PDA

Visualizza la versione completa : contratto assistenza e varie


nillio
21-12-2007, 15:28
Attualmente lavoro come collaboratore occasionale esterno, pagamento a progetto, per vaari sedicenti mentecatti, uno dei quali è 'grosso'.

Praticamente, sono un oggetto di cancelleria, che si tiene nel cassetto e quando serve si adopera, tanto è sempre lì.
Lui non vuole e non può assumermi per ragioni sue fiscali e varie (numero dipendenti eccetera) e ok, va bene: lo so, lo ho accettato, mi dà da lavorare.

Solo che se ne approfitta un attimo troppo, la situazione sta degenerando, anzi per i miei gusti è già degenerata. Esempi:

1) lavoro completato, bisogna solo contattare il cliente per dettagli. Mi dice che non ha tempo e di risentirci a fine gennaio (quindi non mi paga, e intanto io sto sempre a disposizione).

2) Mi ha fatto andare da lui (15km) 80 volte per cose come un banner del menga (come lo voleva lui non era fattibile, gliel'ho detto, me lo ha fatto fare, ha visto che non era logico e me lo ha fatto rifare come dicevo io: stesso costo), la configurazione di un indirizzo nel suo client di posta, pareri e consultazioni varie (sembra analfabeta, non legge: mi dice 'vieni qui che ne parliamo meglio a voce').

3) Mi ha fatto rifare completamente una maialata fatta da un suo dipendente per ben tre volte, dicendo candidamente che se lo fa fare a me è a progetto, se la rifà il suo dipendente, le ore che ci mette le paga lui.

4) Mi ha deputato a tutto per quanto concerne i contatti e le pratiche inerenti i suoi domini presso quegli sfigati che lo hostano (non è aruba, magari: almeno lì uno si logga e si arrangia), da dove non vuole muoversi per pare sue: mattinate perse a gratis 'fai tu che sei pratica'.

5) (la goccia) mi ha appena chiamato che 'se non gli faccio io il restyling va da un altro, gli serve entro 3 settimane'.
io - Eh?
lui - Avevo altro per la testa e non te ne ho mai parlato, è un anno che me lo ha chiesto.

Potrei continuare ore: ho passato il primo week end di novembre al PC, a rifare cose per l'interfaccia di un DVD di un imbecille che si era accorto che avevo ragione io quando la sua preziosa fiera di settore era in corso (mettere i files di installazione del reader e di quick time, mettere i links agli stessi, cambiare i colori e il testo, spostare i pulsanti, loghi eccetera); gli ha dato il mio tel e ho rifatto tutto in 2 giorni, spedendogli via email (!) in Francia i files da sostituire ai precedenti, incluse spiegazioni su come e dove mettere le robe per masterizzare. Prezzo da contratto a progetto originale, ovvio.


Io voglio che questa situazione abbia un limite: ok, gli faccio le stronzatine, volentieri anche, ma voglio delle garanzie minime.
Voglio che lui sia impegnato nei miei confronti in pratica; no che mi adopera come, quando vuole tanto non ci rimette niente.
Una specie di assunzione, che non impegni il fornitore di lavoro di tutto il carico di oneri che ha con un dipendente insomma, che però lo impegni con il collaboratore in qualche modo (un fisso annuo?).

Girando un po', ho visto che l'unico tipo di contratto che potrei sfruttare è quello di assistenza. Domanda: come cacchio posso mettere giù come 'assistenza' il fatto di occuparmi del lato digitale dell'immagine dei suoi clienti?
Lui cura tutto quanto concerne l'immagine dei suoi clienti: progettazione, grafica, stampa, pubblicità e varie; io gli faccio siti e soprattutto CD e DVD, sia book references, cataloghi e altra merda, che loop da proiettare alle fiere e roba del genere.

Conoscendolo, l'unico sistema è quello di andare là con un contratto già fatto, farglielo vedere e farmelo firmare (subito non lo farà, ma poi penso proprio di sì: gli servo :D anche se la cuccagna sarà finita).

Non so come fare a stendere un maledetto contratto che faccia al caso mio :fagiano:

skidx
21-12-2007, 15:31
ti prendi partita IVA e fai un contratto, dove ti fai pagare a ore. Per lui fiscalmente è ancora più conveniente del contratto a progetto, e tu fatturi ogni minuto che lavori per lui.

DeBe99
21-12-2007, 15:35
Dove lavoravo prima, avevo un contratto di consulenza con paga oraria e un minimo di giorni garantiti all'interno dell'anno. Ovviamente in partita IVA.

nillio
21-12-2007, 15:51
Non me ne frega niente del tempo eh, di farmi pagare a ore: che io ci metta un'ora in più o in meno, chissene (anche perchè se mi pagasse a ore mi sa che smetterebbe di darmi da lavorare :madai!?: ); questa cosa io non la faccio come lavoro principale, la faccio per arrotondare i 10.000 euri/anno (quando va bene), dell'entrata da azienda agricola.
Sempre per via dell'azienda agricola sarebbe un casino prendere partita IVA.

Mi va bene lavorare a progetto, tanto adesso per esempio, in campagna non ho un accidente, di lavoro; solo voglio che anche lui sia vincolato in qualche modo: se lui sapesse che mi deve pagare comunque, muoverebbe il culo, non aspetterebbe che il cliente lo minacci di rivolgersi altrove, mettendo ME in corner e con il fuoco al culo.

Se il contratto prevedesse un pagamento a progetto con un minimo annuale E un pagamento a parte per trasferte/prestazioni extra, non mi farebbe andar là come una cretina a configurargli gli email e a discutere con quei mentecatti che ha scelto per l'hosting (ufficiale: perchè sei pratica - reale: perchè l'impiegata prende lo stipendio quelunque cosa faccia in orario d'ufficio e io no).

Per fare un contratto di assistenza serve per forza partita IVA?

Non posso fare un contratto con un fisso annuo e degli extra?

quaestio
21-12-2007, 15:59
puoi impostare una cosa sul tipo "accordo quadro"

ci sono cose previste e pagate magari con un canone di assistenza mensile/annuo e altre extra canone.

se ho ben capito tu lavori nel campo webdesign/grafica, giusto?

nillio
21-12-2007, 16:07
Originariamente inviato da quaestio
puoi impostare una cosa sul tipo "accordo quadro"

ci sono cose previste e pagate magari con un canone di assistenza mensile/annuo e altre extra canone.

se ho ben capito tu lavori nel campo webdesign/grafica, giusto?


Web anche, ma poco; faccio soprattutto CD e DVD, da allegare ai cataloghi, da mandare alle fiere, o istruzioni per l'uso di bruciatori, di gru elevatrici, di fantamerda assortita :D

E' quello che credo sia la cosa migliore, il contratto di assistenza con un fisso (quindi non a ore) e degli extra, ma non so come metterlo, per quallo che in realtà faccio io.

Non ho partita iva e sinceramente, se la prendessi farei bene da un lato e male da un altro, dato che questo non è il mio lavoro unico.

quaestio
21-12-2007, 16:08
Originariamente inviato da nillio
Web anche, ma poco; faccio soprattutto CD e DVD, da allegare ai cataloghi, da mandare alle fiere, o istruzioni per l'uso di bruciatori, di gru elevatrici, di fantamerda assortita :D

E' quello che credo sia la cosa migliore, il contratto di assistenza con un fisso (quindi non a ore) e degli extra, ma non so come metterlo, per quallo che in realtà faccio io.

Non ho partita iva e sinceramente, se la prendessi farei bene da un lato e male da un altro, dato che questo non è il mio lavoro unico.

se ti va senza impegno fammi un elenco di tutte le cose che fai
quelle "continuative" e quelle "spot"

e me lo mandi a biifu.chicciolasonountordo.email.it

siccome contratti per l'assistenza ne scrivo un tot magari mi viene in mente qualcosa....

ettore8
21-12-2007, 16:10
Contratto a progetto scritto bene ....

ho giusto qui un modello di contratto che prevede ore mensili fisse + straordinari maggiorati ... (e ore di disponibilità retribuite)
poi, puoi aggiungerci rimborsi spese ecc. ...

nillio
21-12-2007, 16:25
Originariamente inviato da ettore8
Contratto a progetto scritto bene ....

ho giusto qui un modello di contratto che prevede ore mensili fisse + straordinari maggiorati ... (e ore di disponibilità retribuite)
poi, puoi aggiungerci rimborsi spese ecc. ...

Il contratto a progetto è quello che ho, ed è quello che mi frega anche mi sa: non è vincolato ad affidarmi tot progetti/anno, e per un progetto da 1000 euri mi fa fare altri 500 euri di potenziale lavoro 'perchè te ne intendi ' o 'perchè a voce se ne parla meglio'.

Gliele faccio volentieri le stronzatine gratis, lo ho detto: non è questione di ore di lavoro.

Ma gliele faccio se lui si impegna nei miei confronti in qualche modo, con un fisso minimo annuo per esempio, che giustifichi il mio entusiasmo nel faargliele; e che gli faccia muovere il culo: se mi dà 3 settimaane di preavviso per un lavoro che ne richiede 6, perde il cliente e mi paga lo stesso >>> muove il culo acciocchè questo non accada, non che se io non faccio in tempo non mi paga :nillio:


Me n'è venuta in mente un'altra: mi ha chiesto una modifica importanteurgente, sono stata su fino alle 11 a fargliela e la mattina dopo ce l'aveva in remoto. La ha mostrata al cliente la settimana dopo :madai!?: Gli darei fuoco, quando fa così :D


quaestio: ti sono caldamente, infinitamente, galatticamente grata :smack:
Adesso no, stasera ti metto giù una cosa, prometto.

PS - edita, leva l'email, consiglio da spammata :D

ettore8
21-12-2007, 16:31
faccio il non geloso e posto una parte del contratto, la più importante :D

Il lavoratore svolge i compiti stabiliti al punto precedente per un numero complessivo di ore pari a .... mensili, a fronte delle quali il committente corrisponde una retribuzione pari a E. ... mensili lorde.
Nel caso in cui la prestazione dovesse protrarsi per un tempo superiore, verrà corrisposta una maggiorazione pari al 20% dell’importo orario. La maggiorazione viene corrisposta anche per prestazioni non inferiori ai quindici minuti, nel qual caso l’importo da pagare sarà pari a quello corrisposto per 1 ora di lavoro.
Il lavoratore mette a disposizione del committente un monte ore mensili pari a ………..in cui si renderà disponibile a eventuali richieste di intervento. Le stesse dovranno essere effettuate nel termine di 48 ore dal primo avviso. Il committente corrisponde al lavoratore E. …..per le ore di disponibilità. Nel caso di effettivo intervento si applica quanto stabilito nel capoverso precedente.


se ti serve bene, se non ti serve fai come se non avessi scritto nulla :fagiano:

Loading