PDA

Visualizza la versione completa : Interrogativo: Linux e microprocessori


giaros1
01-10-2007, 11:43
Salve,

mi sono posto una domanda a cui non so rispondere ... :)
premetto che capisco un po' di programmazione ma ignoro ogni rudimento di hardware.

La domanda è:
Ogni compilazione traduce il codice nel linguaggio di un microprocessore (instruction set):
quando installo linux sul mio PC quale instruction set utilizza ??

Forse c'è un instruction set comune per tutti i processori x386???

Se si allora linux non potrà mai utilizzare a pieno tutte le potenzialità dei nuovi processori.

E' così ????

P.S:
La stessa cosa vale anche per Windows ....

mykol
01-10-2007, 14:27
difatti ci sono anche le versioni i586, amd64, ecc...
Con la i386 ti assicuri la più ampia compatibilità. Quanto poi ci si guadagni in paratica ad usare quelle più specifiche, non lo so, non ho mai fatto prove oggettive.

Io ho un athlon 2000+ e ci metto sempre (quando la trovo) la versione "i586" e sono sempre andato bene.

giaros1
01-10-2007, 14:48
Per ubuntu mi sembra che c'è solo per processori a 32bit e quelle per quelli a 64

weseven
01-10-2007, 16:47
per ubuntu al massimo puoi trovare kernel precompilati per i686 o per il tuo processore (ad esempio l'amd di mykol è un k7 (i686),e ha alcune peculiarità,per cui ci sono kernel precompilati anche per k7,e così via).
i pacchetti però di ubuntu e debian vengono tenuti per i486 per ragioni di compatibilità.

altre distribuzioni,tipo arch,hanno solamente pacchetti compilati per i686 (o per x86_64 nel caso delle versioni 64bit) e quindi sono più ottimizzate.

un ottimizzazione di linux viene fatta nella compilazione del kernel;una delle prime opzioni che incontri configurandolo è proprio il tipo di processore sul quale vai ad installarlo.

giaros1
02-10-2007, 17:05
OK, allora vengo ad una domanda + specifica:

deve mettere su un hardware per un computer su cui si vuole installare linux.
Vale la pena di utilizzare un processore duo.

Solitamente i processori duo vanno bene se si usano algoritmi mirati per far lavorare le cpu in parallelo.

Se linux non offre le primitive per questi algoritmi, e se egli stesso non è capace di distribuire il carico allora devo dedurre che comprare un processore di questo genere è una spesa inutile.

PinguinoGoloso
02-10-2007, 17:11
Linux ha il supporto all'SMP (quello che serve con più processori o con processori dual core) dalla notte dei tempi.
Non è strettamente necessario che il software sia scritto apposta (ovviamente non guasterebbe), un kernel col supporto SMP attivo è in grado di distribuire il carico di sistema equamente anche per applicazioni diverse.

Assicurati di installare o compilare un kernel con supporto SMP.

weseven
02-10-2007, 17:13
linux supporta da secoli i sistemi multiprocessori; non ti sei mai chiesto cos'è la sigla SMP quando dai uname -a?

per quanto riguarda il calcolo in parallelo,i sistemi che fanno miracoli non esistono; o il programma è scritto con supporto per multicore,oppure userà un solo processore (mentre l'altro processore verrà usato dal sistema per altri affari).

Loading