PDA

Visualizza la versione completa : Storia strana [anche legale]


Nix82
09-02-2007, 15:44
Allora il tizio X decide di farsi la casa. Assume un professionista che gli redige un progetto.
Il progetto viene consegnato in comune. Verso metà novembre.
Il tecnico comunale esegue l'istruttoria con parere positivo e porta la pratica in commissione edilia. La commissione edilizia esprire parere favorevole.
Il professionista alcuni giorni dopo domanda al tecnico comunale se la pratica è andata a buon fine e il tecnico comunale gli dice di si. Il tizio X dopo aver festeggiato, fa fare i calcoli dall'ingegnere e comincia a effettuare alcune spese in previsione alla costruzione della casa.

Fatto sta che il tecnico comunale alla fine dell'anno va in pensione senza inviare la lettere per la riscossione della concessione edilizia. Al suo posto entra un tecnico comunale un po figlio di una donna che va a battere i marciapiedi tutti i giorni e tutte le sere. Ilt ecnico comunale nuovo doveva limitarsi a inviare la lettera di riscossione della concessisone edilizia e invece no. Esprime parere sfavorevole sul progetto e ti piazza scusanti idiote e schifezze degno del più ignorante degli architetti.
Adesso allora il professionista e il tizio X cominciano un po ad arrabbiarsi.
Sicuramente negli atti della commissione edilizia c'è qualche documentazioni del parere favorevole solo che non aono atti pubblici.
Si può querelare il comune e di conseguenza prire un processo in cui un giudice esamina tali atti?
O altrimenti... si può fare qualcosa?

taddeus
09-02-2007, 15:55
Non sono molto pratico di questioni 'comunali' ma credo esista un verbale nel quale la commissione edilizia 'approva' il progetto.

DeBe99
09-02-2007, 16:10
A mio papà e successa una cosa simile per delle vetrine di un negozio. Ha parlato col sindaco che poi ha fatto ragionare il tecnico, prova.

Nix82
09-02-2007, 16:12
Grazie!


MasterLibe dove sei?? :stordita:

wsim
09-02-2007, 16:17
Tutto sta nel chiarire se il parere favorevole della C.EDIL. diventa vincolante per il tecnico
(si tenga presente che è pur sempre un parer espresso a seguito di un'istruttoria e di un parere precedente del tecnico comunale).

Se così fosse a quest'ultimo, anche se è cambiato, non resta che procedere agli atti di sua competenza, senza frapporre scusanti.

Nix82
09-02-2007, 16:22
Originariamente inviato da wsim
Tutto sta nel chiarire se il parere favorevole della C.EDIL. diventa vincolante per il tecnico
(si tenga presente che è pur sempre un parer espresso a seguito di un'istruttoria e di un parere precedente del tecnico comunale).

Se così fosse a quest'ultimo, anche se è cambiato, non resta che procedere agli atti di sua competenza, senza frapporre scusanti.

E' la stessa cosa che dico anch'io! Eppure è successo lo stesso!
Quello che dice il nuovo tecnico comunale è: adesso ci sono io, firmo io e quindi si fa come vuole io!
Però nella lettera di respinta della concessione edilizia non c'è scritto nulla della precedente istruttoria e della commissione edilizia.
Personalmente io querelei il tecnico comunale.

wsim
09-02-2007, 16:26
Non puoi querelare nessuno se non sono ben chiare le competenze reciproche e le modalità di esecuzione delle pratiche edilizie comunali. Rischi di aggiungere danno al danno.
Ti conviene rivolgerti al sindaco per dirimere la questione.

DeBe99
09-02-2007, 16:42
Prima di qurelare tenta la via diplomatica con altri del comune. Se ti inimichi il comune sei rovinato.

Loading