PDA

Visualizza la versione completa : Velox e verbali: un pensiero


nikoèstancoehasonno
08-08-2006, 16:57
L'altro giorno mi sono messo a pensare al periodo in cui arrivavano le multe con l'autovelox in cui c'era scritto che la pattuglia che avrebbe dovuto fermare il guidatore multato era già impegnata a contestare altra infrazione, e non aveva potuto effettuare la contestazione immediata.
Ora, tutti sanno che in molti casi la pattuglia non c'era nemmeno.
C'era solo quella che fotografava.
Oggi hanno fatto tratti in cui è autorizzata la non contestazione immediata, e ci bastonano lì.
Adesso non voglio entrare nel discorso "è giusto multare con i velox?" perchè è vero che è immorale piazzarsi in certi punti solo per fare cassa ma è anche vero che certa gente che viaggia forte è un pericolo e va punita. Non se ne esce.
E non mi interessa nemmeno parlare della giustezza o meno dei limiti di velocità.

Mi stupisce solo che tutti abbiamo pagato sulla base di atti giudiziari dove, alla fin fine, veniva dichiarato il falso (la presenza della pattuglia deputata alla contestazione immediata).

Cioè, mi pare che io pago comunque il velox sulla base di quel verbale "fantasioso", mentre se sono io a fare un "errore" del genere (dichiarazione dei redditi, autocertificazione, qualsiasi cosa) e vengo sgamato ne pago salate conseguenze.

E' giusto tutto ciò?
C'è qualcosa che mi sfugge?

max.z
08-08-2006, 17:05
Lasciatemi perdere che a me mi sono appena sfuggiti 300 e rotti euro per un limite a 60 su una statale.

Conosco un posto dove c'è 50 kmh su un rettilineo bellissimo, poi finisce il territorio comunale, si entra in gestione ANAS, curvone esagerato a sinistra, a 80 kmh, chè tanto lì non gliene frega più a nessuno.

A proposito, se vedete uno che ha deciso di rispettare i limiti, che correre (correre, poi...) è diventato roba da ricchi, abbiate pietà, non insultatelo, prima o poi vi farà passare e potrete involarvi verso il prossimo autovelox.

Lo so che i limiti di velocità in Italia non se l'è mai filati nessuno, ma io non me lo posso più permettere.

nikoèstancoehasonno
08-08-2006, 17:09
Originariamente inviato da max.z
Lasciatemi perdere che a me mi sono appena sfuggiti 300 e rotti euro per un limite a 60 su una statale.

Conosco un posto dove c'è 50 kmh su un rettilineo bellissimo, poi finisce il territorio comunale, si entra in gestione ANAS, curvone esagerato a sinistra, a 80 kmh, chè tanto lì non gliene frega più a nessuno.

A proposito, se vedete uno che ha deciso di rispettare i limiti, che correre (correre, poi...) è diventato roba da ricchi, abbiate pietà, non insultatelo, prima o poi vi farà passare e potrete involarvi verso il prossimo autovelox.

Lo so che i limiti di velocità in Italia non se l'è mai filati nessuno, ma io non me lo posso più permettere.

Non voglio essere brutale, ma la questione non era questa.
Comunque anch'io rispetto i limiti.
Li rispetto e sono come Rambo: tutti mi insultano, mi sfanalano, mi si attaccano al culo, mi suonano. Ma io resto a limite, con l'espressione truce, la canottiera mimetica sudata e stracciata e la fascia in testa. Rambo. Niente velox, per me. Non me li posso permettere neanch'io.
Ma la questione, perdonami, non era questa.

ilgiovo
08-08-2006, 17:12
forse ti sfugge che il coltello dalla parte del manico ce l'ha la polizia e non tu

max.z
08-08-2006, 17:13
Originariamente inviato da nikoèstancoehasonno
Ma la questione, perdonami, non era questa.

lo avevo capito perfettamente, mi sono un attimo accomodato nel tuo thread per uno sfogo estemporaneo

chiedo perdono per l'invasione

wsim
08-08-2006, 17:15
Ricordo che qualche pretore annullò le contravvenzioni proprio perchè era stato rilevato il vizio di cui parli...

nikoèstancoehasonno
08-08-2006, 17:17
Originariamente inviato da max.z
lo avevo capito perfettamente, mi sono un attimo accomodato nel tuo thread per uno sfogo estemporaneo

chiedo perdono per l'invasione

No no, mi ha fatto piacere leggere il tuo sfogo ed ho avuto l'occasione per "sfogarmi" anch'io.
La questione dei limiti è annosa, lo so.

nikoèstancoehasonno
08-08-2006, 17:23
Originariamente inviato da wsim
Ricordo che qualche pretore annullò le contravvenzioni proprio perchè era stato rilevato il vizio di cui parli...


La domanda che mi faccio, alla fine, è questa:

c'è un agente di polizia che scrive consapevolmente il falso su un verbale?

Io questa cosa la vedrei sconvolgente, da mani nei capelli.

max.z
08-08-2006, 17:25
Il problema che poni comunque è reale e, detto proprio in 5 minuti che poi devo staccare, secondo me ha a che fare con la concezione che si ha noi in Italia dello Stato.

Lo Stato non è la nostra comunità, ma sono gli altri, quindi, quando possiamo, facciamo i furbi e ce ne fottiamo.
Lo Stato, in cui lavora gente con la medesima mentalità, ci risponde per le rime, e fa uguale.
Lo Stato è quello che ti chiede le tasse, che un secolo fa portava via i figli per mandarli nelle guerre dei Signori, ma guai a chiedergli qualcosa, allo Stato.

Tutt'al più chiedi un favore, anche se è un tuo diritto.
Vuoi mettere la soddisfazione di averlo tolto ad un altro?

Ecco perchè, in breve, secondo me questo Paese non sarà mai un paese civile.

Magari ne riparliamo domani.

Vado (a 50).

gioggio
08-08-2006, 17:49
Originariamente inviato da nikoèstancoehasonno
E' giusto tutto ciò?
C'è qualcosa che mi sfugge?

no, non è giusto...
ti sfugge che quelli che fanno 'ste cose sono i vigili urbani nella loro versione di esattori di gabelle (di questo si tratta in fondo)...

per rincarare la dose, giù da me si era costituita una società che offriva il noleggio "chiavi in mano" dei velox ai comuni in cambio di una percentuale sulle multe realizzate (non vorrei dir cazzate ma mi sembra il 50%)... ovviamente era una cosa assolutamente illegale... altrettanto ovviamente per un buon periodo ha avuto un successo clamoroso...

volendo far rispettare i limiti i sistemi ci sono (semafori intelligenti che diventano rossi se superi il limite e se passi con il rosso ti fotografano) ma hanno il difetto di far crollare il gettito delle contravvenzioni...

Loading