PDA

Visualizza la versione completa : debito pubblico 2006 al 105,4%


tognazzi
25-04-2007, 09:56
http://www.repubblica.it/2007/04/sezioni/economia/conti-pubblici-40/dati-eurostat/dati-eurostat.html

come da titolo, debito pubblico per il 2006 stimato al 105,4% in netta diminuzione :unz: :unz: :argo: :argo:

To' l'Italia si tira su i calzoni :argo:

webus
25-04-2007, 11:41
Originariamente inviato da tognazzi
http://www.repubblica.it/2007/04/sezioni/economia/conti-pubblici-40/dati-eurostat/dati-eurostat.html

come da titolo, debito pubblico per il 2006 stimato al 105,4% in netta diminuzione :unz: :unz: :argo: :argo:

To' l'Italia si tira su i calzoni :argo:

E pensare che solo pochi mesi fa sembravamo allo sfascio.

Ah, segnalo:
Tuttavia, a far crescere molto disavanzo e debito nel 2006, riconosce Eurostat, sono stati alcuni fattori una tantum, i rimborsi Iva sulle auto aziendali dovuti dallo Stato in base alla sentenza della Corte di giustizia europea del 14 settembre scorso e la cancellazione dei crediti dello Stato nei confronti della società Tav per il finanziamento dell'Alta Velocità, in conseguenza dell'accollo diretto del debito di Infrastrutture Spa disposto dalla legge finanziaria del 2007. Al netto di questi e altri oneri straordinari, il deficit 2006 si sarebbe già attestato ben al di sotto del 3% (2,4% per l'Istat)..

vificunero
25-04-2007, 11:55
Originariamente inviato da webus
E pensare che solo pochi mesi fa sembravamo allo sfascio.

Ah, segnalo:
Tuttavia, a far crescere molto disavanzo e debito nel 2006, riconosce Eurostat, sono stati alcuni fattori una tantum, i rimborsi Iva sulle auto aziendali dovuti dallo Stato in base alla sentenza della Corte di giustizia europea del 14 settembre scorso e la cancellazione dei crediti dello Stato nei confronti della società Tav per il finanziamento dell'Alta Velocità, in conseguenza dell'accollo diretto del debito di Infrastrutture Spa disposto dalla legge finanziaria del 2007. Al netto di questi e altri oneri straordinari, il deficit 2006 si sarebbe già attestato ben al di sotto del 3% (2,4% per l'Istat)..

La situazione rimane ancora difficile. Bisogna anche considerare i valori assoluti del debito, non solo il rapporto con il pil in termini percentuali. Ti faccio anche notare che quello che tu riporti si riferisce al deficit 2006 e che il trend del rapporto debito/pil è risalito a partire dal 2004/2005. Poi so che tu risponderai con 11 settembre, gravissima depressione mondiale dell'inizio millennio ecc..ecc...

webus
25-04-2007, 12:07
Originariamente inviato da vificunero
La situazione rimane ancora difficile. Bisogna anche considerare i valori assoluti del debito, non solo il rapporto con il pil in termini percentuali. Ti faccio anche notare che quello che tu riporti si riferisce al deficit 2006 e che il trend del rapporto debito/pil è risalito a partire dal 2004/2005. Poi so che tu risponderai con 11 settembre, gravissima depressione mondiale dell'inizio millennio ecc..ecc...
una "situazione difficile" è un po' diversina da quella dello "sfascio" così pubblicizzata fino a pochi mesi fa.
Non credi?

Riguardo 11 settembre e depressione-mondiale-blah-blah credo sia ormai chiaro a tutti che furono solo mie invenzioni.

Infine ti faccio notare che il deficit del 2006 si riferisce a quanto programmato con l'ultima finanziaria del governo Berlusconi.

PS. notato come la parola "sfascio" sia magicamente scomparsa da ogni giornale e telegiornale all'indomani delle elezioni? :madai!?:

vificunero
25-04-2007, 12:44
Sul fatto che il governo stia abbassando la guardia sono d'accordo con te. Anche perchè non si sa fino a dove ci porta la ripresa in corsa. La situazione era ed è difficile.

tognazzi
25-04-2007, 13:23
con un fardello del genere sul gobbone la situazione secondo me è difficile, ma il futuro è molto meno nero di quello che sembrava anche solo pochi mesi fa.
come dice giustamente webus sembrava che fossero gli ultimi giorni prima dell'apocalisse, non è così.
ciò che è più importante nel debito pubblico è la dinamica del debito: se tende stabilmente a scendere, come accade oggi, la situazione è sotto controllo ed è solo questione di tempo. inoltre, più il debito scende più diventa facile che scenda ulteriormente: si riducono gli interessi sul debito, migliora il giudizio delle società di rating sul debito stesso, e così via.
sorprendenti anche i risultati sul deficit: al netto di poste straordinarie (i rimborsi IVA sulle auto, ecc.) siamo largamente al di sotto della soglia del 3% sul Pil, davvero notevole.

tognazzi
25-04-2007, 13:29
Originariamente inviato da vificunero
Sul fatto che il governo stia abbassando la guardia sono d'accordo con te. Anche perchè non si sa fino a dove ci porta la ripresa in corsa. La situazione era ed è difficile.

questo governo ha avuto fortuna perché ha immediatamente imbroccato una discreta ripresa economica. quando l'economia tira il gettito fiscale aumenta, quando c'è recessione avviene il contrario, e in più aumentano le spese pubbliche dovute alle maggiori richieste di sussidi di disoccupazione, incentivi alle imprese, incentivi alla domanda dei consumatori, spesa pubblica anticiclica del governo nella costruzione di nuove infrastrutture per stimolare un'economia altrimenti stagnante, ecc. ecc.
nel complesso mi pare che il governo stia anche cercando di resistere alle pressioni delle lobby e di utilizzare il "tesoretto" con intelligenza. sarebbe un grave errore lasciarsi sfuggire quest'occasione per risanare la finanza pubblica. è un problema astratto, difficile da spiegare alla gente, ma molto importante.

vificunero
25-04-2007, 13:45
Il tesoretto, che non è altro che extra-gettito, sarà speso. Visto che la spesa pubblica è già enorme non mi pare che sia la soluzione "intelligente".

tognazzi
25-04-2007, 13:47
Originariamente inviato da vificunero
Il tesoretto, che non è altro che extra-gettito, sarà speso. Visto che la spesa pubblica è già enorme non mi pare che sia la soluzione "intelligente".

aspetto di vedere come va a finire. tieni presente che per ora da quello che ho capito è solo pretattica, ognuno chiede che il tesoretto vada a lui ma il governo che io sappia non ha ancora preso impegni formali con nessuno.

webus
25-04-2007, 15:29
Originariamente inviato da tognazzi
aspetto di vedere come va a finire. tieni presente che per ora da quello che ho capito è solo pretattica, ognuno chiede che il tesoretto vada a lui ma il governo che io sappia non ha ancora preso impegni formali con nessuno.
questo governo in realtà naviga a vista, e non è nemmeno sicuro mantenga le stesse dichiarazioni dalla mattina alla sera.
Dopo averci bombardato per anni di annunci di sventura ancora pochi mesi fa Padoa Schioppa dichiarava che non si sarebbe potuto parlare di abbassamento della pressione fiscale almeno per altri due anni.
Miracolosamente dopo la strizza che si son presi con la crisi di governo già il giorno dopo Prodi prima e il Padoa a ruota si affrettarono a predicare ci abbassamento di Ici e balle varie. Fino a questi giorni dove sembra sia accaduto un improvviso miracolo.

Curioso come solo poco tempo fa c'era gente qui che dichiarava giusto e sacrosanto che il governo aumentasse le tasse, perché ne aveva bisogno. E poi i creduloni sarebbero quelli che votano a destra.

Loading