PDA

Visualizza la versione completa : Installare Windows su Linux


worker
06-01-2007, 21:46
Buon 2007 a tutti,
spero possiate aiutarmi:

Per vari motivi ho necessità di mantenere windows xp nel mio computer, ma voglio imparare e applicarmi nell universo di Linux. ho installato Ubuntu efty edge, dopo vari tentativi sfortunati con partizioni e formattazioni varie non sono riuscito affatto a far convivere i due sistemi operativi assieme.
ora ho installato Ubuntu da solo, copre tutto l'hard disk.
Vorrei sapere se è per me possibile installare Windows partendo da Ubuntu?
So che non è una domanda popolarissima, anzi è proprio il contrario!!!
Vorrei sapere se è possibile fare una partizione NTFS da Ubuntu, per poter poi passare all'installazone dal Cd di installazione di Windows. Ho provato a ridimensionare la partizione di Ubuntu, con il tool del cd live, GParted, ma non porta avanti il ridimensionamento. Da errore e si ferma.
Perciò vorrei sapere se esiste qualche software free da usare per fare questa benedetta partizione ntfs (non fat32 perchè il mio hd lavora meglio con ntfs) da Ubuntu.
Ho gia preso nota delle procedure di come ripristinare Grub una volta installato Win xp in modo da poter scegliere tra i due SO in fase di boot. Cio che mi manca è qualche notizia in più su l'install di win partendo da linux, una cosa un pò impopolare cui ho avuto difficoltà a raccogliere notizie.
Non so, poi magari la soluzione è semplice e mi dite che fa tutto il cd di installazione di windows... Ma non sono esperto e, stavolta, preferirei fare le cose bene
Grazie in anticipo al mitico Html.it!!!!!!!

francofait
06-01-2007, 22:13
Installare sempre per per primo XP , come buona norma , lo spazio libero x linux lo crei subito prima di mandare in esecuzione l'installazione del SO . L'installazione di xp inizia sempre e comunque con il suo gestore delle partizioni fdisk con il quale assegni subito lo spazio da riservare al SO e lasci il rimanente libero non partizionato x installarci linux . Se lo installi lasciandogli prendere tutto l'hd è chiaro che poi incontri difficoltà con la necessità di ridimensionare e liberare spazio.

sylvaticus
06-01-2007, 22:39
mha... in generale il difficile è fare le partizioni, poi puoi anche lasciare che i singoli SO se li formattino a piacimento..
in generale metti una primaria FAT32 o NTFS per windows, crei un'estesa con il rimanente disco, all'interno dell'estesa ci metti una partizione FAT32 o EXT3 (in questo caso con driver per windows da installare) di grandi dimensioni dove tieni la maggior parte dei dati ed indi una partizione EXT3 o RAISER per Linux + eventualmente una piccolissima partizione di swap (pari al doppio della RAM) se hai meno di 512MB di RAM..
Questo lo puoi fare con una live o con il partizionamento personalizzato di Mandriva o Suse (credo anche Ubuntu).
Poi installi Windows sulla prima partizione e lasci che lo stesso eventualmente se la riformatti come vuole... infine installi Linux sulla terza partizione..

mykol
07-01-2007, 12:44
penso che se non vuoi rifare tutto dall'inizio come ti è stato suggerito puoi tentare (tentar non nuoce...), partendo con una distribuzione live (ad esempio Knoppix) oppure anche con il primo CD di mandriva (credo) di ridimensionare la partizione in cui hai attualmente linux, ricavando spazio libero (dopo la partizione di linux) per installare windows, senza formattarla.

Poi avvii windows, gli fai formattare la partizione e lo installi. Dovrai poi reinstallare lilo o grub nell'MBR, partendo dal primo CD di mandriva. Mentre ci sei se vuoi scambiare dati ti consiglio di crearti anche una partizione in FAT32 (VFAT) scrivibile sia da windows che da linux. Comunque pare che i nuovi driver di linux permettano di scrivere anche su partizioni ntfs.

Tutto questo lo dico in teoria, perchè non ho mai provato e si sa che l'installer di windows è schizzinoso (bisogna vedere se gradisce la partizione linux).

Oppure, se non hai dati importanti, rifai tutto, installando prima win e poi linux.

Ma ... quali problemi hai incontrato facendo questa procedura ? E' una cosa semplicissima.

worker
07-01-2007, 13:40
Spiego meglio la questione:

Partendo da un unica partizione di Windows xp ho installato poi Ubuntu. tutto ok , salvo poi aver fatto un po di stupidaggini dovuti alla mia scarsa conoscenza di Linux, ovvero devo aver cancellato dei pacchetti , dato che mi scomparve il desktop!!! (gnome). Probabilmente è accaduto grazie a un uso sconsiderato del gestore dei pacchetti... ;) Fatto sta che non leggeva più windows all'inizio... non riuscivo piu ad avere connessione a internet e non essendo capace di operare dalla riga di comando tramite l'installazione di ricovero optai per re installare windows e poi Ubuntu. Ma non ci sono riuscito... Installato win xp passavo a Ubuntu ma si bloccava al momento della partizione ...allora ho installato Ubuntu e basta, cioè ho tentato il procedimento inverso, ma a quanto pare è sconsigliato.
Ammetto di aver fatto un buon casino e di essere parecchio innesperto, però a mia discolpa dico che la guida presente nel cd live di ubuntu era parecchio scarsa, inoltre l'abitudine all'uso di windows porta a non considerare tutta una serie di questioni fondamentali, tipo le partizioni,sapendolo mi sarei documentato prima, cheidendo nei forum e ricercando su google... Inoltre aggiungo che da sempre ho avuto a che fare con pc aventi il so gia installato, questo dal punto di vista della cultura informatica è diseducativo, ma questo discorso è un altro paio di maniche ;)

worker
07-01-2007, 13:46
Originariamente inviato da mykol
penso che se non vuoi rifare tutto dall'inizio come ti è stato suggerito puoi tentare (tentar non nuoce...), partendo con una distribuzione live (ad esempio Knoppix) oppure anche con il primo CD di mandriva (credo) di ridimensionare la partizione in cui hai attualmente linux, ricavando spazio libero (dopo la partizione di linux) per installare windows, senza formattarla.

Poi avvii windows, gli fai formattare la partizione e lo installi. Dovrai poi reinstallare lilo o grub nell'MBR, partendo dal primo CD di mandriva. Mentre ci sei se vuoi scambiare dati ti consiglio di crearti anche una partizione in FAT32 (VFAT) scrivibile sia da windows che da linux. Comunque pare che i nuovi driver di linux permettano di scrivere anche su partizioni ntfs.

Tutto questo lo dico in teoria, perchè non ho mai provato e si sa che l'installer di windows è schizzinoso (bisogna vedere se gradisce la partizione linux).

Oppure, se non hai dati importanti, rifai tutto, installando prima win e poi linux.

Ma ... quali problemi hai incontrato facendo questa procedura ? E' una cosa semplicissima.


La partizione Fat32 per i dati : intendi una partizione dove ci metto i dati utilizzabili da tutti e due i sistemi operativi?
In ogni caso , sia che installo win xp e lascio ubuntu, sia che decido di rifare tutto da capo, se ho ben capito, devo gia da ora (sto usando ubuntu) riuscire a fare una partizione ntfs , altrimenti ritorno punto a capo?

antares11
07-01-2007, 16:08
x worker

fai attenzione a quanto ha scritto francofait: te lo dice uno che come me di linux non conosce neanche un ... comando, se non alcune cose basilari per far convivere windows e linux

- sul tuo hd installa PRIMA windows nella sua propria esclusiva partizione NTFS: windows si considera una 'primadonna' che non tollera di essere sottomessa ad un pinguino

per partizionare l'hd puoi usare sia windows XP, o anche la RC1 free di Windows Vista, o l'ottimo Mandriva o altri come ti è stato detto: l'importante è da subito avere UNA partizione dedicata a windows che non occupi ovviamente l'intero hd

- poi con un CD di Mandriva, ad es., ti partizioni a piacere lo spazio che sarà dedicato a linux, divertendoti come meglio ti pare

- un consiglio: come boot io uso un floppy con GRUB in modo grafico (il vecchio FD ha pur qualche vantaggio) ma va bene anche LILO in modo grafico senza FD

dopodichè vivrai tranquillo, perchè cmq windows si attiverà anche senza FD, mentre per linux non avrai problemi di convivenza e potrai sbizzarrirti con le varie distro, piallaggi, installazioni a gogo e distro live

nb: windows e linux fra di loro si 'vedono' bene a vicenda, anche se MS cerca in tutte le maniere di mettere i bastoni fra le ruote a linux

mykol
07-01-2007, 20:15
ha ragione antares11.
Se non ti scoccia troppo, rifai tutto da capo. Con il primo cd si Mandriva, rifai l'installazione. Quando te lo chiede, scegli "installazione personalizzata", cancelli tutte le partizioni (puoi anche provare a lasciarne una, all'inizio ovviamente, della capacità che vuoi destinare a windows, poi gliela fai scrivere con l'apposita opzione), poi spegni.

Riavvii, con il Cd di installazione di windows, lo installi nella partizione creata in precedenza.
Riavvii con mandriva, riscegli "installazione personalizzata" (o come si chiama) e nello spazio libero ti crei una partizione root "/", ) e, se vuoi scambiare dati tra i due sistemi operativi, una di scambio in FAT32 (VFAT).ed, infine, una di swap (doppio della ram se ne hai meno di 512 MB, oppure come la ram)

Per ultimo, quando te lo chiede, gli fai installare il bootloader nell'MBR del disco, così al boot potrai scegliere se partire con linux o windows.

Facendo così non ho mai avuto il minimo problema. In un domani, se volessi ingrandire la partizione linux, togliendo quella di scambio (o riducendola) ti basterebbe (sempre dal partizionatore di mandriva) eliminare la partizione di scambio, espandere la partizione "/" (trascinandone il bordo con il mouse) ed eventualmente, se ti rimane spazio vuoto, ricrearti una partizione di scambio più piccola.

Anzi, mentre stai trafficando con il disco fai qualche prova, tanto .... non si consuma ...

ATHRAF
07-01-2007, 21:30
attenzione però al boot fatto da fd anche se è + sicuro (lo uso anchio da sempre) sotto il profilo dell'affidabilità è da scartare, a me x esempio in mandriva sotto vmware perfino non riesce a vedere il floppy fisico perchè gia utilizzato come boot, di sicuro preserva l'mbr del disco da brutte sorprese, ma dopotutto col cd installazione di xp si riesce a fixare l'mbr e riavviare il tutto, in un solo caso secondo me conviene se non si ha nessun gruppo di continuità e improvvisamente avete un picco di corrente l'mbr in certi casi va a farsi friggere anche avendo installato solo win a me capitò cosi un giorno e addio avvio, da quel momento anche se è scarso un bel gruppo di continuità economico preserva non poco e cmq ricordate sempre spegnere il pc immediatamente se c'e' un temporale.

:madai!?:

antares11
07-01-2007, 22:57
Originariamente inviato da antares11
x worker
...............
- un consiglio: come boot io uso un floppy con GRUB in modo grafico (il vecchio FD ha pur qualche vantaggio) ma va bene anche LILO in modo grafico senza FD

dopodichè vivrai tranquillo, perchè cmq windows si attiverà anche senza FD, mentre per linux non avrai problemi di convivenza ...........
al boot ho dato la preferenza a linux e per male che possa andare, i cd/dvd di installazione rimediano subito ai problemi di avvio

inoltre con adeguato bios è possibile il boot anche da pendrive al posto di fd, ma questi son dettagli ...

Loading