PDA

Visualizza la versione completa : Landolfi a capo della vigilanza?


marlin
15-09-2006, 14:33
ma a cosa èservito il cambio dei dirigenti se poi ti mettono uno contro.

tanto vale restare con mimun.

prevedo tempi duri per santoro

jonnym78
15-09-2006, 14:50
:D oddio, ricomincia il circolo dei bigliettini coi nomi da raccomandare

jsmoran
15-09-2006, 15:49
Originariamente inviato da marlin
ma a cosa èservito il cambio dei dirigenti se poi ti mettono uno contro.

tanto vale restare con mimun.

prevedo tempi duri per santoro Non male, come mettere Totò Riina a capo dell'Antimafia. :D

marlin
15-09-2006, 16:17
Originariamente inviato da jsmoran
Non male, come mettere Totò Riina a capo dell'Antimafia. :D

Sono stati eletti vicepresidenti della commissione Giorgio Merlo (Dl) e Paolo Bonaiuti (Fi), rispettivamente con 16 e 14 voti; un voto è andato a Fabrizio Morri, 4 le schede bianche.


Poco dopo la votazione, il nuovo presidente ha diffuso un comunicato, spiegando che "La Commissione di Vigilanza non sarà un peso nè una zavorra. Ma agirà da pungolo, affinchè essa stessa non diventi un peso per i cittadini e gli utenti contribuenti".

Landolfi, rispondendo a una domanda dei giornalisti, ha anche espresso valutazioni positive sulle nuove nomine all'interno della Rai: ''Si tratta di eminenti professionisti, così come sono stati eminenti professionisti quelli che hanno lasciato l'incarico'', a cominciare dal 'direttore del Tg1 Mimum che "ha raggiunto alla guida del tg dell'ammiraglia Rai risultati assolutamente lusinghieri''.

jamesev
15-09-2006, 16:21
scusate ma prima non c'era Petruccioli? O sbaglio?

marlin
15-09-2006, 16:26
Dopo le due fiammate di ieri, i pompieri sono riusciti a spegnere il fuoco. Almeno per il momento. Quel fuoco «sacro» che arde tra i corridoi di viale Mazzini e che vorrebbe estirpare tanti direttori vicini al centrodestra. Per il momento l’unico bruciato rimane Mimun. L’ex direttore del Tg1 campione di share rifiuterà sicuramente RaiSport, mentre potrebbe optare per la direzione di Tribune e Servizi Parlamentari, l’altra opportunità che il dg Cappon gli ha concesso.

Clemente J. Mimun, ex direttore del Tg1Mimun, deluso per come sia stato trattato dopo tanti anni di milizia Rai (prima il Tg2 poi il Tg1) si era riservato di accettare quanto propostogli. Ma ieri Piersilvio Berlusconi ha fatto intendere che tra poco si potrebbe aprire una porta alla conduzione di Canale 5, in quanto Giovanni Modina potrebbe essere accontentato, visto che da tempo sta chiedendo di lasciare la direzione della rete ammiraglia del Biscione.

Al suo posto in pole position ci sarebbe proprio Mimun, per il quale in molti scommettono su un suo rientro a Cologno Monzese. La sfida è allettante, forse ancora di più di quella della direzione del Tg5, saldamente in mano a Rossella. L’alternativa a Mimun potrebbe essere Fabrizio Del Noce, ma contrariamente a quanto si è detto per mesi, il direttore di RaiUno potrebbe restare alla guida della rete ammiraglia Rai. E non solo fino a Natale.

Dalla convulsa mediazione pare che il centrodestra abbia strappato la conferma della poltrona di RaiUno, oltre ovviamente alle direzioni di RaiDue e Tg2. Mazza dovrebbe restare al Tg2, mentre per il leghista Marano potrebbe essere davvero difficile conservare la poltrona. A uscire sconfitto da questo accordo potrebbe essere Paolo Ruffini, direttore di RaiTre, professionista esemplare che vanta un curriculum ricco di successi (in tv e alla radio, nonché come giornalista). Per lui sembrava fatta alla direzione di RaiUno. La sua mancata promozione potrebbe far saltare dalla sedia Rutelli e la Margherita. Il vicepremier già deve consolare Barbara Palombelli per il forfait a Domenica in...

Tornando al centrodestra e a Mediaset va detto che a Cologno Monzese Del Noce potrebbe trovare poche simpatie. Non è facile piacere a tutti, da Piersilvio Berlusconi ad Andreani, da Crippa a re delle fiction Valsecchi. Per Mimun esiste un’altra opportunità: "All News" il canale di informazione 24 ore su 24 sul digitale terrestre di Mediaset. Una specie di Sky Tg24.

Chi si aspetta un riconoscimento dal centrodestra è Maurizio Belpietro, super impegnato con Giornale e L’antipatico. Non è da escludere un possibile giro di valzer tra lui, Mulè e Giordano. Per gli ultimi due si potrebbero aprire le porte della direzione di Studio Aperto e del Giornale. Chi resta un po’ fuori dai giochi sembra essere Anna La Rosa che potrebbe finire fuori dalle Telecamere.


dai che ce la togliamo dalle pelotas

Loading