PDA

Visualizza la versione completa : (Film) Mein Fuhrer – La veramente vera verità su Adolf Hitler


wsim
24-11-2007, 00:40
Alla fine di dicembre del 1944, con la Germania distrutta dai bombardamenti e ormai accerchiata, Goebbels, ministro della Propaganda e della Guerra Totale, realizza che l’unico modo per ribaltare le sorti della guerra potrebbe essere quello di aiutare Adolf Hitler, ormai ridotto all’ombra di se stesso, a ritrovare la vitalità e l’energia di un tempo, per ricomparire in pubblico a galvanizzare nuovamente il popolo tedesco.
Così provvede a far liberare da un lager un professore ebreo di recitazione, Adolf Grunbaum, che in cambio della salvezza della vita dovrà aiutare in pochi giorni il Fuhrer a ridiventare l’istrione di un tempo.
L’incontro tra i due, tuttavia, produrrà sorprendenti effetti secondari.

Dani Levy, già regista di una satira sugli ebrei (Zucker), dirige un film ironico ed ovviamente antistorico nel quale si ride molto e di gusto su Hitler e sulla sua corte asfissiata dalle manìe dei gerarchi e dalle minuzie della burocrazia nazista.

Adolf Grunbaum è interpretato da Ulrich Muhe (bravissimo e purtroppo scomparso interprete de “Le vite degli altri”). Come curiosità, mi è parso che l’attore che interpreta Heinrich Himmler sia lo stesso che lo ha interpretato in veste drammatica ne “la Caduta”. In effetti, gli assomiglia.

Da vedere, con rinnovati complimenti ai tedeschi che sulla loro storia scomoda, oltre che trattarla seriamente, (La Caduta, Sophie Scholl, Rosenstrasse) sanno anche fare dell’umorismo come in questo film.
Superfluo aggiungere che in Germania il film ha sbancato i botteghini.
Ah, vedetevi anche i titoli di coda.

Globale ***1/2



A.H. : Pronto, sono Hitler…
… : …
A.H.: Sì, sì, Heil anche a lei…

andrea.paiola
24-11-2007, 00:45
essì l'avevo capito che era un bel film... mo vado a vederlo

ant_alt
24-11-2007, 01:17
minghia che sottotitolo :dottò:

mdsjack
24-11-2007, 12:15
Originariamente inviato da wsim
rinnovati complimenti ai tedeschi che sulla loro storia scomoda, oltre che trattarla seriamente, sanno anche fare dell’umorismo come in questo film.Strano, pensavo che le battute sul nazismo provocassero indignazione, in germania.

"La proporrò per il ruolo di Kapò"

jamesev
24-11-2007, 12:20
a proposito....
http://www.youtube.com/watch?v=9NF5OQa46dE

whitefox
24-11-2007, 12:21
Originariamente inviato da mdsjack
Strano, pensavo che le battute sul nazismo provocassero indignazione, in germania.

"La proporrò per il ruolo di Kapò"

Ecco, io ogni volta che ti leggo provo un po' di rammarico per i tuoi concittadini che si impegnano a sfatare il luogo comune de "I bolognesi non capiscono una cippa" :D

mdsjack
24-11-2007, 12:29
Originariamente inviato da whitefox
Ecco, io ogni volta che ti leggo provo un po' di rammarico per i tuoi concittadini che si impegnano a sfatare il luogo comune de "I bolognesi non capiscono una cippa" :D Spiegami la differenza tra i due diversi giudizi su due fatti di umorismo. Ovviamente la risposta è la convenienza politica nello "strumentalizzare" quel frangente da parte della sinistra italiana ed europea.
Mentre se lo fa un artista ebreo invece di un politico, diventa un pezzo di storia del cinema, per bocca dello stesso soggetto giudicante.

Curioso, no?

ps. sarai mica un modenese testa quadra?

Druzya
24-11-2007, 12:38
Originariamente inviato da mdsjack
Spiegami la differenza tra i due diversi giudizi su due fatti di umorismo. Ovviamente la risposta è la convenienza politica nello "strumentalizzare" quel frangente da parte della sinistra italiana ed europea.
Mentre se lo fa un artista ebreo invece di un politico, diventa un pezzo di storia del cinema, per bocca dello stesso soggetto giudicante.

Curioso, no?

ps. sarai mica un modenese testa quadra?
ovviamente berlusconi ha usato la battuta del kapo' per insultare, mentre questo e' un film satirico. sperare che tu possa capire la differenza e' un po' come credere negli ufo, ma non smetto mai di sperare che tu un giorno possa capir qualcosa, anche solo per sbaglio

e comunque, sempre perche' sei un pozzo di scienza, i reggiani hanno la testa quadra, non i modenesi. o era una penosissima battuta?

Fran©esco
24-11-2007, 12:40
Originariamente inviato da mdsjack
Spiegami la differenza tra i due diversi giudizi su due fatti di umorismo. Ovviamente la risposta è la convenienza politica nello "strumentalizzare" quel frangente da parte della sinistra italiana ed europea.
Mentre se lo fa un artista ebreo invece di un politico, diventa un pezzo di storia del cinema, per bocca dello stesso soggetto giudicante.

Curioso, no?

ps. sarai mica un modenese testa quadra?


Vedrò di essere divulgativo, visto che l'occasione lo richiede.

Quando vedi - faccio esempi a caso - Raul Cremona che fa il Mago Oronzo, o Albanese che fa Frengo, o qualsiasi comico bravo italiano che faccia satira sulle stramberie locali degli italiani, attingendo a luoghi comuni divertenti, ridi di gusto.

Se lo stesso personaggio lo fa un tedesco, canzonando gli italiani pizzaspaghettimandolino, pensi: "Cazzo vuole questo mangiasalsicce?"

Vero?
Ecco, ora ribalta la prospettiva. So che è difficile, ma ce la puoi fare. Conosco bolognesi che lo sanno fare.

mdsjack
24-11-2007, 12:55
state dicendo 2 cose diverse.
se fosse come dice francesco, allora la risposta è più che valida: campanilismo nazionale. allora mi spiego perchè un tedesco se la prenda se è un italiano ad offenderlo.
l'unico appunto: io rido anche qualora fosse uno tedesco o un americano a fare battute sugli italiani (come girano video su internet). (certo se parliamo dei francesi... :mame: )

la spiegazione di druzya - altro modenese che qui a bologna chiamiamo testaquadra (siete voi a rimpallare tutto ai reggiani) - non mi pare convincente invece. berlusconi fa battute su tutti e tutto, e mi sembra strano che gli rimproveri di essere stato offensivo dopo l'allora intervento non certo benevolo di Schultz. insomma, se anche fosse così, non è credibile come la si vuole porre... :rollo:

Loading