PDA

Visualizza la versione completa : Dipendente con Partita Iva


Room237
04-03-2007, 20:10
Da domani comincio a lavorare come webdesigner in una webagency locale...
Per lavorare li avevo due oppurtunità: contratto a progetto o aprirmi una partita iva. Ho scelto la seconda anche per le possibilità di variazione di contratto che col progetto non avrei avuto.
Solo che ora non so come devo muovermi: devo andare all'ufficio entrate e aprirmi la partita iva (che documenti devo portare?) poi dovrò andare all'INPS per la previdenza? e con la nuova legge sul TFR?
poi come sono i costi? come devo agire?
su che spese posso detrarre l'iva oltre che sul computer?

Uanne
04-03-2007, 20:19
http://www.cndc.it/CMS/home/jsp/home.jsp

Challenger
04-03-2007, 21:17
Meglio avere le idee chiare prima di accettare

""contratto a progetto o aprirmi una partita iva""
Col Contratto a progetto sei assimilato a lavoratore dipendente.
Se hai partita iva sei un lavoratore autonomo

""Ho scelto la seconda anche per le possibilità di variazione di contratto che col progetto non avrei avuto""
Non hai possibilità di variazioni di contratto perchè non hai un contratto ma fatturi in base al lavoro prestato.


""Solo che ora non so come devo muovermi: devo andare all'ufficio entrate e aprirmi la partita iva (che documenti devo portare?) poi dovrò andare all'INPS per la previdenza?"
Scegliti un commercialista appena appena decente che ti segua con l'ottenimento n. di partita iva, iscrizione camera di commercio, denuncia inizio attività al comune, registri vari, iscrizione inps etc etc

""e con la nuova legge sul TFR?""
se sei autonomo non hai tfr

Room237
04-03-2007, 21:25
Originariamente inviato da Challenger
Col Contratto a progetto sei assimilato a lavoratore dipendente.
Se hai partita iva sei un lavoratore autonomo

Col progetto avrei avuto un contratto di un anno e mezzo, a stipendio fisso ma orario variabile (cioè se per terminare il progetto avessi dovuto lavorare più tempo, questo non mi sarebbe stato retribuito) e sarebbe stato vincolante in termini di tempo

Originariamente inviato da Challenger
Non hai possibilità di variazioni di contratto perchè non hai un contratto ma fatturi in base al lavoro prestato.
Appunto, inoltre possono aumentarmi la tariffazione oraria, e possono assumermi anche prima (o anche dopo) rispetto all'anno e mezzo che avrei avuto obbligatorio col progetto.

Originariamente inviato da Challenger
Scegliti un commercialista appena appena decente che ti segua con l'ottenimento n. di partita iva, iscrizione camera di commercio, denuncia inizio attività al comune, registri vari, iscrizione inps etc etc
quello che voglio sapere è quanto può costare un commercialista per registrarmi quelle 15-20 fatture l'anno e la consulenza relativa...

Originariamente inviato da Challenger
se sei autonomo non hai tfr si, ok il tfr non c'è ma la previdenza si, e quindi cosa devo fare? L'inps è obbligatorio?

l'evangelista
04-03-2007, 21:33
L'inps è obbligatoria, sei costretto a pagare -neanche poco- per una pensione che non avrai mai.

Per il commercialista è una spesa che puoi evitare visto che hai 1 solo cliente, devi solo registrare fatture emesse e ricevute. Per il primo anno ti consiglio di avvalerti comunque di un commercialista, viste le pratiche che avrai da sbrigare nelle prime settimane.

Challenger
04-03-2007, 21:56
come ha detto evangelista l'iscrizione all'inps e inail sono obbligatorie. Ti arrivano bollettini diciamo, salvo maggiori redditi, intorno alle 4.000 euro annui

A mio avviso per il commercialista che ti curi la parte contabile e dichiarazioni redditi più dichiarazioni iva e altro diciamo che potresti spendere (fattura scaricabile) dai 100 ai 150 mensili.

Prova a farti due conti in questo modo:

- Fatturato mensile al netto di iva x 12 mesi
- levi spese, inps, commercialista etc
- levi 50 per cento di tassazione
quello che ti rimane potrebbe essere il tuo guadagno

Loading