PDA

Visualizza la versione completa : [Lavoro]Licenziamento e MobilitÓ


adalon78
16-11-2006, 09:27
Allora: mettiamo che un'azienda licenzi un dipendendente per esubero, e poi, per riassumerlo da un'altra parte, lo faccia passare in mobilitÓ.

1) Che conseguenze ci sono per chi viene licenziato (libretto di lavoro - referenze)
2) Per l'assunto in mobilitÓ, cosa succede? Vengono cmq versati i contributi?

wsim
16-11-2006, 09:51
1) viene iscritto nelle liste di lavoratori in mobilitÓ, chi lo assume avrÓ delle agevolazioni contributive
2) certo, e contribuiscono al monte contributivo per la pensione

dokk
16-11-2006, 09:54
Chi viene messo in mobilitÓ DEVE ricevere 4/5 mesi di stipendio non ricordo a quale titolo.

Confermi wsim?

wsim
16-11-2006, 09:57
Originariamente inviato da dokk
Chi viene messo in mobilitÓ DEVE ricevere 4/5 mesi di stipendio non ricordo a quale titolo.

Confermi wsim?

no, Ŕ la ditta che mette in mobilitÓ il dipendente che deve versare all'INPS un acconto sulla mobilitÓ che questo percepirÓ che pu˛ andare da una a tre mensilitÓ di mobilitÓ (una se c'Ŕ accordo sindacale per la mobilitÓ, tre se non c'Ŕ)

adalon78
16-11-2006, 09:57
non viene compromesso il curriculum? sul libretto viene specificata la motivazione del licenziamento?
Non vengono toccati tfr e arretrati vari?

dokk
16-11-2006, 09:59
Originariamente inviato da wsim
no, Ŕ la ditta che mette in mobilitÓ il dipendente che deve versare all'INPS un acconto sulla mobilitÓ che questo percepirÓ che pu˛ andare da una a tre mensilitÓ di mobilitÓ (una se c'Ŕ accordo sindacale per la mobilitÓ, tre se non c'Ŕ)
Ah ok.

wsim
16-11-2006, 10:01
Il libretto di lavoro non esiste pi¨ da anni e sullo stesso non vengono pi¨ fatte annotazioni di qualunque tipo, anche per i lavoratori che avessero molti anni di servizio.

adalon78
16-11-2006, 10:10
Originariamente inviato da wsim
Il libretto di lavoro non esiste pi¨ da anni :confused:

wsim
16-11-2006, 10:19
si veda per esempio http://www.comune.pinerolo.to.it/servizi/anagrafe/lib_lavoro.htm

andropoff
16-11-2006, 10:21
Originariamente inviato da adalon78
Allora: mettiamo che un'azienda licenzi un dipendendente per esubero, e poi, per riassumerlo da un'altra parte, lo faccia passare in mobilitÓ.

1) Che conseguenze ci sono per chi viene licenziato (libretto di lavoro - referenze)
2) Per l'assunto in mobilitÓ, cosa succede? Vengono cmq versati i contributi?

io sono stato in mobilitÓ...

per la mia esperienza:

in mobilitÓ teoricamente non possono 'metterci' qualcuno, ma, a fronte di un accordo con le parti sociali sulle persone pi¨ idonee (no famiglia, monoreddito, etc), la mobilitÓ deve essere accettata dal lavoratore, che solo davanti ad un tribunale del lavoro pu˛ ricevere l'obbligo di firmare le dimissioni (perchŔ di dimissioni si tratta e non di licenziamento)..

chi ti assume in periodo di mobilitÓ ha delle agevolazioni, tu in quando operaio in mobilitÓ (mentre cerchi occupazione) hai diritto ad un mensile di circa (dipende molto da anzianitÓ etc) 800 Ç per massimo 12 mesi ( che diventano 24 o 36 pi¨ anni di lavoro hai sulle spalle) ...

durante la mobilitÓ puoi essere chiamata per lavori di vario tipo (che so, in comune, in biblioteca, etc) FINO a 50 km dal tuo paese, part time, stipendiata con la mobilitÓ...

il rifiuto di questi lavori, salvo casi eccezzionali da motivare, fanno cadere la mobilitÓ.

se ti assumono con contratto a termine (3 mesi esempio) la mobilitÓ viene sospesa e riprende dal momento in cui torni disoccupato. se vieni assunto a tempo indeterminato anche per un solo giorno invece, la mobilitÓ cessa di esistere...

se vuoi aprire p.iva hai diritto all'anticipo tu tutta la mobilitÓ per avviare l'attivitÓ, fermo restando che se tieni la p.iva per 6 mesi, devi tornargli la differenza...

Ŕ necessario che la mobilitÓ venga attuata da un azienda DOPO che ha finito tutte le ore di cassa integrazione normale e straordinaria... anche se, come nel mio caso, il giudice del lavoro ha accolto la richiesta dell'azienda nonostante non avesse finito nemmeno la cassa integrazione ordinaria....

un azienda che fa mobilitÓ non pu˛ assumere per 3 anni un dipendente, tantomeno se Ŕ quello messo in mobilitÓ...

TEORICAMENTE un azienda non pu˛ licenziarti e farti passare in mobilitÓ come fosse una cosa naturale. la mobilitÓ essendo un bel peso sulle casse dell'INPS, deve essere l'ultimo passo di un tentativo di 'risanamento' aziendale andato un po a meretrici e deve essere avvallata dall'inps, da un giudice del lavoro, dalle parti sociali e pure dal comune (se l'azienda Ŕ sopra i 15 dipendenti)...

insomma la gabola del licenziare di qui e riassumere di la con la mobilitÓ POTREBBE non stare in piedi se non concedono la mobilitÓ all'azienda...che non pu˛ mettere UN operaio in mobilitÓ... deve dimostrare un piano di risanamento aziendale che dura, che non funziona per problemi esterni e che non c'Ŕ pi¨ nulla da fare.

a quel punto l'inps lancia il salvagente...

tutto ci˛ in teoria, la pratica, vissuta sulla mia pelle, pu˛ avere ben altri risvolti... :bh˛:

buona fortuna...

Loading