PDA

Visualizza la versione completa : Bankitalia, in sei anni reddito dipendenti bloccato


@rgo1
28-01-2008, 14:59
http://www.corriere.it/economia/08_gennaio_28/redditi_famiglie_bankitalia_d06f3242-cd8b-11dc-b103-0003ba99c667.shtml

e i dati dal 2006 al 2008?

ci vorranno altri 2 anni per vedere quello che è sotto gli occhi di tutti?

questi dati sono già superati. e non credo in meglio.

galz
28-01-2008, 15:02
Raddrizziamo lo sfiga3d di argo in qualcosa di più sensato...

Cosa ne pensate della "proposta" di Amato di prevedere una parte dello stipendio dei dipendenti in funzione dell'andamento dell'azienda, una sorta di partecipazione agli utili?

Polling
28-01-2008, 15:04
Originariamente inviato da galz
Raddrizziamo lo sfiga3d di argo in qualcosa di più sensato...

Cosa ne pensate della "proposta" di Amato di prevedere una parte dello stipendio dei dipendenti in funzione dell'andamento dell'azienda, una sorta di partecipazione agli utili?

A quel punto li' ci sarebbe da valutare le responsabilità dei singoli. E poi in italia una proposta del genere si tramuterebbe con contratti atipici e gente stipendiata a mezzo obbligazioni.. :stordita:

Mame 2.0
28-01-2008, 15:05
Originariamente inviato da galz
Raddrizziamo lo sfiga3d di argo in qualcosa di più sensato...

Cosa ne pensate della "proposta" di Amato di prevedere una parte dello stipendio dei dipendenti in funzione dell'andamento dell'azienda, una sorta di partecipazione agli utili?

lo trovo un incentivo simpatico se questo esula dalla REGOLA standard e lo si basa sulla meritocrazia DOCUMENTATA.

galz
28-01-2008, 15:07
Noi avevamo una mensilità quasi legat all'andamento dell'azienda..
In parte è l'oppposto della meritocrazia, perchè (su aziende molto molto grandi) non conta il tuo lavoro, ma scelte e lavoro che altri fanno... Magari il tuo gruppo è in straattivo ma ci sonocommesse che ammazzano l'azienda...

agiaco
28-01-2008, 15:08
Originariamente inviato da galz
Raddrizziamo lo sfiga3d di argo in qualcosa di più sensato...

Cosa ne pensate della "proposta" di Amato di prevedere una parte dello stipendio dei dipendenti in funzione dell'andamento dell'azienda, una sorta di partecipazione agli utili?

eh no, è regola generale che i dipendenti non partecipino al rischio d'impresa perchè non possono infliure sulle scelte aziendali.

Che facciamo, l'impresa magari va male e non fa utili per le scelte assurde dei manager, senza che i lavoratori possano mettervi bocca, e ci rimettono i dipendenti?

In Germania c'è una piccola parte di partecipazione agli utili nelle imprese sopra i 2000 dipendenti, ma lì c'è la cogestione, cioè i lavoratori siedono con diritto di voto nei Cda.

aedo
28-01-2008, 15:08
posso?

l'evangelista
28-01-2008, 15:09
Originariamente inviato da galz
Raddrizziamo lo sfiga3d di argo in qualcosa di più sensato...

Cosa ne pensate della "proposta" di Amato di prevedere una parte dello stipendio dei dipendenti in funzione dell'andamento dell'azienda, una sorta di partecipazione agli utili?
C'è troppa dispersione nel settore pubblico per mandare a regime un'idea del genere.
L'ideale sarebbe incentivare societa esterne di controllo, non penso ci voglia molto per spaventare i nullafacenti delle poste italiane che in orario di ufficio vanno a fare la spesa :stordita:

Polling
28-01-2008, 15:09
Originariamente inviato da agiaco
Che facciamo, l'impresa magari va male e non fa utili per le scelte assurde dei manager, senza che i lavoratori possano mettervi bocca, e ci rimettono i dipendenti?


Ha senso.

agiaco
28-01-2008, 15:10
Originariamente inviato da l'evangelista
C'è troppa dispersione nel settore pubblico per mandare a regime un'idea del genere.
L'ideale sarebbe incentivare societa esterne di controllo, non penso ci voglia molto per spaventare i nullafacenti delle poste italiane che in orario di ufficio vanno a fare la spesa :stordita:

quello non è partecipazione agli utili...io posso lavorare benissimo e farmi un mazzo così e però la fiat va male perchè la multipla fa schifo e non la compra nessuno.
Il contraltare della subordinazione è l'assenza del rischio, che non può ricadere sul lavoratore.

Loading