PDA

Visualizza la versione completa : Lirica: modulato


longline
27-09-2006, 15:05
Non sono un grande esperto di tecnica, ma non capisco perchč alcuni cantanti fanno un modulato talmente esteso che sembrano belare come capre. Ma perchč questo schifo? Capisco che tecnicamente possa essere difficile... ma quando č troppo č orrendo! :dottō:

Room237
27-09-2006, 15:06
bč tu che sei anche romagnolo, non senti mai i cantanti di lissio? hanno un modulato che mi sembra un floyd rose su una ibanez...

Gren
27-09-2006, 15:08
Ma parlate del vibrato? :D

longline
27-09-2006, 15:09
Originariamente inviato da Room237
bč tu che sei anche romagnolo, non senti mai i cantanti di lissio? hanno un modulato che mi sembra un floyd rose su una ibanez...
1 - Bologna č in Emilia, non in Romagna :madai!?:
2 - Il liscio mi fa parecchio schifo :madai!?:
3 - Il modulato, quando č troppo, fa schifo anche nel Rock, nel Pop, ovunque :madai!?:

longline
27-09-2006, 15:10
Originariamente inviato da Gren
Ma parlate del vibrato? :D
Sė, giusto, il vibrato. :fagiano:
Capisco e mi piace quando ha un'ampiezza decente, ma quando invece di aaaaaaaa cantano auauauauauauauau, mi viene da fischiare tipo pastore :madai!?:

Room237
27-09-2006, 15:10
Originariamente inviato da longline
1 - Bologna č in Emilia, non in Romagna :madai!?:

non ho mai capito quali sono i capoluoghi della romagna e quali quelli dell'emilia...

FranŠesco
27-09-2006, 15:10
Originariamente inviato da Gren
Ma parlate del vibrato? :D

sė, penso che parlino del vibrato.
tra l'altro č un'attitudine che molti insegnanti di canto moderno cercano di "segare" anche perchč considerata "vecchia".

longline
27-09-2006, 15:13
Originariamente inviato da Room237
non ho mai capito quali sono i capoluoghi della romagna e quali quelli dell'emilia...
Seguendo i confini amministrativi...

Emilia:
Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara

Romagna:
Ravenna, Forlė/Cesena, Rimini

Poi ci sono alcuni "sconfinamenti" culturali, linguistici, ecc...

Gren
27-09-2006, 15:15
Il vibrato č tutto, ragāss, non scherziamo. Anche la scelta di non farlo impone una personalitā precisa a quello stai cantando o suonando.
Certo, esiste un vibrato indubbiamente vecchio: quello terzinato, che č tipico della sceneggiata napoletana, del liscio romagnolo e di alcune cose dei pooh. Provare per credere.
Ecco: possibilmente andrebbe fatto a tempo. :D
Sulla lirica non mi esprimo per mancanza di cultura specifica, ma posso supporre che, datosi il background, il problema che hai rilevato possa essere proprio quello appena espresso. :D

longline
27-09-2006, 15:26
Originariamente inviato da Gren
Il vibrato č tutto, ragāss, non scherziamo. Anche la scelta di non farlo impone una personalitā precisa a quello stai cantando o suonando.
Certo, esiste un vibrato indubbiamente vecchio: quello terzinato, che č tipico della sceneggiata napoletana, del liscio romagnolo e di alcune cose dei pooh. Provare per credere.
Ecco: possibilmente andrebbe fatto a tempo. :D
Sulla lirica non mi esprimo per mancanza di cultura specifica, ma posso supporre che, datosi il background, il problema che hai rilevato possa essere proprio quello appena espresso. :D Azz, andare a tempo sarebbe proprio il minimo dei minimi... :fagiano:
A me, se fatto bene, piace, č davvero pregevole. Ma ne facevo anche una questione d'ampiezza. Io penso che un violinista non si pemetterebbe di fare un vibrato agitando la mano sinistra di centimetri, il risultato risluterebbe osceno... anzi ora che ci penso, ne ho visti, e mi hanno veramente fatto schifo, come se non importasse loro dell'effetto finale ma dovessero ostentare pure capacitā tecniche...

L'unico vibrato che mi piace e mi fa morire dal ridere č quello dei vecchietti che fischiettano "Romagna Mia" mentre, con il cappello di paglia in testa, avanzano a ginocchia larghe in equilibrio precario sulla bici a velocitā prossime allo zero :D

Loading