PDA

Visualizza la versione completa : partizionamento disco usb


iraiscoming223
11-10-2006, 09:09
Ciao a tutti! Avevo una mezza idea di partizionare un disco esterno da 250gb... Lo utilizzo come archivio e il filesystem è di tipo NTFS. Dal momento che sul portatile non ho più windows ma che comunque conto di usarlo su altri pc con il sistema operativo redmond, mi chiedevo se ci sia qualche controindicazione nel formattare un disco removilbile.. Cosa succede quando lo attacco al computer? Mi monta due partizioni? O c'è il rischio che mi dia problemi? (ovvio che l'altra partizione sarebbe ext2 o fat (anche se la fat pare abbia problemi con files più grandi di #gb e per esempio per iso di 4,5gb va in ciuccio...))

Grazie mille in anticipo!

mykol
11-10-2006, 11:00
direi che dipende daslla distribuzione installata sul PC al quale lo colleghi. Se supporta il riconoscimento automatico dei dischi col loro FS, quando lo colleghi dovrebbe montartelo automaticamente, così come avviene per le chiavette USB, sia che sia partizionato in vfat che in exx od in reiserfs. Ovviamente dipende dai cosa c'è scritto in /etc/fstab.

Non vedo cosa debba succedere di male a partizionare un disco. Prova a collegarlo ed a partizionarlo. Se poi non ti soddisfa, puoi sempre rifargli la partizione che ha ora.

Ma perchè ext2 ? Non ext3 ?

iraiscoming223
11-10-2006, 11:35
Si beh ext2 o ext3 ha poca importanza, l'ho detto per sottolineare che ha un filesystem differente. La mia perplessità riguardava il fatto che i dati già presenti sul disco rimangano accessibili anche dopo il partizionamento, e soprattutto che entrambe le partizioni vengano montate alla connessione del disco al computer. Comunque uso ubuntu, e sul montaggio dei dischi non mi ha mai dato problemi...

mykol
11-10-2006, 11:46
beh, ovviamente dovrai ridimensionare la partizione NTFS per ricavare spazio per quella ext2. Non dovrebbero sorgere guai, ma non si sa mai, se hai dati importanti, salvatene prima una copia da qualche parte. Poi fai un bel "scandisk", "defrag" da windows, ridimensioni la partizione NTFS ed infine lo colleghi ad un PC linux e gli crei la partizione ext2. Le modifiche alle partizioni le puoi fare anche da Linux, ad esempio con il partizionatore contenuto nel primo cd di installazione di Mandriva che è ottimo per queste cose.

Loading