PDA

Visualizza la versione completa : Report: goodnews provincia di Bolzano


Dario89
29-04-2007, 23:21
Stavo guardando proprio in questi momenti Report, ottima trasmissione su raitre, e qual'è la "goodnews" di questa settimana? L'adozione di software libero nelle scuole della provincia di Bolzano, e segue un servizio sui risparmi prodotti dall'adozione di software libero sia in ambito desktop (e inquadrano una finestra con openoffice 1.1, vabbè sono un po' indietro ;)) che server, portando anche come esempio alcune aziende che parlano del loro risparmio per il csto di "sistema operativo" e "suite d'ufficio"...

A parte qualche piccola inesatezza nella solita confusione tra libero e gratuito il servizio era ben fatto, come sempre per report, sebbene un po' superficiale, e poi la Gabanelli che mi conclude dicendo che "tutto si può scaricare da internet, dove ci sono pure le istruzioni su come installarlo" senza fornire uno straccio di link....vabbè...

Scusate se è un po' (non troppo dai!) Off Topic, ma voi che ne pensate del crescente interesse anche da parte dei mas media per il software libero: che sia la volta buona per uno sviluppo sul larga scala? Che firefox sia riuscito a convincere molti che il software libero può anche essere migliore di quello proprietario?

andrea.paiola
29-04-2007, 23:25
Che bello la provincia di Bolzano ha (quasi) tutto software libero... un milione di euro risparmiato all'anno :sbav:
http://www.report.rai.it/RE_elenco/0,11515,2007-classificazione-3,00.html

http://forum.html.it/forum/showthread.php?s=&threadid=1117523 uff :jam:

Dario89
29-04-2007, 23:36
eheh.....
Non mi stupisce la notizia in sè ma il fatto che abbia trovato visibilità su un mezzo così seguito come report....buon segno...

andrea.paiola
29-04-2007, 23:36
si nelle scuole è corretto
sui server lo usano da 15 anni han detto
negli uffici hanno sostituito MS Office con OpenOffice

marco@linuxbox
29-04-2007, 23:48
la cosa che più mi ha colpito è che gli enti pubblici, a detta del servizio, pagassero le licenze una volta l'anno, ma che so caramelle che c'hanno la scadenza :madai!?:

Cmq bel servizio, davvero buone nuove ... se però si pensa che a muoversi è stato un argentino non è che fa ben sperare :stordita:

eddis
29-04-2007, 23:52
Vista anch'io. La notizia è ottima. Tra l'altro è stata segnalata anche l'azienda del trasporto pubblico, sempre di Bolzano, come utilizzatrice di software libero, anche se la datazione (15 anni) dell'adozione del free software mi è sembrata un po' eccessiva.
Irraggiungibile, almeno per me, il link del progetto della distribuzione indicata nella trasmissione come utilizzata nelle scuole di Bolzano: FUSS Soledad Linux (FUSS è l'acronimo di Free Upgrade Southtyrol's Schools).
Da notare che il promotore dell'iniziativa sia stato un Argentino che lavora nella P.A. del luogo.
Se è necessario il contributo dall'estero, ben venga.
Non per fare polemica, ma ricordo che anche in questo forum si sia parlato di software libero nella scuola, ma perfino qui ho letto commenti conditi dai soliti luoghi comuni (non si può fare, non ci sono programmi adatti e chi più ne ha ne metta).
Senza contare che nelle scuole che io conosco (Roma), il software proprietario è imperante e (quasi) nessun docente si prende la briga di pronunciare le fatidiche parole udite nella trasmissione: "la scuola deve educare alla legalità" (quindi nessun software pirata, meglio free software). Anzi, ho sentito più volte riferire che docenti abbiano detto testualmente "chi il software non ce l'ha, se lo copi" (e non si parla certo di free).

eddis
29-04-2007, 23:59
Citata su tuxmachines.org (http://www.tuxmachines.org/node/4416)

francofait
30-04-2007, 00:03
Originariamente inviato da marco@linuxbox
la cosa che più mi ha colpito è che gli enti pubblici, a detta del servizio, pagassero le licenze una volta l'anno, ma che so caramelle che c'hanno la scadenza :madai!?:

Cmq bel servizio, davvero buone nuove ... se però si pensa che a muoversi è stato un argentino non è che fa ben sperare :stordita:

Si buona parte delle lincenze microsft sono a scadenza annuale anche verso le aziende private non solo quelle pubbliche , dipende dai contratti stipulati in essere. Microsoft nel pelar le patate è alquanto elastica , peggio de na fionda. :D :D

Comunque anche il nuovo portale del ministero istruzione publica è un portale linux , su server linux.

mykol
30-04-2007, 09:46
penso che nelle scuole il problema non sia tanto quello dei docenti (qualche docente che potrebbe lanciare l'open c'è ed agli altri non glie ne frega nulla), ma le resistenze vengono di solito sono sopratutto dai dirigenti.

Il problema lo potrebbe risolvere solo la Guardia di Finanza: un controllo all'anno di tutte le licenze ed il gioco sarebbe fatto !

andrea.paiola
30-04-2007, 10:10
Originariamente inviato da mykol
le resistenze vengono di solito sono sopratutto dai dirigenti
c'è il solito magna magna

Loading