PDA

Visualizza la versione completa : Diventare rivenditore voip


XWolverineX
13-08-2006, 10:56
Mettiamo caso voleissi diventare rivenditore come wooow.
Che attrezzxature e software ci vogliono?

Fool
13-08-2006, 20:20
Ti serve un contratto da rivenditore con Eutelia e i sistemi informatici di gestione/fatturazione, la piattaforma voip è gestita interamente da eutelia

XWolverineX
13-08-2006, 21:54
Originariamente inviato da Fool
Ti serve un contratto da rivenditore con Eutelia e i sistemi informatici di gestione/fatturazione, la piattaforma voip è gestita interamente da eutelia


e se volessi fare proprio tutto in proprio? Server, programmi e altro?

Fool
14-08-2006, 11:14
Senza eutelia?

Autorizzazione ministeriale, archi di numerazione, centrali telefoniche "vere", routing estero.... insomma, impensabile fare tutto da soli

Gianrico
14-08-2006, 13:19
Originariamente inviato da Fool
Senza eutelia?

Autorizzazione ministeriale, archi di numerazione, centrali telefoniche "vere", routing estero.... insomma, impensabile fare tutto da soli

Fool,
molto spesso su questo forum si sconsigliano operazione del genere ed anche hosting ed housing.

Ma che ne sapete chi scrive dall'altro lato ?? Potrebbe essere un imprenditore , un manager di una azienda gia costituita o da costituire, ecc...

Mica Telecom, Eutelia, e compani sono extraterrestri.

Si deve pur partire !

Fool
14-08-2006, 14:20
Originariamente inviato da Gianrico
Fool,
molto spesso su questo forum si sconsigliano operazione del genere ed anche hosting ed housing.

Ma che ne sapete chi scrive dall'altro lato ?? Potrebbe essere un imprenditore , un manager di una azienda gia costituita o da costituire, ecc...

Mica Telecom, Eutelia, e compani sono extraterrestri.

Si deve pur partire !

Ovviamente, ma se fosse un imprenditore con i fondi per una operazione del genere dovrebbe assumere ingegneri/tecnici con gli attributi per mettere su una cosa seria.

Telecom è una cosa a sè stante, ma Eutelia ha piu di 500 dipendenti, dorsali, account MiX e fibra propria, oltre a chissaquanti tecnici. Se vuoi fornire un servizio serio devi avere server e banda ultra garantiti, ed una licenza PATS che costa una cifra esagerata.

Tu hai idea della struttura che serve per dare un servizio voip senza appoggiarsi a nessuno?
Devi avere accordi di peering con altri operatori, centrali teefoniche tue, etc... insomma, se sei intenzionato a partire con un progetto cosi grande non avrai problemi as assumere consulenti che ti possiano aiutare nell'impresa, perchè sicuramente serve gente con una ottima esperienza e il forum di sicuro non ti puo aiutare :)

Tendiamo a sconsigliare perchè di solito gli utenti del forum sono newbye o poweruser.... difficilmente grandi imprenditori...e se lo fossero e avessero bisogno di una consulenza seria penso che si rivolgerebbero ad un consulente, visto che stiamo parlando di cifre che superano un paio di miliardi di vecchie lire...

Nonostante tutto questo è sempre molto bello conoscere come funzionano le cose e scambiarsi pareri e il forum dal resto serve a questo... ma bisogna restare con i piedi perterra...anche a me piacerebbe farmi una webfarm in casa :)

Concludendo nel limite delle mie conoscenze posso tentare di rispondere ai tuoi quesiti, ma il mio parere in merito alla costruzione ex-novo di un provider voip con numeri geografici te l'ho gia dato :)

Ciao!

Reiser DarkSide
16-09-2006, 18:08
Sono anche io interessato a questo argomento.

In particolare non ci trovo nulla di difficile, tecnicamente, mentre per la parte burocratica vorrei avere più informazioni.

Supponiamo ad esempio, che grazie al decreto landolfi io possa fornire connettività internet tramite wireless al pubblico (e fin qui so già tutto in merito).

Il rivendere telefonia si limiterebbe ad offrire un servizio VOIP basato su un centralino asterisk che effettua chiamate basandosi sul last cost routing (ovvero caricando la telefonata sull'operatore voip più conveniente in base alla destinazione) questo fa sì che io paghi i vari operatori voip, magari con tanti piccoli pacchetti prepagati.

Offrendo questo servizio l'usufruitore della telefonia pagherebbe me, ed io pagherei i vari operatori su cui mi appoggio.

Per lo stato io quindi cosa sono? Un provider di telefonia suppongo.

A cosa sono soggetto? ovviemtne devo mandare la richiesta di autorizzazione al ministero delle comunicazioni, ma a quali altre cose sarei soggetto? (log vari, certificazioni etc)

Qualcuno potrebbe darmi qualche informazione in più in merito?

Fool
17-09-2006, 18:11
Si ma occhio che tu non puoi acquistare 10 euro su voipstunt e rivendere il servizio guadagnandoci, e non basta un centralino asterisk... devi prendere accordi con altri operatori proporzionali al tuo traffico, ed acquistare la licenza dal ministero

Reiser DarkSide
18-09-2006, 15:28
Non posso rivendere un servizio basato su provider esistenti? E perchè mai? Tutti i provider (soprattutto quelli piccoli) ad oggi fnno così.

La parte che mi interessa è proprio quella burocratica. Di che licenza avrei bisogno? Quali sono le modalità per creare tale business? A quali obblighi sarei soggetto (es. mantenere log, registrarsi al ROC, etc..)?

Fool
18-09-2006, 15:38
Mi spiego: tu non puoi farti la flat di Voipstunt (cosi come tutti gli altri consumer) e poi rivendere il traffico, devi prendere accordi ben precisi dichiarando di rivendere il servizio...

In italia esistono due tipi di licenze: la PATS (Public Avable Telephone Service) che consite in una licenza con archi di numerazioni e interconnessioni proprie, esattamente come fa Telecom, Eutelia, etc... con questa hai numerosi obblighi (numerazioni di emergenza, etc...) e ha un costo altissimo

Altrimenti esiste la ECS (Electronic Communications Services) che pero' non è ancora stata definita bene dal ministero, con questa licenza puoi assegnare numeri nomadici 55 e costa molto meno e ha meno obblighi, pero' devi fare richiesta al ministero

ciao

Loading