila euro+ iva di fatture emesse, e visto che si è comprato il portatile ed un paio di software, 3mila+iva euro di fatture ricevute..

Il commercialista gli ha presentato l'unico con 1500 euro di Irpef :oVVoVe:

Ma non esiste una soglia minima sotto la quale l'irpef non va pagata o va pagata solo per la parte eccedente? Vista la cifra sembra che gli abbiano tassato dal primo all'ultimo centesimo di euro..

E' in arrivo anche il mio di unico e a sto punto ho leggermente paura :stordita: :fagiano: :dhò:

seifer is back
07-07-2006, 09:16
non aveva mai pagato acconti. il prossimo anno dovrebbe andar meglio.

caimano73
07-07-2006, 09:24
Originariamente inviato da l'evangelista
Il primo anno ha fatturato poco, sia perchè legato ancora (in nero) alla sua precedente azienda, sia perchè era agli inizi e stava cercando nuovi clienti.

In sostanza: circa 13mila euro+ iva di fatture emesse, e visto che si è comprato il portatile ed un paio di software, 3mila+iva euro di fatture ricevute..

Il commercialista gli ha presentato l'unico con 1500 euro di Irpef :oVVoVe:

Ma non esiste una soglia minima sotto la quale l'irpef non va pagata o va pagata solo per la parte eccedente? Vista la cifra sembra che gli abbiano tassato dal primo all'ultimo centesimo di euro..




i 1500 comprendono non solo il pagamento per il 2005 ma anche l'acconto per il 2006.
Insomma alla fine su 13.000 più una quantita indefinita guadagnata in nero paga meno del 10% di irpef, ed ha anche il coraggio di lamentarsi.
Io tutti i mesi tra inps ed irpef pago quasi 700 euro (tassati alla fonte: lavoro dipendente), che in un anno fanno quasi 8500 euro.

BubuKing
07-07-2006, 09:27
oltre 11mila euro di tasse, quest'anno.
4mila solo di IVA.

Buongiorno, mondo.

l'evangelista
07-07-2006, 09:33
Originariamente inviato da seifer is back
non aveva mai pagato acconti. il prossimo anno dovrebbe andar meglio. ah ok :)

Ikona
07-07-2006, 12:02
beh, si parla tanto di aiuti alle giovani imprese... ecco invece di ditribuire soldi a pioggia con i vari obbiettivi 2 obiettivi 1 leggi 29 et similia, soldi che poi alla fine prendono sempre i soliti più bravi a fare le domande e che pagano contanti 2500 euro un consulente, una bella cosa sarebbe limitare le tasse alle aziende con meno di tre anni, almeno fino al valore dell'investimento sostenuto.

Alla fine i simpatici ragazzi della Agenzia delle Entrate ci guadagnerebbero.

Mi ricordo il primo anno di attività, pagammo una cifra impressionante di tasse, anche per colpa dl commercialista, al punto che ci domandammo se aveva senso continuare, difatti, se uno un anno ha guadagnato 10.000 euro, sta già di per se alla miseria più nera, tu gliene togli 1.500 e praticamente lo rovini.

Abbiamo continuato perchè comunque non avevamo famiglie da campare e ci bastava tirarci su i soldi per la benzina e le sigarette, ma se avessi avuto un figlio ed una moglie allora avrei lasciato perdere subito, ora siamo degli ottimi clienti di quei simpatici ragazzi della agenzia delle Entrate, abbiamo 2 dipendenti a tempo indeterminato e 1 a partita iva che praticamente lavora solo per noi. Facciamo guadagnare ai nostri fornitori principali (che poi sono 4) un totale di 150.000 euro in un anno, paghiamo tutti i mesi un bell'affitto, insomma abbiamo creato ricchezza e lavoro, cosa che se avessimo lasciato perdere non avremmo fatto, ci abbiamo guadagnato noi, le persone che lavorano per noi, i nostri fornitori e (forse più di tutti) i ragazzi dell'agenzia delle entrate.

Quindi credo che quei simpatici ragazzi della agenzia delle entrate farebbero bene a ragionare più in termini di investimento sul futuro delle aziende.

BubuKing
07-07-2006, 12:07
Ikò, quanto hai ragione.
Il primo anno ho fatturato da luglio, e ho fatturato meno di 10mila euro.
Non ho scaricato molto perché non avevo grandi spese, visto che la macchina sono riuscito a prenderla in leasing a DICEMBRE (le banche si fidano dei giovani imprenditori, eh?). Praticamente da Luglio a dicembre andai in giro a fare assistenze e consulenze a PIEDI e in autobus. Se ci ripenso mi pare di essere uno dei personaggi del libro Cuore. Il povero tennico che con le scarpette sgarrupate va in giro per la città a sistemare i piccì della gente ricca... :incupito:
Beh, di quei quasidiecimila euro, ho pagato quasiquattromila di tasse globali. Le ho pagate in ritardo, perché non avevo i soldi. Un'umiliazione che ti fa pensare: mollo tutto e faffanculo.

miki.
07-07-2006, 12:15
il primo anno di lavoro, guadagnato al netto sui 12.000 euro (notare al netto, già stati tassati), siccome questi 12.000 euro erano la somma di 2 diverse entrate, ho dovuto pagarci sopra 400 euro. E poi uno si incazza :bhò:

Loading