PDA

Visualizza la versione completa : limite 12.500 euro


gianvituzzi
16-01-2008, 20:39
Salve,

qualcuno potrebbe spiegarmi questa cosa del limite dei 12.500 EUR? So solo che riguarda la legge antiticiclaggio. Ma allora:

Se mi fanno un assegno maggiore di 12.500 EUR e non ho un conto corrente posso cambiarlo in contanti?

Invece se ho un conto corrente posso versare assegni anche per qualsiasi cifra?

Cosa vuol dire: "venire segnalati per aver prelevato/versato cifre maggiori di 12.500 EUR" ?

E' vero che i movimenti di contanti tra privati oltre i 12.500 EUR sono vietati?

Posso ricevere sul mio conto bancoposta un bonifico maggiore di 12.500 EUR?

Posso ritirare dal mio conto bancoposta una cifra maggiore di 12.500 EUR?

Se chiudo il mio conto mi viene fatto un assegno, quindi questo assegno non me lo cambia a sua volta nessuno?

La classica immagine cinematografica del titolare del proprio conto che esce con la valigetta piena di denaro prelevato dal suo conto è solo fantasia?

grazie mille a chi mi risponderà!!!!

uroboro
16-01-2008, 20:46
qualcuno potrebbe spiegarmi questa cosa del limite dei 12.500 EUR? So solo che riguarda la legge antiticiclaggio. Ma allora:

Se mi fanno un assegno maggiore di 12.500 EUR e non ho un conto corrente posso cambiarlo in contanti?

se conosci uno che te lo cambia, presentamelo

Invece se ho un conto corrente posso versare assegni anche per qualsiasi cifra?
si

Cosa vuol dire: "venire segnalati per aver prelevato/versato cifre maggiori di 12.500 EUR" ?
è abbastanza italiano

E' vero che i movimenti di contanti tra privati oltre i 12.500 EUR sono vietati?
ma anche molto meno

Posso ricevere sul mio conto bancoposta un bonifico maggiore di 12.500 EUR?
boh

Posso ritirare dal mio conto bancoposta una cifra maggiore di 12.500 EUR?
boh

Se chiudo il mio conto mi viene fatto un assegno, quindi questo assegno non me lo cambia a sua volta nessuno?
no, mi dispiace. ci accendi il fuoco :berto: ( ma perché ti viene fatto un assegno? )

Broly
16-01-2008, 20:47
Se non erro per i movimenti superiori a 12.500 era necessario il codice fiscale e mi pare anche un documento di identità; ora il codice fiscale lo chiedono praticamente per qualsiasi operazione (almeno alle poste), probabilmente per movimenti di entità superiore ai 12.500 € viene fatto qualche controllo in più su chi manda e chi riceve il denaro; l'unica domanda a cui posso risponderti con certezza è che sul conto BancoPosta puoi ricevere bonifici superiori ai 12.500 € (o meglio, sul conto BancoPostaImpresa) e non devi presentare particolari documentazioni o altro almeno finchè non esegui un prelievo.

Chiaramente sarà difficile che qualcuno ti cambi un assegno di un tale importo, creo diano per assunto che se chiudi un conto con così tanto denaro sopra ti serve per qualche altra operazione o per versarlo su un altro conto :fagiano: .
Uscire con la valigetta piena di denaro teoricamente è possibile, però tipo in posta devi prenotare il prelievo altrimenti è piuttosto prorobabile che l'ufficio postale non abbia abbastanza contante a disposizione :fagiano:

Dimenticavo: sì, dal BancoPosta puoi ritirare importi superiori ai 12.500 € ... questo sempre per il BancoPostaImpresa, non so se ci siano particolari differenze/limitazioni sui conti BancoPosta personali :stordita:

SkOrPiOn`87
17-01-2008, 01:52
io sapevo che illimite era sui 1-2000€, molto probabilmente sbaglio :D

elysaweb
17-01-2008, 01:58
Originariamente inviato da uroboro
ma perché ti viene fatto un assegno?l'assegno ti viene fatto alla chiusura del conto, con il saldo rimanente

@gianvituzzi: ma non ti è più conveniente fare 2-3 bonifici verso il tuo nuovo conto prima di chiudere il vecchio?

Miles Messervy
17-01-2008, 02:49
Un thread surreale. Quando si chiude un conto corrente si può anche indicare il nuovo conto al quale bonificare il saldo.

Poi qualcuno mi presenterà la banca disposta a cambiare un assegno di 12.500 euro in contanti: a me fanno storie già quando devo prelevare 5.000 euro. :mame:

Per tutto il resto... no, non c'è MasterCard, ma i bonifici. Comunque i privati possono anche maneggiare, se ne hanno il coraggio, centinaia di migliaia di euro in contanti.

Quando si emette un assegno da 12.500 euro, deve essere obbligatoriamente "non trasferibile": ecco cos'è la cosa del limite all'emissione degli assegni. In più ci sono le famose segnalazioni per operazioni superiori a quel limite (anche, per esempio, i bonifici).

Io odio gli assegni, odio i contanti e odio i clienti che non pagano le RiBa e i RID; ma questa è un'altra storia.

uroboro
17-01-2008, 08:38
Originariamente inviato da SkOrPiOn`87
io sapevo che illimite era sui 1-2000€, molto probabilmente sbaglio :D

probabilmente sbagli con il limite per il pagamento in contanti.

ceccolino
17-01-2008, 09:01
se non mi sbaglio, dal 1 gennaio il limite è passato a 5000 €

l'evangelista
17-01-2008, 10:09
Originariamente inviato da ceccolino
se non mi sbaglio, dal 1 gennaio il limite è passato a 5000 €

A partire dal 30 aprile 2008 scenderà da 12.500 a 5.000 euro il limite per il trasferimento di contante, librettti al portatore e assegni al portatore; saranno vietate le operazione "frazionate".

I libretti di assegni riporteranno la clausola della non trasferibilità. Per gli assegni trasferibili si pagherà un'imposta di euro 1,50 ogni assegno.

Non potranno più circolare assegni al portatore; consentita solo la girata "piena", ossia con i dati completi del beneficiario (indicazione del codice fiscale).

Se al 29 dicembre 2007 (data di entrata in vigore del Dlgs 231/07) il saldo sul libretto di deposito eccede i 5.000 euro, il libretto dovrà essere estinto o ridotto entro il 30 giugno 2009;

in caso di trasferimenti occorre comunicare i dati del cessionario, codice fiscale compreso, entro 30 giorni.

Fonte: newsletter di www.marzulli.it
:ciauz:

uroboro
17-01-2008, 10:41
cioè non si può più intestare l'assegno a m.m.

Loading