PDA

Visualizza la versione completa : Ponti di Pregel


IMMANUEL_KANT
19-11-2006, 09:43
Dopo il bombardamento del secondo conflitto, sono ancora presenti a Konigsberg?

whitefox
19-11-2006, 09:46
Originariamente inviato da IMMANUEL_KANT
Dopo il bombardamento del secondo conflitto, sono ancora presenti a Konigsberg?

Tanto l'ha già risolto Eulero :D

IMMANUEL_KANT
19-11-2006, 10:03
Originariamente inviato da whitefox
Tanto l'ha già risolto Eulero :D

L'ha (non) risolto.

Ma ci sono?
Trovo in rete tutto sul gelato Pregel :confused: e qualche immagine sparsa del fiume e per il mio scopo inutile.
Tu che hai google hearth fatti un giro :fagiano:

nillio
19-11-2006, 11:16
Paura eh? :D

Sì, mi risulta che alcuni ponti siano stati danneggiati da un bombardamento :(

IMMANUEL_KANT
19-11-2006, 11:49
Su google hearth nulla.
Su flickr nulla.
Su Kaliningrad.it e kaliningrad.info niente.
Di questi ponti si sono persi i riferimenti.

Preparo una mail in tedesco e la mando a qualche albergatore della zona. Riferisco all'auditorio ansioso appena so :fagiano:

nillio
19-11-2006, 11:56
Originariamente inviato da IMMANUEL_KANT
Su google hearth nulla.
Su flickr nulla.
Su Kaliningrad.it e kaliningrad.info niente.
Di questi ponti si sono persi i riferimenti.

Preparo una mail in tedesco e la mando a qualche albergatore della zona. Riferisco all'auditorio ansioso appena so :fagiano:

Sono stati danneggiati kant.

E' un ricordo che non so da dove mi viene, ma lo so.

nillio
19-11-2006, 12:02
http://www.centrofermi.it/index.php?pageId=49

cercato con 'ponti pregel guerra' su google.

Cerca nella pagina con il trova 'guerra'.

E' solo un accenno, qui, ma li hanno sfasciati, lo so credo da memorie scolastiche o turistiche.

IMMANUEL_KANT
19-11-2006, 12:04
Che siano danneggiati è possibile, visto i bombardamenti che ha subito.
Che siano stati ricostruiti è però possibile.
Che non riesca a trovare riferimenti alla cosa in lingua italiana è inaccettabile.

IMMANUEL_KANT
11-02-2007, 12:15
Risposta di un utente di un blog:


sA parte la cattedrale ricostruita, di cui rimasero in piedi solo le pareti, e la tomba di Kant, non si sono salvati i sette ponti, né il castello teutonico, né l’università albertina, né il pittoresco porto, né i suoi 350.000 abitanti tedeschi uccisi, violentati, umiliati, deportati, schiavizzati, cacciati…una città è scomparsa con tutto quello che ha rappresentato, sostituita da un osceno e annichilante tumulo di calcestruzzo in stile sovietico: una tomba orripilante per una città tanto bella e importante. Siamo solo maiali che si rigirano nei propri escrementi, senza offessa per i maiali.

Loading