PDA

Visualizza la versione completa : Epatite


lunare
17-10-2006, 03:10
Salve a tutti.. mi potete dire che succede a una donna in cinta affetta da epatite purtroppo non so che tipo di epatite perfavore vorrei una risposta! :dh:

carnauser
17-10-2006, 03:13
Originariamente inviato da lunare
Salve a tutti.. mi potete dire che succede a una donna in cinta affetta da epatite purtroppo non so che tipo di epatite perfavore vorrei una risposta! :dh:

E dipende...se a e b credo che se ben curate nulla...se C penso siano cazzi acidi essendo non curabile e trasmissibile per via ematica.

non ne sono certo ma non escludo che il figlio nasca gi con la C.

E non molto bello per il fegato del nascituro...

carnauser
17-10-2006, 03:16
http://www.salutedonna.it/epatite%20e%20gravidanza.htm

usare google non guasta

E come ti dicevo non esistendo metodi di prevenzione per la c sono cazzi acidi per il nascituro.

anche se dipende dal grado di infezione continuando a leggere in altri siti...

carnauser
17-10-2006, 03:20
Quanti e quali sono invece i rischi di infettare il neonato se la madre affetta da epatite C?

Globalmente il rischio di trasmissione dell'infezione da madre con epatite C al proprio figlio attorno al 5%. I fattori di rischio pi importanti sono:

1.

la viremia materna, ovvero la presenza nel sangue circolante di genomi virali (HCV RNA), dimostrabili nel siero con metodiche molto sensibili come la polymerase chain reaction (PCR) e quantificabili con diversi tests quantitativi. Se non c' evidenza di viremia nel siero materno durante la gravidanza (HCV RNA assente= PCR negativa) il rischio di trasmissione dell'infezione al neonato molto scarso (0.3%) La presenza di viremia (HCV RNA presente =PCR positiva) comporta un rischio di trasmissione del 3-6% circa. Una viremia elevata aumenta il rischio di trasmissione, ma nel singolo caso l'infezione pu essere trasmessa anche se la concentrazione di virus circolante bassa.
2.

la tossicodipendenza materna, attiva o pregressa aumenta il rischio di trasmissione; sembra che questo sia dovuto al fatto che i linfociti di queste mamme sono spesso infettati e potrebbero fungere da serbatoio di virus.
3.

La coinfezione materna con virus C e virus dell'AIDS (HIV) sempre stata associata ad un maggior rischio di trasmissione del virus C, sia per l'immunodepressione indotta dall'HIV, sia perch la mamma HIV positiva spesso anche tossicodipendente.


Pensavo fosse molto di pi la percentuale...5%... molto bassa

lunare
17-10-2006, 03:23
grazie tante! :ciauz:

carnauser
17-10-2006, 18:50
Ma sto tread notturno mi ha fatto pensare...ho aiutato qualcuno ? io...mio dio mi sento in colpa...

nillio
17-10-2006, 18:52
Originariamente inviato da carnauser
Ma sto tread notturno mi ha fatto pensare...ho aiutato qualcuno ? io...mio dio mi sento in colpa...


E' SPAVENTOSO!!!! :oVVoVe:

Corinna
17-10-2006, 18:55
Se era Epatite C leggi questo
http://forum.html.it/forum/showthread.php?s=&postid=9181272#post9181272
ho scoperto un sacco di cose che non sapevo, su quel thread :fagiano:

carnauser
17-10-2006, 18:57
Originariamente inviato da nillio
E' SPAVENTOSO!!!! :oVVoVe:

non so potevo dire delle cose brutte, non vere, potevo indurlo al suicidio...ad un aborto...e invece l'ho aiutato...io ...io l'ho aiutato...ma che razza di persona sto diventando ?...non mi riconosco + DOVE CAZZO E' LA FACCINA CHE PIANGE ????

DragonFire
17-10-2006, 19:01
:cry:

Loading