PDA

Visualizza la versione completa : israele e palestina. una svolta storica?


aeterna
28-11-2007, 00:07
sicuramente non ho trovato il thread relativo, perchè mi pare strano che non sia strano aperto.

cmq approfitto per fare due domande/considerazioni:

siamo forse di fronte ad un crocevia che traccerà una svolta storica?

"George W. Bush ha annunciato che israeliani e palestinesi hanno deciso di lanciare colloqui bilaterali immediati mirati a raggiungere un accordo di pace globale entro la fine del 2008."

e poi, perchè di fronte ad un evento che può segnare il destino politico dell'intera comunità internazionale, l'europa come sempre sta a guardare dallo spioncino e a grattarsi, contrapponendo al solito la propria conclamata inutilità al grande impegno per la pace profuso dal tanto "vituperato" e "guerrafondaio" bush?

vificunero
28-11-2007, 00:12
Visti gli eventi degli ultimi decenni è un po' azzardato usare termini come "svolta storica". L'Europa non sta a guardare dallo spioncino, è sempre presente nei tentativi diplomatici per far ragionare le due parti. Ti ricordo solo il piccolo particolare dei soldati italiani in Libano. Non è che c'è la foto di bush su repubblica.it e allora bravo Bush svolta storica.

agiaco
28-11-2007, 00:13
non siamo a nessuna svolta.

Hanno invitato solo alcuni, manca Hamas che ha vinto le ultime elezioni in Palestina. Fare un accordo di pace che non vincola Hamas è come non farlo, è solo propaganda.

Come quei geni che vogliono fare la conferenza di pace per l'Afghanistan senza i talebani...e la pace tra chi la fai?

wsim
28-11-2007, 00:15
Svolta storica? Hamas ha già dichiarato che non gli interessa nulla di quanto verrà discusso e deciso.

agiaco
28-11-2007, 00:17
Se nno trovano l'accordo comunque propongo la prossima volta di fare un vertice e non invitare nè hamas nè gli israeliani, così finisce sicuramente con un grande successo.

chemako
28-11-2007, 00:20
bush vituperato? mai troppo, in quanto a guerrafondaio, beh mi pare parlino i fatti per lui :stordita:

vificunero
28-11-2007, 00:22
Come si fa a discutere con Hamas se ancora non riconosce una delle parti in causa? Israele, a fatica, con tutte le porcate possibili, riconosce almeno il principio della creazione dello stato palestinese. Da qualche parte bisogna iniziare.

rebelia
28-11-2007, 00:47
Originariamente inviato da aeterna

siamo forse di fronte ad un crocevia che traccerà una svolta storica?

non lo so, me lo sto chiedendo da quando ne ho sentito parlare per la prima volta

quando sono in vena utopistica, penso di si, quando subentra la vena cinica positiva penso che si siano stufati di far chiasso da quelle parti e abbiano deciso di metter ordine (nel senso che il casino l'hanno voluto e tenuto perche' faceva comodo) e quando subentra la vena cinica negativa mi ricordo che forse fa ancora comodo a qualcuno distrarre l'opinione pubblica di quando in quando e un focolaio mai sopito li' attorno puo' sempre far comodo

aeterna
28-11-2007, 01:05
scusate ma hamas può davvero segare le gambe a qualsiasi accordo tra i maggiori esponenti politici che stanno discutendo ad annapolis?
intendo un accordo serio ovviamente, cioè ferma determinaizone di portare realmente la pace e di far nascere un nuovo stato. non una delle tante fanfalucche viste sin'ora, in cui hamas poteva fare voce grossa perchè tanto mancava la volontà di cambiare realmente qualcosa.

ora questa volontà sembra ci sia. non è così?

webus
28-11-2007, 01:06
Originariamente inviato da agiaco
non siamo a nessuna svolta.

Hanno invitato solo alcuni, manca Hamas che ha vinto le ultime elezioni in Palestina. Fare un accordo di pace che non vincola Hamas è come non farlo, è solo propaganda.

Come quei geni che vogliono fare la conferenza di pace per l'Afghanistan senza i talebani...e la pace tra chi la fai?

Ma sì, mettiamoci pure a trattare con i terroristi ora. Pensa che bello sarebbe in Italia un tavolo di pace tra Brigatisti Rossi e Prodi. E perché non farlo con la Mafia? E la Camorra? E non vogliamo fare un tavolo di pace con pedofili, assassini, ladri... Su dai, volemose bene!

Ah sì, Hamas è considerata organizzazione terroristica anche dall'Onu, oltre che dall'Europa e Stati Uniti.

Loading