PDA

Visualizza la versione completa : Rapporto medico-paziente


TeoB
01-08-2007, 16:45
Esiste una qualche legge che garantisce che il paziente, salvo casi in cui non sia capace di intendere e volere, debba essere informato DIRETTAMENTE (cioŔ non tramite altre persone, nemmeno famigliari) dal medico che lo cura sul suo stato di salute?

Puˇ un famigliare del paziente decidere quale tipo di cura intraprendere o addirittura decidere che questo non venga affatto curato? :fagiano:

torejx
01-08-2007, 16:47
Originariamente inviato da TeoB
Puˇ un famigliare del paziente decidere quale tipo di cura intraprendere o addirittura decidere che questo non venga affatto curato? :fagiano:
beh credo (anzi spero) di no!

7keys
01-08-2007, 16:48
Originariamente inviato da TeoB
Esiste una qualche legge che garantisce che il paziente, salvo casi in cui non sia capace di intendere e volere, debba essere informato DIRETTAMENTE (cioŔ non tramite altre persone, nemmeno famigliari) dal medico che lo cura sul suo stato di salute?

Puˇ un famigliare del paziente decidere quale tipo di cura intraprendere o addirittura decidere che questo non venga affatto curato? :fagiano:


vabeh...

Chi Ŕ incinta?

TeoB
01-08-2007, 16:50
Originariamente inviato da torejx
beh credo (anzi spero) di no!

Pure io :fagiano:

7keys, scusa, ero convinto fossero accettate entrambe le forme :stordita:

RokStar
01-08-2007, 16:50
Per quanto ne so, salvo indicazioni differenti, il medico dovrebbe parlare dello stato di salute di un paziente SOLO con il paziente. Tipo, se c'Ŕ una ragazza di 19 anni incinta non Ŕ che pu˛ andare dai genitori a congratularsi...
Ci dovrebbe essere invece la possibilitÓ di dare disposizione diversa. Ad esempio, in caso di malattie gravi lasciar decidere la famiglia, che teoricamente Ŕ pi¨ lucida del malato stesso, ed evitare di essere informato sullo stato di salute... ci˛ se preventivamente palesato dal paziente, non a discrezione del medico.
Infine, se una persona non pu˛ parlare, Ŕ in coma, ha perso la testa, le decisioni spettano al familiare pi¨ prossimo o al medico in caso non si trovino familiari.

Magari ho detto solo cazzate? Sai che novitÓ. :madai!?:

annina79
01-08-2007, 16:53
Originariamente inviato da RokStar
Per quanto ne so, salvo indicazioni differenti, il medico dovrebbe parlare dello stato di salute di un paziente SOLO con il paziente. Tipo, se c'Ŕ una ragazza di 19 anni incinta non Ŕ che pu˛ andare dai genitori a congratularsi...
Ci dovrebbe essere invece la possibilitÓ di dare disposizione diversa. Ad esempio, in caso di malattie gravi lasciar decidere la famiglia, che teoricamente Ŕ pi¨ lucida del malato stesso, ed evitare di essere informato sullo stato di salute... ci˛ se preventivamente palesato dal paziente, non a discrezione del medico.
Infine, se una persona non pu˛ parlare, Ŕ in coma, ha perso la testa, le decisioni spettano al familiare pi¨ prossimo o al medico in caso non si trovino familiari.

Magari ho detto solo cazzate? Sai che novitÓ. :madai!?: per le indicazioni differenti di cui parli all'inizio, non devono essere per forza manifestate chiaramente. nel senso che se tu vai in ospedale con i tuoi e i tuoi sono sempre presenti, se il medico ritiene che tu non sei pronto per ricevere una notizia ne pu˛ cmq parlare prima con loro.

galz
01-08-2007, 16:53
Originariamente inviato da TeoB
7keys, scusa, ero convinto fossero accettate entrambe le forme :stordita:
Lo sono :fagiano:

TeoB
01-08-2007, 16:54
Nono, nessuna Ŕ incinta :D Si parla di una persona anziana (mio nonno). Non Ŕ lucidissimo perchŔ Ŕ sotto antidepressivi, perˇ capisce tutto e ragiona (anche meglio di altri...) e probabilmente ha delle metastasi in giro. Mia zia (sua figlia) che di norma "si prende cura di lui" Ŕ giÓ lÝ con l'acquolina in bocca e ha giÓ deciso che non dovrÓ essere curato perchŔ a quell'etÓ non puˇ reggere la chemio. Per quel poco che ne so sono d'accordo con lei, perˇ penso che spetti a mio nonno decidere, no?

Quello che so per certo Ŕ che il dottore che ce l'ha in cura non parla mai direttamente con mio nonno, perchŔ Ŕ molto amico di mia zia :fagiano:

7keys
01-08-2007, 16:57
Originariamente inviato da TeoB
Pure io :fagiano:

7keys, scusa, ero convinto fossero accettate entrambe le forme :stordita:

vabeh ma io che correggo un errore grammaticale guarda...
E tu che mi dai pure retta :D

RokStar
01-08-2007, 16:57
Originariamente inviato da annina79
per le indicazioni differenti di cui parli all'inizio, non devono essere per forza manifestate chiaramente. nel senso che se tu vai in ospedale con i tuoi e i tuoi sono sempre presenti, se il medico ritiene che tu non sei pronto per ricevere una notizia ne pu˛ cmq parlare prima con loro.
Sicura? Aspettiamo Davide... :jam:

Loading