PDA

Visualizza la versione completa : figli e religione


BSOD
01-12-2007, 17:18
Ciao a tutti.

Questa è la mia prima discussione off-topic e la apro nella speranza di avere una gamma di risposte più ampia di quella che trovo nel piccolo paesino dove vivo.

Ho una bellissima bambina di 18 mesi per la quale desidero ogni bene.
Io e la mia ragazza non ci siamo sposati perchè non siamo religiosi.

Viviamo in un piccolo paesino di simil-Amish in cui sono tutti cristiani, chi per convinzione e chi soltanto per inerzia o perchè ama non avere problemi.

E' già capitato che i suddetti cristiani abbiano isolato bambini assolutamente innocenti e meravigliosi, rei soltanto di avere genitori con una religione differente dalla loro e questo, purtroppo, non capita solo nel mio paesino.

Mi viene consigliato di battezzarla per evitarle problemi ma io e sua madre non siamo convinti di volerla 'marchiare' così da piccola e senza chiederle un parere solo per far sì che venga accettata da persone che, comportandosi come si comportano, non godono assolutamente della nostra stima.
A noi piacerebbe che avesse la possibilità di crescere in armonia con gli altri fino a quando non sia grande abbastanza da decidere da sola.

Voi cosa fareste?




Approfondimenti:
Il motivo del nostro ateismo è radicato nel fatto che abbiamo viaggiato moltissimo e ci siamo confrontati con le più disparate razze e religioni traendone la seguente conclusione: la religione diversa è solo un'ostacolo a capire la vera anima delle persone. Persone che potrebbero essere amiche, comunicare, imparare gli uni dagli altri e lavorare insieme a un mondo migliore sono invece separate e si odiano solo perchè nelle loro rispettive religioni ci sono insegnamenti che portano a disprezzare e giudicare inumani atteggiamenti ritenuti invece consoni da altri credi.
Comunque sappiamo di essere nati italiani e di essere quindi ospiti in un paese principalmente cristiano, questo fa sì che, ad esempio, faremo festeggiare il Natale a nostra figlia così come le faremmo festeggiare il giorno dello yak se fossimo nati tibetani.
Questo per rispetto verso le altre persone a cui non noi non imponiamo mai di essere atee per essere nostre amiche.

troglos
01-12-2007, 17:20
non battezzarla assolutamente
deciderà lei un giorno in cosa credere

NyXo
01-12-2007, 17:22
Originariamente inviato da troglos
non battezzarla assolutamente
deciderà lei un giorno in cosa credere

quoto. e gia' che ci sei prova a cambiare paese appena puoi

nillio
01-12-2007, 17:22
Ti sei appena cacciato in un guaio :D



PS - io sono ebrea, nata quasi 50 anni fa in un paese come quello che hai descritto.
A 6 o 7 anni i miei mi hanno battezzata.

E' acqua fresca eh :madai!?:

rebelia
01-12-2007, 17:23
Originariamente inviato da troglos
non battezzarla assolutamente
deciderà lei un giorno in cosa credere

ZuperDani
01-12-2007, 17:23
Originariamente inviato da nillio

E' acqua fresca eh :madai!?:

Lo penso anche io.

marco@linuxbox
01-12-2007, 17:24
andare a vivere in un altro posto ... dopo aver bruciato il paese attuale con tutti paesani, ovviamnete.

:stordita:

BSOD
01-12-2007, 17:25
Per ora non posso più spostarmi, la bimba è troppo piccola e ci sono anche alcuni motivi economici alla base della nostra permanenza quì.

Grazie per l'appoggio ma, se la bambina fosse la vostra correreste il rischio di vederla cacciata fuori dalla classe all'ora di religione?

rebelia
01-12-2007, 17:25
Originariamente inviato da ZuperDani
Lo penso anche io.

cinquant'anni fa forse i genitori di nillio hanno fatto bene a battezzarla, forse il clima e "i tempi" lo richiedevano, non lo so, ma di questi tempi credo si possa tranquillamente non battezzare, molti amici e conoscenti hanno fatto questa scelta senza problemi di sorta

ci saranno degli attriti, ci sara' qualche mormorio, magari un muso lungo di qualche nonno o parente, ma poi si abituano e passa, secondo me

@bsod: devi firmare per l'ora alternativa, senno' l'alunno resta in classe con gli altri; se esce, dev'essere seguito da qualcuno e di solito fanno i compiti o altro

solo non capisco: se non intendi allevarla nella religione cattolica e se l'ora di religione spiega religione cattolica, per quale motivo ci tieni che rimanga in classe? secondo me c'e' solo da rimettere in prospettiva questa cosa qua e non sentirla come una punizione

ZuperDani
01-12-2007, 17:25
C'è una cosa che non mi convince però.
E' giusto che non la facciate battezzare, se non volete. Però allora non ha manco molto senso farle festeggiare il Natale. Non è una festa "italiana" è una festa religiosa, o almeno così dovrebbe essere.

Loading