PDA

Visualizza la versione completa : tempi reazione aeronautica italiana e USA


leon4rdo
05-10-2006, 11:34
stavo leggendo questo
http://www.repubblica.it/2006/10/sezioni/esteri/aereo-turchia/top-gun/top-gun.html
riguardo il dirottamento del 737 turco.

"Ecco il suo racconto: "Poco dopo le 17 è arrivato l'ordine di decollo immediato. In pochissimi minuti ero già in volo, da solo. Tutta l'intercettazione è stata effettuata in 'supersonico', cioè a una velocità variabile tra i 1.800-2.000 chilometri orari. Dopo 10-15 minuti ero sul punto"."

e mi vogliono far credere che negli USA, l'11/9, per più di un ora, non si sia alzato un aereo per "incompetenza"??


:rollo:

taddeus
05-10-2006, 11:37
Originariamente inviato da leon4rdo
...
e mi vogliono far credere che negli USA, l'11/9, per più di un ora, non si sia alzato un aereo per "incompetenza"??


:rollo:
lecito pensarlo, se non ricordo male la scusa era quella di una grossa esercitazione .

Druzya
05-10-2006, 11:40
Originariamente inviato da taddeus
lecito pensarlo, se non ricordo male la scusa era quella di una grossa esercitazione .

si, erano impegnati ai confini del canada. Blame Canada! :D

Illogitech
05-10-2006, 12:27
Originariamente inviato da leon4rdo
e mi vogliono far credere che negli USA, l'11/9, per più di un ora, non si sia alzato un aereo per "incompetenza"??
:rollo:

Conoscendo le capacità militari degli americani (mio padre ha lavorato 35 anni per la NATO) ti assicuro che sono stati fulminei.

P.S. il fatto che abbiano l'esercito più armato e potente del mondo, non implica che sia anche formato dalle persone più preparate e competenti.

Druzya
05-10-2006, 12:36
Originariamente inviato da Illogitech
Conoscendo le capacità militari degli americani (mio padre ha lavorato 35 anni per la NATO) ti assicuro che sono stati fulminei.

P.S. il fatto che abbiano l'esercito più armato e potente del mondo, non implica che sia anche formato dalle persone più preparate e competenti.

no anzi, visto il cermis direi proprio di no

morfeus
05-10-2006, 12:39
Originariamente inviato da MasterLibe

Vedi, le spiegazioni si trovano.


poi basta credere a quella che preferisci

leon4rdo
05-10-2006, 13:12
Originariamente inviato da MasterLibe
1) L'intercettazione dell'aereo turco è stata fatto dopo l'11 settembre 2001 (potrebbero essere state aggiornate le procedure sulla base dell'esperienza dell'11 settembre), mentre l'11 settembre si è verificato un evento che all'epoca era considerato quasi impossibile; 2) l'11 settembre l'aeronautica ha comunque allertato gli intercettori; 3) agli aerei dell'11 settembre erano stati staccati i transponder quindi sui radar erano puntini irriconoscibili.

Vedi, le spiegazioni si trovano.

potrebbe essere, certo, non sto cercando per forza la teoria del complotto.
ma suona strano comunque il ritardo nell'intervento, soprattutto anche perchè un aereo a cui disattivi il trasponder si trasforma subito in "oggetto volante non identificato" e a maggior ragione dovrebbe essere identificato a vista dagli intercettori. ma tanto ormai cosa fatta capo ha.

seifer is back
05-10-2006, 13:19
Originariamente inviato da MasterLibe
1) L'intercettazione dell'aereo turco è stata fatto dopo l'11 settembre 2001 (potrebbero essere state aggiornate le procedure sulla base dell'esperienza dell'11 settembre), mentre l'11 settembre si è verificato un evento che all'epoca era considerato quasi impossibile;


un dirottamento, quasi impossibile? ne erano successi due, l'anno prima.


Originariamente inviato da MasterLibe

2) l'11 settembre l'aeronautica ha comunque allertato gli intercettori;


si, e ne hanno tirato giù uno. ma gli altri? dov'erano questi intercettori che non si vedono da nessuna parte? i voli sono stati in silenzio radio un bel po'.





Originariamente inviato da MasterLibe


3) agli aerei dell'11 settembre erano stati staccati i transponder quindi sui radar erano puntini irriconoscibili.



impossibile. nel momento in cui il segnale del trasponder manca, l'aereo è automaticamente "compromesso". quindi sarebbero dovuti partire ugualmente nel punto dell'ultima trasmissione del trasponder.

taddeus
05-10-2006, 13:31
Originariamente inviato da MasterLibe
... 3) agli aerei dell'11 settembre erano stati staccati i transponder quindi sui radar erano puntini irriconoscibili.

Vedi, le spiegazioni si trovano.
Questo e' un motivo in piu' per accendere subito i reattori.
Comunque, rispetto a prima del 2001 molte cose sono certo cambiate ma in Italia c'e' sempre stata, almeno da 30 anni a questa parte, una squadra di intercettori pronta a partire in ogni aeroporto 'strategico'.
La differenza, probabilmente, sta nella valutazione del grado di possibile pericolosita' associato ad un aeromobile civile.

Nuvolari2
05-10-2006, 13:35
Originariamente inviato da MasterLibe
1) L'intercettazione dell'aereo turco è stata fatto dopo l'11 settembre 2001 (potrebbero essere state aggiornate le procedure sulla base dell'esperienza dell'11 settembre), mentre l'11 settembre si è verificato un evento che all'epoca era considerato quasi impossibile; 2) l'11 settembre l'aeronautica ha comunque allertato gli intercettori; 3) agli aerei dell'11 settembre erano stati staccati i transponder quindi sui radar erano puntini irriconoscibili.

Vedi, le spiegazioni si trovano.

aggiungici anche che da sempre, l'areonautica italiana è considerata una forza elitaria dagli stessi americani. Per bravura dei suoi piloti e per organizzazione.

Ricordate come nella prima guerra nel golfo, gli unici piloti a riuscire a fare rifornimento in volo in condizioni di tempo proibitive furono proprio (e solo) i nostri piloti.

Qualcuno potrà anche dire: "bella forza, ne abbiamo solo 15... ci mancherebbe che almeno non siamo organizzati e super selezionati!"... però i fatti dicono che siamo messi bene, rispetto ad altri... anche rispetto agli USA....

Loading