PDA

Visualizza la versione completa : la giusta regola


mame01
16-10-2006, 14:09
No mi va, non mi ci vedo proprio nel ruolo del rompi palle, eppure ogni giorno di più il mio atteggiamento si affianca a questa filosofia, quando credo in progetto tendo a vedere solo l'obbiettivo ultimo senza pormi le variabili che potrebbero intercorrere.

In breve, venerdì prova, un paio di elementi hanno cazzeggiato a mio avviso un po' troppo e li ho ripresi, subito chiesto scusa, perchè alla fine non sono loro padre ne il loro padrone, ma ho spiegato loro che bisogna lavorare e dimenticardi di quell'atteggiamento da patronato che si aveva.

Un elemento non eseguiva bene una cosa, mi sono fermato finchè non l'ha fatto giusta, un po' di superficialità da parte sua che io non accetto e che gli ho spiegato.

Datemi qualche consiglio per relazionare in modo giusto senza passare per rompi maroni, purtroppo da questo lato sono anche troppo "imprenditoriale"

non c'entra na fava la musica (per carnauser)
Ma solo le relazioni con le persone.

Carletto90
16-10-2006, 14:12
che rapporto hai con loro al di fuori del gruppo?
è la prima prova o l'atteggiamento si ripete da tempo?

GudFella
16-10-2006, 14:13
accetta il fatto di essere un rompi maroni

mame01
16-10-2006, 14:15
Originariamente inviato da Carletto90
che rapporto hai con loro al di fuori del gruppo?
è la prima prova o l'atteggiamento si ripete da tempo?

Si ride si scherza si discute tranquillamente, ma per il progetto che ho in mente lavorare in sala prove per me è una cosa essenziale

DydBoy
16-10-2006, 14:15
L'unico consiglio che ti posso dare è di proseguire esattamente come hai fatto nell'esempio citato.
Quando veniamo sgridati da qualcuno é possibile, se siamo orgogliosi, rimanere feriti dalle parole che ci giungono, per quanto portatrici di ragione.
Aggiungere alla fine un "perdonami se ti riprendo, è solo perchè cosí insieme possiamo raggiungere un risultato" o qualcosa del genere fa riguadagnare nel soggetto quel poco di orgoglio ferito.
Inconsciamente è una cosa che fa piacere sentire.

mame01
16-10-2006, 14:18
Originariamente inviato da DydBoy
L'unico consiglio che ti posso dare è di proseguire esattamente come hai fatto nell'esempio citato.
Quando veniamo sgridati da qualcuno é possibile, se siamo orgogliosi, rimanere feriti dalle parole che ci giungono, per quanto portatrici di ragione.
Aggiungere alla fine un "perdonami se ti riprendo, è solo perchè cosí insieme possiamo raggiungere un risultato" o qualcosa del genere fa riguadagnare nel soggetto quel poco di orgoglio ferito.
Inconsciamente è una cosa che fa piacere sentire.

Ci tengo troppo, mi devo in qualche modo tranquillizzare, tanto sangue sto sputando su sta cosa, troppo

Carletto90
16-10-2006, 14:19
Originariamente inviato da mame01
Si ride si scherza si discute tranquillamente, ma per il progetto che ho in mente lavorare in sala prove per me è una cosa essenziale

allora se inizialmente hai messo in chiaro che per te è un progetto importante e loro lo hanno appoggiato è giusto rompere i coglioni fino al loro esaurimento, visto che li conosci e sono 'amici' sotto certi punti di vista dovrebbe essere anche più facile, chiaro si rimprovera in maniera tranquilla e costruttiva.....se nn capiscono così e hai l'opportunità di cambiare...beh cambia, alla fine l'obiettivo è quello e nn importa con chi ci arrivi giusto?

xegallo
16-10-2006, 14:40
un rompi ,aroni in ogni gruppo deve esserci sennò si cazzeggia e basta e pare che anche il tuo gruppo ne abbia uno

nillio
16-10-2006, 14:54
Inizia ogni cazziatone con 'ragazzi, lo sapete che sono un rompicoglioni, per cui portate pazienza ma...'


eccetera :D

bifone
16-10-2006, 15:03
Originariamente inviato da mame01
Ci tengo troppo, mi devo in qualche modo tranquillizzare, tanto sangue sto sputando su sta cosa, troppo

Beh, al di là della professionalità che ci deve essere se state facendo le prove per un obiettivo professionale, l'unica cosa che mi sento di dirti è che la musica è arte e per fare arte bisogna sapersi divertire altrimenti meglio fare il ragioniere. Quindi se l'adesione al progetto non è partecipata o gli altri non la ritengono importante o sei veramente un rompi palle :mame:

Loading