PDA

Visualizza la versione completa : (Film) La ragazza del lago


wsim
18-09-2007, 10:10
La ragazza del lago
(Italia, 2007)

Questo film con cui Andrea Molaioli esordisce alla regia è un giallo ambientato ai margini della provincia italiana, nel classico paese dove si conoscono tutti e dove non succede mai niente.
Il commissario Sanzio, un funzionario burbero e di poche parole, convocato per il presunto rapimento di una bimba, si trova invece ad indagare sull’omicidio di una bella ragazza, trovata morta sulla riva di un lago, in Friuli.
La cerchia dei sospettati è limitata ad un pugno di persone, tra familiari e conoscenti della ragazza, e tra essi il commissario indagherà, frugando nei volti e nelle coscienze, più che tra i pochi, frammentari indizi che riuscirà comunque a collegare…
Il commissario Sanzio è il bravo Toni Servillo, già protagonista in “Le conseguenze dell’amore”.
Qui interpreta un personaggio stanco, consumato da una carriera in cui ha visto di tutto e dai suoi problemi personali, la moglie ammalata, la figlia in piena crisi di identità adolescenziale…
Un personaggio che sarebbe piaciuto a un Simenon, e Sanzio ricorda un po’ nello stile il famoso commissario Maigret creato dallo scrittore francese…
Per il resto, il film si fa notare per la “misura” con cui è diretto, anche se a tratti (purtroppo) ha un piglio da fiction televisiva e la parte più giovane del cast non è completamente all’altezza. Molto felice la scelta delle location, colpiscono la pulizia esteriore e la luce dei luoghi come voluto contrappasso ai segreti e ai tormenti nascosti delle persone…

E’ un’opera prima e gli si possono perdonare alcune incertezze, anche alla faccia dei tanti critici del cinema italiano.

Globale ***

foo
18-09-2007, 10:32
http://cinestills.com/image/1/m/morettirossa.jpg

vivasim... hai scritto davvero "la scelta delle location" o mi si è sminchiato l'applicativo per la consultazione delle pagine diffuse sulla rete?

Mr_White
18-09-2007, 10:34
http://www.rustichelli.net/roma/Contents/Images/Alberto_Sordi.jpg

Uotzz'Amerrica....

Bellla rece, 'sim, Servillo è sempre impeccabile.

wsim
18-09-2007, 10:35
foo, e' scritto lì nero su bianco :D

ah, Moretti c'è...ringraziato nei titoli di coda...

Martin
17-10-2007, 12:40
Visto ieri. Si parva licet componere magnis, mi ha ricordato un po' certe atmosfere chabroliane.
Magistrale Toni Servillo, si sta rivelando uno dei migliori attori italiani attualmente sulla scena (altrettanto bravo in teatro). Come dice Wsim, un po' titubanti gli attori più giovani. Una buona opera prima, da vedere.

Film ***
Cassiera *1/2 (giocava ai videogames, è vero che in sala eravamo in sette, ma un minimo di compostezza!)
Poppocò & Gogamedia N.P.

Arhica73
17-10-2007, 12:45
A me un conoscente accreditato ha detto che il film è un po' piatto perché manca di climax e anticlimax. È vero?

ZuperDani
17-10-2007, 12:46
Originariamente inviato da Arhica73
A me un conoscente accreditato ha detto che il film è un po' piatto perché manca di climax e anticlimax. È vero?

Sì, però c'è l'Ajax, e pure il Vetril.

Sergiao
17-10-2007, 12:51
Originariamente inviato da wsim
La ragazza del lago
(Italia, 2007)

Questo film con cui Andrea Molaioli esordisce alla regia è un giallo ambientato ai margini della provincia italiana, nel classico paese dove si conoscono tutti e dove non succede mai niente.
Il commissario Sanzio, un funzionario burbero e di poche parole, convocato per il presunto rapimento di una bimba, si trova invece ad indagare sull’omicidio di una bella ragazza, trovata morta sulla riva di un lago, in Friuli.
La cerchia dei sospettati è limitata ad un pugno di persone, tra familiari e conoscenti della ragazza, e tra essi il commissario indagherà, frugando nei volti e nelle coscienze, più che tra i pochi, frammentari indizi che riuscirà comunque a collegare…
Il commissario Sanzio è il bravo Toni Servillo, già protagonista in “Le conseguenze dell’amore”.
Qui interpreta un personaggio stanco, consumato da una carriera in cui ha visto di tutto e dai suoi problemi personali, la moglie ammalata, la figlia in piena crisi di identità adolescenziale…
Un personaggio che sarebbe piaciuto a un Simenon, e Sanzio ricorda un po’ nello stile il famoso commissario Maigret creato dallo scrittore francese…
Per il resto, il film si fa notare per la “misura” con cui è diretto, anche se a tratti (purtroppo) ha un piglio da fiction televisiva e la parte più giovane del cast non è completamente all’altezza. Molto felice la scelta delle location, colpiscono la pulizia esteriore e la luce dei luoghi come voluto contrappasso ai segreti e ai tormenti nascosti delle persone…

E’ un’opera prima e gli si possono perdonare alcune incertezze, anche alla faccia dei tanti critici del cinema italiano.

Globale ***
Grazie per la recensione come sempre impeccabile, è proprio un film che volevo vedere e ora mi hai convinto ancora di più. Servillo è strepitoso.

wsim
17-10-2007, 12:51
Originariamente inviato da Arhica73
A me un conoscente accreditato ha detto che il film è un po' piatto perché manca di climax e anticlimax. È vero?

digli che continui a vedere i film americani, lì sì che ci sono poliziotti eccitanti...

Martin
17-10-2007, 12:56
Originariamente inviato da wsim
digli che continui a vedere i film americani, lì sì che ci sono poliziotti eccitanti...

In tutto il film non tira mai fuori la pistola... che vergogna... :incupito:

Loading