PDA

Visualizza la versione completa : Arcano dilemma lavorativo


Neptune
15-10-2007, 22:41
Vi espongo la mia attuale situazione lavorativa, e poi mi dite se voi fosse in me come vi comportereste:

- Il mio attuale lavoro è di fare il benzinaio, a 120 euro a settimana. Se tutto va bene riesco a farli aumentare a 150 euro a settimana, ma potrei anche non riuscirci (contate che fino ad ora con 500 euro a settimana riesco a viverci, stretto ma ci riesco);
Questo lavoro è abbastanza rilassante, qualche rottura di palle ogni tanto ma ho il lavoro all'angolo di casa, niente spese di benzina o di mangiare fuori, niente traffico alla mattina, insomma saranno pure 600 euro a mese ma senza tutti sti sbattimenti vale molto di più di quello che prendo.

- La settimana scorsa ho fatto un colloquio per la mansione di programmatore visual basic. Questi sviluppano programmi nell'ambito della medicina, ed io già ho sviluppato in questo campo tant'è che domani li devo rivedere e fargli vedere il mio programma: Mi hanno detto che nel caso già si parlerà di contratti ed assunzione (mi hanno proposto contratto a progetto di 3 mesi e successivamente eventuale riconferma con contratti a tempo determinato annuali).
Sinceramente questo contratto a progetto non è che mi piaccia molto, magari mi fanno lasciare il mio attuale lavoro perchè gli serve un programmatore solo per qualche mese (magari hanno un periodo in cui sono carichi), mi promettono l'oro ma in realtà dopo 3 mesi mi mandano a cagare. Se non fosse per questa mia preoccupazione il lavoro sembrerebbe interessante, ed anche questo non è molto lontano da casa (dovrei però prendere la macchina per arrivarci);

-Oggi sono andato ad un'altro colloquio, questi installano impianti antitacheggio, casse (quelle dei supermercati) ed altri apparecchi del genere e gli servirebbe qualcuno che faccia manutenzione hardware. Mi hanno proposto un periodo di apprendimento di un pò di mesi (tempo che varierebbe a seconda di quanto apprendo), in cui mi darebbero 600 euro e poi una volta appreso si rivaluterebbe la cifra. Loro all'inizio hanno detto di farlo in nero questo periodo di prova ma ho subito detto che se non si fa un contratto non fa nulla, al che mi hanno detto che potrebbero propormi un contratto a tempo determinato anche per l'apprendistato.
La cosa che mi rende perplesso è che questi invece sono dall'altra parte della città, e di questi 600 euro 200 li darei via di benzina. In oltre nulla vieta che questo periodo di prova duri all'infinito o che passati al lavoro normale mi propongano uno stipendio di 50 euro in più e stop;

Ricapitolando in maniera breve:

- Non vorrei passare la vita a fare il benzinaio;

- Non vorrei essere assunto come programmatore, essere tenuto qualche mese e poi mandato a cagare, sopratutto perchè magari questi si aspettano chissa che cosa da me (anche se non ho mai sparato cazzate ai colloqui);

- Non vorrei essere preso a 600 euro, che poi la maggior parte se ne andrebbero di spese e e stress, per poi rimanere in prova per tre secoli;

Tutto questo sempre ammesso che per i due colloqui non mi scelgano proprio e a quel punto amen.

P.S: Qualcuno mi sa linkare qualche sito dove viene descritto a grosse linee contratto a progetto e contratto a tempo determinato? quello che mi piacerebbe sapere sono le modalità in cui potrei essere licenziato in entrambi.

rrobalzi
15-10-2007, 22:44
Il secondo e il terzo ti fanno schifo, mi pare tu non abbia altra scelta.

whitefox
15-10-2007, 22:47
Ma sei fuori di casa o abiti con i tuoi?

Neptune
15-10-2007, 22:48
Originariamente inviato da rrobalzi
Il secondo e il terzo ti fanno schifo, mi pare tu non abbia altra scelta.


Non è che mi fanno schifo, è che non mi piacciono le modalità contrattuali.

Voglio dire fare il benzinaio non mi piace come lavoro, però pagano puntuali e non si lavora manco troppo;

Gli altri e due, uno è in un campo che potrebbe essere interessante ma anche no (quello come riparatore hardware) l'altro invece mi piace troppo per essere vero :fagiano:

Insomma quello perfetto sarebbe come programmatore, e domani vado a fare il secondo colloquio che probabilmente mi svelerà molte cose. Solo che vorrei capire di più se è una fregautra o meno. Voglio dire magari mi abbindolano con una cifra quasi decente però poi vogliono il mio programma gratis e tenutomi per un tot tempo poi decidono di mandarmi.

Neptune
15-10-2007, 22:51
Originariamente inviato da whitefox
Ma sei fuori di casa o abiti con i tuoi?

Fuori casa, mio padre probabilmente non mi negherebbe di ridarmi al cifra mensile, ma se sto facendo questo lavoro per prendere 20 euro in meno di quello che invece "mi regalava mio padre" è perchè preferirei proprio non dover dir grazie a nessuno e sudarmeli. Quindi la possibilità di rimanere senza nulla non mi farebbe morire di fame ma mi seccherebbe molto.

Io sarei disposto a rischiare (Se non lo fai a 20 anni con il culo semi-coperto non lo fai più) con questo lavoro come programmatore: Alla fine se non ci sono fregature sarebbe un lavoro che mi piacerebbe. Però al contempo vorrei andarci senza prendere la scelta alla leggera, voglio dire ho avuto culo ad avere questo lavoro più due colloqui propizi, non è che mi ricapiteranno tanto facilmente.

The knight
15-10-2007, 22:59
Originariamente inviato da Neptune
Loro all'inizio hanno detto di farlo in nero questo periodo di prova ma ho subito detto che se non si fa un contratto non fa nulla, al che mi hanno detto che potrebbero propormi un contratto a tempo determinato anche per l'apprendistato.

Allora, o ti propongono un contratto a tempo determinato o un contratto d'apprendistato. Ricordati che un contratto d'apprendistato può durare anche fino a 6 anni.

taddeus
15-10-2007, 23:00
Cerca di fare ciò che più ti piace.

rrobalzi
15-10-2007, 23:03
Originariamente inviato da taddeus
Cerca di fare ciò che più ti piace.

Adoro il fatto di non avere nessun lavoro da dover fare per forza perchè mi piace quello, si è più adattabili. E poi ci si lamenta dei laureati che non si vogliono abbassare a scaricare bancali. :D

taddeus
15-10-2007, 23:04
Originariamente inviato da rrobalzi
Adoro il fatto di non avere nessun lavoro da dover fare per forza perchè mi piace qeullo, si è più adattabili. :D
ah beh, solo il fatto di dover lavorare è già una piccola tragedia :D

The knight
15-10-2007, 23:08
Il contratto a progetto in teoria dovrebbe essere un tipo di contratto finalizzato all'esecuzione di un determinato tipo di lavoro (per es. un sito web), e sempre in teoria dovrebbe dare la possibilità alla persona di poterlo eseguire anche tranquillamente da casa; però la maggior parte delle volte sono solo delle coperture per mascherare altri tipi di lavoro.

Loading