PDA

Visualizza la versione completa : Esami università:accettare o ripetere?


Casper87
07-11-2006, 13:21
raga sono una matricola...sono al primo anno di info e teconologie di produzione del sw.
a prescindere dalla facoltà e dal corso, voi preferite accettare il voto di un esame così com'è (anche se ingiusto [il docente fa il bastardo] o giusto, [non vi siete dedicati molto ma vorreste dedicarvi di più a quel esame ecc..ecc..]) o ripeterlo?
so che è una cosa soggettiva ma volevo sentire qualche opinione di gente un pò più esperta di me....
(è implicito...date più importanza al voto finale o non vedete l'ora di laurearvi?)

:ciauz:

Blackho
07-11-2006, 13:26
Dipende {dalla difficoltà dell'esame [a seconda del professore (può essere un paranoico) o della materia (ostica) o (particolarmente complicata)]}

taddeus
07-11-2006, 13:37
Ho rifiutato, da pirla, un 24 ed un 27 per prendere, rispettivamente e dopo un mese, un 23 ed un 28.
La mia statistica sconsiglia.

seifer is back
07-11-2006, 13:42
alle superiori dopo un 4, dissi alla professoressa che non accettavo il voto e che mi sarei ripresentato. fece una faccia, per qualche secondo, incerta sul da farsi. poi scrisse 4---

Corinna
07-11-2006, 13:43
Difficile rispondere in generale...
Se sono in tempo e posso permettermi di ridare l'esame, se sono sicura che potrei prendere voti altissimi ma oggi ho la febbre a 40, se mi danno 18 e un calcio in culo e ho la media del 27, sì, è possibile che rifiuti.
Se è un esame che mi sta sulle balle, se ho trent'anni, se ho l'esigenza di laurearmi prima di subito, se non ne ho voglia, prendo e porto a casa. Tanto il voto non serve a molto, al di là delle ovvietà. Una laurea con 110 presa in 15 anni serve meno di una con 105 presa in 4 anni, secondo me. :stordita:

chris
07-11-2006, 14:07
devi tenere conto anche del peso che potrà avere il tuo voto di laurea: se per la professione che potresti fare non cambia niente tra l'uno e l'altro non rifiutare, se invece ti serve una media alta ovviamente rifiuta :E

taylorella
07-11-2006, 14:48
Esattamente: tendenzialmente il voto non serve. Normalmente chi rifiuta è gente brava, che sa di poter andar meglio di così perchè o ha una media fenomenale, oppure perchè ha particolarmente a cuore quella materia. A tutti gli altri conviene tenere quello che arriva, anche perchè la media che viene calcolata dal CdL è o aritmetica o ponderata sui crediti, a seconda di quale delle due risulta più alta. Casi particolari si hanno ad esempio a medicina, in cui a seconda della specializzazione servono certi voti in certe materie.
Adesso come adesso secondo me non ha senso rifiutare, perchè tutto il tempo che si perde si traduce in meno possibilità sul mercato.

Alex D.
07-11-2006, 14:55
stai attento perchè a volte ripetere un esame comporta un ritardo anche di mesi. Comunque secondo me non serve a nulla ne una laurea presa nei tempi giusti con una media bassissima, ne una laurea presa in molto tempo con una media alta.

taylorella
07-11-2006, 15:11
Ovviamente sì, il mio consiglio non è da intendere come "va avanti e prendi tutti 18", ma piuttosto come "va avanti cercando di prendere bei voti. Se poi ti capita il 18, pazienza, va avanti lo stesso cercando di prendere voti alti negli esami che valgono tanto.

bako
07-11-2006, 15:31
Originariamente inviato da Casper87
sono al primo anno di info e teconologie di produzione del sw.

ah? dove? link?
se fai la specialistica, e questa nn richiede voti minimi di laurea firma tutto (salvo eccezioni) e laureati veloce..
PS: le parentesi :berto:

Loading