PDA

Visualizza la versione completa : E vennero Gli Ipermaster....


@rgo1
22-05-2007, 12:57
Un'ipotesi del nostro futuro (neanche tanto irreale a parte le case popolari) ideata da un'appassionata di fan fiction....

"E vennero gli Ipermaster

[...]Ed un giorno si deliberò che i partecipanti ai corsi di Ipermaster dovessero avere diritto ad un alloggio nelle case popolari: essi avevano famiglia e non avrebbero saputo come fare a mantenerla se avessero pure dovuto pagare un affitto.
Gli Atenei si spartirono le quote ed un noto Ateneo di impronta religiosa si aggiudicò dei deliziosi appartamentini in zona Maggiolina.

D'altro canto la crisi demografica era talmente acuta che si era deciso di vietare la vendita di preservativi nelle Università, nelle Post Università e nei corsi Master: uno studio svolto in tal senso, che aveva richiesto un anno di lavoro, uno staff di 150 persone e un supercomputer per contenere il database in cui organizzare tutti i dati raccolti, aveva mostrato che era quella l'età in cui i giovani sentivano più forte il richiamo di un compagno o di una compagna fissi e quella in cui l'attività sessuale era regolarmente praticata dalla maggioranza delle persone.
Era anche chiaro che se tutti questi giovani avessero atteso per sposarsi il completamento dell'Ipermaster sarebbero poi stati troppo vecchi e demotivati per mettere al mondo dei figli, l'ideale era quindi una bella gravidanza indesiderata.

Ci fu anche una Pubblicità Progresso, molto avveniristica, ch vinse perfino un premio, affidata ad un noto regista francese. E pure una fiction televisiva che fece piangere tutte le ragazze (prima quelle che avevano sky, poi le altre): Scarpette rosa.

Gli insegnanti dei corsi di Ipermaster, intanto, giravano per gli atenei dedicati ai Master illustrando tutti i vantaggi associati al loro corso di studi. C'era un bellisimo depliant che mostrava una famigliola felice davanti alla sua casetta popolare con affitto pagato in parte con il Buono della Regione e, all'interno, in caratteri simpatici, l'elenco dei corsi da seguire: musicologia applicata all'urbanistica, teoria e pratica dello shopping: come disporre le vostre rastrelliere, cannibalismo pratico e metaforico dall'Indonesia alle chiese cattoliche, simbologia del piercing nelle culture metropolitane... L'ultima pagina parlava delle aree di sbocco di questo faticoso ma entusiasmante percorso intellettuale: la non rigidità degli studi avrebbe favorito una grande apertura mentale, rendendo l'Ipermasterato in grado di adattarsi con successo alla grande flessibilità richiesta oramai dal mercato dal lavoro.

Seguivano storie di successo: la figlia di un noto immobiliarista dopo aver conseguito l'Ipermaster si era dedicata con successo alla progettazione di un nuovo complesso residenziale, il figlio di un noto politico guidava il Moviemto dei Consumatori Coscienti... brevi storie di eclettico successo.



Nel rattemo alcuni gruppi di opinione originati in paesini sperduti premeva per il ripristino delle caste e delle gilde, reclamando a gran voce che questo ripristino contemplasse l'eredità del posto di lavoro.


Alcuni quarantenni Ipermasterati, messi dinanzi ai loro primi incarichi di rilievo (fotocopiatrice), però, si suicidavano. Nell'acqua degli uffici, quindi, alcuni Direttori del Personale, aggiungevano citalopram o prozac.


Alcune mamme si riunirono in associazioni con il motto Mio figlio non studia e fa l'imbianchino, a simbolo un enorme dito medio con anello con pietra taglio marquise.[...]"

dvds
22-05-2007, 13:12
Originariamente inviato da @rgo1
Alcuni quarantenni Ipermasterati, messi dinanzi ai loro primi incarichi di rilievo (fotocopiatrice), però, si suicidavano. Nell'acqua degli uffici, quindi, alcuni Direttori del Personale, aggiungevano citalopram o prozac.

Ma questo succede già oggi, con chi esce dalle università. :D

wallrider
22-05-2007, 13:14
non ho capito
TargetMasterhttp://www.fortunecity.com/lavendar/manwood/484/TF/V-Series/Crossformers2.jpg o HeadMaster?http://www.fortunecity.com/lavendar/manwood/484/TF/HM-Series/Headmasters-Cybertron.jpg

@rgo1
22-05-2007, 16:53
a me pareva bella :bhò:

@rgo1
22-05-2007, 21:44
un amico-web risponde:

"Basta con gli studi!
Fondiamo un movimento: il lavoro me lo invento.

Niente titoli o diplomi, quelli son da maggiordomi:
viaggia, incontra, osserva, mira, senza il becco di una lira.

Non dal banco, liso e vecchio, ma dall'occhio e dall'orecchio,
uscirà col cuore puro, il lavoro del futuro."


un applauso: :clap:clap:

:D

Loading