PDA

Visualizza la versione completa : "Allargare" linux


Gionnico
26-08-2006, 20:25
Ho installato linux in una partizione che si è rivelata troppo piccola.
Lo schema è semplice


/dev/hda1 swap swap
/dev/hda2 / ext3

Il resto dello spazio non è partizionato.
La partizione radice di linux si trova quindi in uno spazio contiguo a spazio da partizionare.

Mi chiedevo se fosse possibile ridimensionare la partizione, senza necessariamente dover formattare.


Nel caso non sia possibile, potrei ad esempio mettere la cartella /usr in una nuova partizione.
Sarebbe sufficiente fare un mv dell'attuale /usr nella nuova partizione ed inserire


/dev/hda3 /usr ext3 defaults 0 0

in /etc/fstab ?

In questo caso il contenuto della partizione /dev/hda3 , si deve trovare nella radice (non sò se mi sono spiegato)?

Per fare un montaggio automatico poi come faccio?

Grazie, ciao!

sacarde
26-08-2006, 21:21
gparted dovrebbe bastare



p.s.
per il montaggio automatico basta che in fstab lo metta

defaults

Gionnico
26-08-2006, 21:30
Vuoi dire per allargare senza problemi?

Dunque, allora mi servirebbe qualcosa da console (non ho - ancora - X).
gparted a quanto ho capito è con GUI..

sacarde
26-08-2006, 21:41
metti una live

tante hanno gparted incluso

cacao74
26-08-2006, 22:53
Originariamente inviato da Gionnico
gparted a quanto ho capito è con GUI..
togli la "g" ed usa "parted" da console.

ciao

mykol
26-08-2006, 23:00
Comunque penso che la partizione "allargata" vada formattata, o no ? Se è così, dovrai salvarti il contenuto della attuale "/" da qualche parte e poi dovrai ripristinarla (almeno, credo)

eddis
27-08-2006, 00:48
Esempio:
tu hai la directory /usr compresa nella partizione /dev/hda2, a sua volta contenuta in un disco con dello spazio libero non partizionato;
con cfdisk crei, nello spazio libero, una nuova partizione che si chiamerà /dev/hda3, se è primaria, /dev/hda5, se è logica;
con mkfs formatti la nuova partizione con il filesystem che vuoi tu;
monti la nuova /dev/hdx in un punto di mount temporaneo, al limite, creandolo, ad esempio, con mkdir /mnt/temp, o come ti pare, e poi mount /dev/hdax /mnt/xxxx;
copi tutto il contenuto di /usr nel punto di mount temporaneo (cp -a /usr/* /mnt/xxx);
modifichi /etc/fstab aggiungendo la riga: /dev/hdx /usr [tipodifilesystem] defaults 1 2;
rinomini /usr in /usr.bak (per precauzione, se fosse necessario un recupero);
crei la nuova /usr (mkdir /usr) dove andrà montata la nuova partizione;
riavii.
Se tutto è andato bene, fatti i dovuti controlli, puoi anche cancellare la vecchia /usr.bak, soprattutto per lo scopo primario, che era quello di recuperare spazio.
Ciao.

P.S. naturalmente le x devono essere sostituite con il giusto valore.

Gionnico
27-08-2006, 02:00
Originariamente inviato da eddis
Esempio:
tu hai la directory /usr compresa nella partizione /dev/hda2, a sua volta contenuta in un disco con dello spazio libero non partizionato;
con cfdisk crei, nello spazio libero, una nuova partizione che si chiamerà /dev/hda3, se è primaria, /dev/hda5, se è logica;
con mkfs formatti la nuova partizione con il filesystem che vuoi tu;
monti la nuova /dev/hdx in un punto di mount temporaneo, al limite, creandolo, ad esempio, con mkdir /mnt/temp, o come ti pare, e poi mount /dev/hdax /mnt/xxxx;
copi tutto il contenuto di /usr nel punto di mount temporaneo (cp -a /usr/* /mnt/xxx);
modifichi /etc/fstab aggiungendo la riga: /dev/hdx /usr [tipodifilesystem] defaults 1 2;
rinomini /usr in /usr.bak (per precauzione, se fosse necessario un recupero);
crei la nuova /usr (mkdir /usr) dove andrà montata la nuova partizione;
riavii.
Se tutto è andato bene, fatti i dovuti controlli, puoi anche cancellare la vecchia /usr.bak, soprattutto per lo scopo primario, che era quello di recuperare spazio.
Ciao.

P.S. naturalmente le x devono essere sostituite con il giusto valore.
Bel tutorial! :D
Unica nota: /etc/fstab meglio scriverlo prima di ri{,nominare,muovere}, o ti ritrovi senza vim.. :D (ho fatto con cat >> /etc/fstab << "EOF")
PS1: Non ho ancora capito da dove sbucano questi numeri: pensavo che 0 0 era per non fare il check, 1 1 per farlo. Ora esce fuori 1 2 ... :master:
PS2: mount ho fatto "rozzamente" come dicevi: la cartella /mnt/temp ... c'era un modo più fine per farlo? :stordita:

:ciauz:

PPS: Questo era il modo più semplice. Parted l'ho installato, ma (ovviamente) per funzionare deve essere smontato. Ho letto che si può installare in un boot-floppy, ma nel sito gnu hanno tolto il parted-static che serviva.. :bhò:

eddis
27-08-2006, 02:20
Infatti:


modifichi /etc/fstab aggiungendo la riga: /dev/hdx /usr [tipodifilesystem] defaults 1 2;
rinomini /usr in /usr.bak (per precauzione, se fosse necessario un recupero);
crei la nuova /usr (mkdir /usr) dove andrà montata la nuova partizione;

E, non a caso, anche "crei" è messo dopo "rinomini", proprio perchè è un comando che sta in /bin e non in /usr/bin, mentre, ovviamente "modifichi" è stato elencato prima di "rinomini".
Non so perchè tu lo abbia fatto dopo...
Per i numeri di cui parli ... ehm... penso che, a quest'ora, faccio prima così:

The fifth field, (fs_freq), is used for these filesystems by the
dump(8) command to determine which filesystems need to be dumped. If
the fifth field is not present, a value of zero is returned and dump
will assume that the filesystem does not need to be dumped.

The sixth field, (fs_passno), is used by the fsck(8) program to deter-
mine the order in which filesystem checks are done at reboot time. The
root filesystem should be specified with a fs_passno of 1, and other
filesystems should have a fs_passno of 2. Filesystems within a drive
will be checked sequentially, but filesystems on different drives will
be checked at the same time to utilize parallelism available in the
hardware. If the sixth field is not present or zero, a value of zero
is returned and fsck will assume that the filesystem does not need to
be checked.

(man fstab)

Per il mount, non credo che esista sistema migliore, a meno che /mnt/temp non ti sembri volgare (effettivamente fa schifo)
:D
La prossima volta usiamo /mnt/hd o /mnt/disk (sto scherzando).
Penso anche che il tutto sia molto pratico ed efficace e che non valga la pena di scomodare parted o gparted o qtparted per una cosa del genere.

A proposito di parted e compagnia, invece, ne approfitto per segnalare che l'ho appena usato per formattare al volo in fat 32 (vfat) una partizione che doveva essere condivisa in una macchina in dual-boot Slackware - Windows XP. Questo per dire che il tool, quando serve, è veramente utile e funziona bene.

Ciao.

Loading