PDA

Visualizza la versione completa : Le bugie degli ambientalisti


awd
30-12-2006, 00:31
La settimana scorsa, in una libreria di Genova per acquistare dei regali di Natale, mi sono imbattuto in un libro che mi ha un po' sconvolto e disgustato: "Le BUGIE degli ambientalisti - i falsi ALLARMISMI dei movimenti ecologisti" O_o
http://www.lebugiedegliambientalisti.it/

Allora diciamo che la mia ignoranza non mi permette di parlare più di tanto, posso solo esprimere le mie elementari impressioni e sensazioni.

Il termine "ambientalista", come molti altri usati nella nostra società attuale, è ormai divenuto quasi un termine negativo. Il dizionario descrive questa questa voce come "Chi si occupa attivamente della difesa dell'ambiente".
Il problema che questo termine è stato inquinato, come i vocaboli "pacifista", "no-global" e perché no "pedofilo" ecc., dalla generalizzazione che i media ne fanno! Vi sono ambientalisti, cioè difensori dell'ambiente, più estremisti ed altri meno, alcuni che persino commettono azioni criminali in nome della difesa dell'ambiente, altri che, dal mio punto di vista, si interessano di problematiche insulse o in ogni caso degli esseri umani stupidi ci sono sempre e comunque, che essi siano ingegneri, fisolofi, operai o ambientalisti! (Io ritengo che gli estemismi, di qualunque tipo esso siano: politico, religioso, ideologico, musicale... siano quasi sempre sbagliati).
Però da questo a dire che il nostro pianeta è sano come un pesce e che le problematiche ambientali siano tutte bugie ci vuole un bel coraggio e una bella faccia tosta, visto che sono sotto gli occhi di tutti (a cominciare dall'inquinamento e dal riscaldamento globale)! Mi sembra tanto un libro pieno di controinformazione magari spalleggiata da quelle stesse entità, governi e multinazionali, che creano i maggiori problemi e vogliono sminuirli!

un esempio a caso: Nel link, nella recensione del 7/12 leggo "All’inizio del 900 a New York c’erano 1 milione e 200 mila cavalli, considerando che ogni giorno un cavallo produce almeno nove chili tra escrementi e urina, si capisce bene perché i rifiuti erano maggiori di quelli odierni." :dottò:
Cioè ma come fai a dire una vaccata simile??? quei nove chili ce li hai nel cervello!

Questo ripeto non è che la mia impressione da ignorante che questo libro non l'ha letto e di certo non lo leggerà perché di finanziare coi miei soldi certa gente non ne ho la minima intenzione!

Io non sono un ambientalista, anche se le problematiche ambientali mi stanno molto a cuore, ma tale non posso definirmi perché. 1) corro il rischio di essere giudicato per questo. 2) non credo di fare ancora a sufficienza per la salvaguardia da fregiarmi del titolo

tia86
30-12-2006, 00:45
A mio parere quello del riscaldamento globale è una mezza verita, si farebbe meglio a concentrare le risorse su problemi piu reali, vedi polveri sottili e centrali che vanno ancora a carbone

vificunero
30-12-2006, 10:48
Non so quanta ne facciano i cavalli ma è vero che gli animali hanno un impatto considerevole sulle risorse ambientali.

seifer is back
30-12-2006, 11:35
un cavallo mangia biada, e bevce acqua. ora siccome l'acqua per lo più la eliminano col sudore, resta la biada.

per mangiare 8 kg di biada, ci vogliono ore.

matsoftware
30-12-2006, 11:38
Che in ogni movimento/corrente di pensiero ci siano gli estremi è verissimo. Ma basta guardare qualsiasi statistica sul problema "ambientale" (stilate da enti governativi americani che tendono a dare stime ottimistiche!!) per capire che qualcosa non va.

Martin
30-12-2006, 11:49
Ci sono vari filoni di ambientalismo: quello in cui "lavoro" (no, non mi pagano :D ) è quello dell'ambientalismo scientifico...

http://www.legambiente.com/documenti/2003/0918viiCongresso/areeTematiche/scienza.php

Secondo me è l'approccio più corretto...

PS: Fosse anche vero quello che dice il tizio, la merda di cavallo è biodegradabile e si degrada velocemente.
La monnezza che produciamo noi no.

awd
30-12-2006, 16:39
Per restare ancora su quella frase dei cavalli, come rispode martin, di certo non sono i rifiuti organici i problemi della società, quelli al massimo possono essere sporcizia, inciviltà che può diventare in casi estremi causa di malattie, ma non è certo quello la causa dell'iquinamento dei rifiuti. con credo che costruissero colline per seppellire la merda, anzi volendo fa pure concime quella!

Prendendo un'altro stralcio:
D: È vero che la natura inquina più dell’uomo?
R: Ma certo! Basta pensare ai vulcani in attività, che secondo gli ultimi dati sarebbero 1500 in tutto il pianeta. In una sola eruzione il Monte Merapi in Indonesia ha distrutto una città ed emesso una colonna di fumo alta più di tremila metri. In Ecuador il Tungurahua ha lanciato tonnellate di cenere fino a 12.000 metri.

Grazie figlio mio, nessuno lo nega, ma questo esiste da milioni di anni, e la natura sulla terra ha sempre saputo gestirsi in perfetto equilibrio. Ciò che l'uomo ha introdotto negli ultimi secoli ha scardinato questo equilibrio, e la natura, per quanto cerchi di mettere una pezza ai nostri casini, no ce la fa e l'equilibrio degli ecosistemi sta andando a puttane, perché i ritmi naturali sono stati sconvolti!

Loading