PDA

Visualizza la versione completa : Finalmente ho agito!


Sergiao
28-03-2007, 02:51
Ti ritrovi l, con tutti quelli che fino a poco tempo prima hai considerato mostri sacri, jazzisti professionisti e un sacco di musicisti preparati, una jam session e prendi coraggio, ti fai avanti, fortunatamente sono tutti gentilissimi ti mettono a tuo agio e ti dicono di provare a suonare, di non preoccuparti.
Alzi il puntale perch il contrabbasso altrimenti ti risulta troppo basso e scomodo, lo alzi ma non abbastanza, ma ormai non c' pi tempo. Il sassofonista ormai sta staccando il tempo, lo fa veloce, non si cura del fatto che per te la prima volta.
Chiudi gli occhi.
Stai sul quattro.
Via, fantastico, ci riesci, non come qunado suoni "in casa", ma riesci a dire la tua senza fare una figuraccia e dopo i conrabbassisti a cui hai detto "ma no, non me la sento non sono in grado" e gli altri che ti hanno sentito dire che non volevi, ti vengono a fare i complimenti, ti dicono che hai un gran tiro, che sei stato un treno, che hai retto su tutto nonostante il batterista che ti fosse capitato stesse un po' per i fatti suoi.
Bello quando ti chiedono di tornare.
Bello quando ti fanno un complimento sincero, tu che ti senti come se c'avessi scritto "pirla" in fronte.
Bello cazzo.

geppo80
28-03-2007, 03:04
:unz:

Neptune
28-03-2007, 03:12
Mi manca un gruppo con cui suonare :nonlodire

Non sono la fine del mondo a suonare per poter suonare assieme e dire la tua, invece di stare in camera oscurato dalle pareti.. una gran cosa.

DydBoy
28-03-2007, 03:43
Vai bello, vai.

spizzico
28-03-2007, 08:06
Originariamente inviato da Sergiao

Bello cazzo.

:fagiano:

kekino
28-03-2007, 08:29
Originariamente inviato da Sergiao
Ti ritrovi l, con tutti quelli che fino a poco tempo prima hai considerato mostri sacri, jazzisti professionisti e un sacco di musicisti preparati, una jam session e prendi coraggio, ti fai avanti, fortunatamente sono tutti gentilissimi ti mettono a tuo agio e ti dicono di provare a suonare, di non preoccuparti.
Alzi il puntale perch il contrabbasso altrimenti ti risulta troppo basso e scomodo, lo alzi ma non abbastanza, ma ormai non c' pi tempo. Il sassofonista ormai sta staccando il tempo, lo fa veloce, non si cura del fatto che per te la prima volta.
Chiudi gli occhi.
Stai sul quattro.
Via, fantastico, ci riesci, non come qunado suoni "in casa", ma riesci a dire la tua senza fare una figuraccia e dopo i conrabbassisti a cui hai detto "ma no, non me la sento non sono in grado" e gli altri che ti hanno sentito dire che non volevi, ti vengono a fare i complimenti, ti dicono che hai un gran tiro, che sei stato un treno, che hai retto su tutto nonostante il batterista che ti fosse capitato stesse un po' per i fatti suoi.
Bello quando ti chiedono di tornare.
Bello quando ti fanno un complimento sincero, tu che ti senti come se c'avessi scritto "pirla" in fronte.
Bello cazzo.

Amen.





:yuppi: :yuppi: :yuppi: :yuppi:


prima o poi anche io voglio!

Gren
28-03-2007, 09:02
Praticamente, ti hanno detto le stesse cose che ti ho detto io.
Ti invidio, fratello. Ti ammiro e ti invidio.

Io le mie occasioni le ho avute, ma non sono mai stato bravo come te.
Ricordo una volta, che feci un pezzo con bernardo lanzetti e un manipolo di jazzisti, in uno dei templi del jazz milanese, completamente imballato di persone (bei tempi, porca miseria), con un pubblico che avrebbe fatto impallidire qualunque pischello; sono sceso dal palco -dopo avere fatto una cantaloupe island in cui suonai da schifo, come sempre- e l'unica cosa che mi abbiano detto : "ma non si sentiva un ca**o"?

Come si diceva: far bene all'amore, fa bene all'amore.
Sono queste cose, che faranno di te un grande musicista. Ancora pi grande, intendo.

Gren
28-03-2007, 09:08
Originariamente inviato da Neptune
Mi manca un gruppo con cui suonare :nonlodire

Non sono la fine del mondo a suonare per poter suonare assieme e dire la tua, invece di stare in camera oscurato dalle pareti.. una gran cosa.

Dire la tua una gran cosa solo se qualcuno ti ascolta. Altrimenti, come parlare con Wilson (http://www.geocities.com/imokproductions/WilsonDiscovered.jpg) (oh, avremo mica gi spiegato la "stranezza" di tanti musicisti?).
Farsi ascoltare la cosa pi difficile che ci sia nella vita. innata, probabilmente; come se arrivasse prima la vibrazione che attira l'attenzione di chi ti sta davanti e -poi- quello che sai fare.

darkkik
28-03-2007, 09:08
Originariamente inviato da Sergiao

Via, fantastico, ci riesci, non come qunado suoni "in casa", ma riesci a dire la tua senza fare una figuraccia e dopo i conrabbassisti a cui hai detto "ma no, non me la sento non sono in grado" e gli altri che ti hanno sentito dire che non volevi, ti vengono a fare i complimenti, ti dicono che hai un gran tiro, che sei stato un treno, che hai retto su tutto nonostante il batterista che ti fosse capitato stesse un po' per i fatti suoi....
Bella bro', una sensazione impagabile :unz:

Nottedifebbraio
28-03-2007, 09:09
Beh.. complimenti!!! :)

Loading