PDA

Visualizza la versione completa : ancora violenza


dimitrij
22-11-2006, 14:23
Bologna, si inventa rito maya e violenta una ragazzina
In manette Antonio L., guardia giurata di 40 anni. Ha convinto la madre dell'adolescente, conosciuta in chat, che la cerimonia avrebbe risolto i suoi problemi economici

Bologna, 22 nov. - (Adnkronos/Ign) - Picchiata e violentata il giorno del compleanno dall'amico che la mamma aveva conosciuto qualche tempo prima in chat. La drammatica vicenda è stata denunciata da una ragazzina di 13 anni che abita a Modena con la madre e altre due sorelle.

La piccola ci ha messo un anno per raccontare quanto le era accaduto, ma alla fine ha permesso alla polizia di arrestare, con le accuse di violenza sessuale aggravata, sequestro di persona e violenza privata, Antonio L., una guardia giurata di 40 anni, originario della provincia di Taranto e residente a Casalecchio di Reno, comune alle porte di Bologna.

Ieri gli agenti della squadra Mobile di Modena e Bologna hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere chiesta dal pm della Procura felsinea Maria Gabriella Tavano e concessa dal gip Michele Guernelli.

Questi i fatti: a giugno 2005 la madre della ragazzina, che ha 50 anni e gravi problemi economici, conosce Antonio L. tramite chat. L'uomo le racconta di essere un agente speciale, spesso impegnato in pericolose missioni all'estero. Così facendo ne carpisce la fiducia e comincia a frequentare l'abitazione modenese della donna. Lei gli racconta di avere dei problemi economici e di essere in attesa di una casa del Comune in cui stare stabilmente dopo anni di precariato durante i quali era stata costretta a vivere persino in un campo nomadi.

L'uomo prende la palla al balzo e le dice che per realizzare tutti questi desideri conosce un rito Maya, di cui è un grande appassionato, che consiste nel 'sacrificare' una ragazzina vergine, in questo caso proprio la figlia piccola della donna. La signora cade nella trappola dell'uomo e acconsente a che la figlia venga sottoposta al rito sacrificale di cui non conosce le modalità.

Nell'ottobre dell'anno scorso proprio nel giorno del suo 13esimo compleanno la ragazzina viene fatta salire sul treno a Modena e giunge a Bologna dove la attende l'uomo che la porta nella sua abitazione dove, appese alle pareti, ci sono decine e decine di maschere tribali e libri sui Maya. L'uomo comincia a spogliare la ragazzina, dandole un violento calcio alla schiena per contrastare le sue resistenze, e quindi violentandola.

Consumata la violenza. accompagna la piccola al centro commerciale e le acquista un paio di scarpe da ginnastica che la stessa aveva chiesto come regalo per il compleanno. Poi la minaccia anche con la pistola che possiede per lavoro, imponendole di non dire nulla e la rimette sul treno per Modena. Pian piano, però, la ragazzina comincia a esternare la tragedia che e' stata costretta a vivere, prima con la compagna di banco e poi con la famiglia.

Dato che la storia sembra incredibile, un'amica della madre va in chat e riesce a contattare la guardia giurata facendo finta di essere interessata ai Maya. Dopo una certa insistenza, l'uomo le racconta del rito sacrificale. A quel punto ci sono sufficienti elementi per denunciare tutto in Questura a Modena e avviare le indagini che nel giro di un mese hanno portato in carcere l'uomo.

carnauser
22-11-2006, 14:24
Qua il problema + grave penso sia della madre. In un paese civile le dovrebbero togliere la figlia e mandarla in affidamento.

Fran©esco
22-11-2006, 14:26
Il terzo mondo è dentro l'anima degli uomini.

dimitrij
22-11-2006, 14:30
Originariamente inviato da Fran©esco
Il terzo mondo è dentro l'anima degli uomini.

Hai pienamente ragione...

carnauser
22-11-2006, 14:31
Soprattuto questo è un dramma frutto dell'ignoranza.

dimitrij
22-11-2006, 14:32
Originariamente inviato da carnauser
Soprattuto questo è un dramma frutto dell'ignoranza.

l'ignoranza di quella donna e della grettezza di quest'uomo

figaro
22-11-2006, 14:32
Sono d'accordo con il fan di satana.

seifer is back
22-11-2006, 14:33
13° compleanno.

cosa mai può passare nella testa di una persona per mandare una bambina, in treno, da sola, a casa di un tizio che vuole farle un rito maya?

13 anni cazzo.

dimitrij
22-11-2006, 14:34
[b]
cosa mai può passare nella testa di una persona per mandare una bambina, in treno, da sola, a casa di un tizio che vuole farle un rito maya?


niente. il vuoto.

aeterna
22-11-2006, 14:34
Originariamente inviato da carnauser
Qua il problema + grave penso sia della madre. In un paese civile le dovrebbero togliere la figlia e mandarla in affidamento.

la differenza tra me e te è che la prima cosa che ho pensato non era la responsabilità del genitore.

Loading