PDA

Visualizza la versione completa : voi avete la cucina a induzione?


AvOJaromil
02-02-2008, 14:09
quell'allocca di mia mamma ha letto un articolo sulle cucine a induzione ed ora è convinta che questa le cambierà la vita. ho provato a cercare informazioni sui consumi ma ho trovato poche informazioni a riguardo. tutti scrivono che il rendimento è circa del 90% ma nessuno dice se il prezzo di consumo è più alto o più basso dei tipici fornelli a gas.
voi avete altre informazioni?

Mems
02-02-2008, 14:10
Che sarebbe la cucina ad induzione?

galz
02-02-2008, 14:12
Originariamente inviato da AvOJaromil
quell'allocca di mia mamma ha letto un articolo sulle cucine a induzione ed ora è convinta che questa le cambierà la vita. ho provato a cercare informazioni sui consumi ma ho trovato poche informazioni a riguardo. tutti scrivono che il rendimento è circa del 90% ma nessuno dice se il prezzo di consumo è più alto o più basso dei tipici fornelli a gas.
voi avete altre informazioni?
Gren mi sembra che l'abbia e ne sia patitissimo :stordita:

scimmietta1
02-02-2008, 14:23
Originariamente inviato da Mems
Che sarebbe la cucina ad induzione?

quella con quei "fornelli" in simil vetro ceramica

comas17
02-02-2008, 14:24
Ho trovato questo in http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=2735378

Per il fuoco a gas viene considerata un'efficienza compresa tra il 40 ed il 50% a questo devi aggiungere le considerazioni di fughe termiche in ambiente del buon MarioMaggi.
Le piastre ad induzione misurano tra il 96 ed 97%.
I dati riportati si rifanno al ciclo di test normativo.
Il fuoco ad induzione si può considerare una cottura molto vicina a quella a microonde per rapidità e resa.
Ed ancora, brevemente.
Gli svantaggi:
costo di acquisto,
contratto minimo di 7KW
e.... convincere la moglie che il suo bel set di pentole è probabilmente da buttare. Necessitano infatti del pentolame specifico in inox 410 o similari (acciai ad alto contenuto ferritico) per la corretta chiusura del campo magnetico.
I vantaggi:
costo di esercizio,
rapidità di cottura,
facilità di pulizia,
sicurezza intrinseca,
gradevolezza estetica.
Da un recente studio, pare, che lo stimolo all'acquisto sia l'ultimo tra gli elencati e non il relativamente basso costo di esercizio (basso se non si calcola l'ammortamento dell'oggetto ovviamente).

whitefox
02-02-2008, 14:26
E' vero tuttavia che se sei messo male non puoi andare alla canna del gas.
E poveri arrotini, senza più le cucine a gasse da riparare.

taddeus
02-02-2008, 14:29
Originariamente inviato da comas17
Ho trovato questo in http://energierinnovabili.forumcommunity.net/?t=2735378

Per il fuoco a gas viene considerata un'efficienza compresa tra il 40 ed il 50% a questo devi aggiungere le considerazioni di fughe termiche in ambiente del buon MarioMaggi.
Le piastre ad induzione misurano tra il 96 ed 97%.
I dati riportati si rifanno al ciclo di test normativo.
Il fuoco ad induzione si può considerare una cottura molto vicina a quella a microonde per rapidità e resa.
Ed ancora, brevemente.
Gli svantaggi:
costo di acquisto,
contratto minimo di 7KW
e.... convincere la moglie che il suo bel set di pentole è probabilmente da buttare. Necessitano infatti del pentolame specifico in inox 410 o similari (acciai ad alto contenuto ferritico) per la corretta chiusura del campo magnetico.
I vantaggi:
costo di esercizio,
rapidità di cottura,
facilità di pulizia,
sicurezza intrinseca,
gradevolezza estetica.
Da un recente studio, pare, che lo stimolo all'acquisto sia l'ultimo tra gli elencati e non il relativamente basso costo di esercizio (basso se non si calcola l'ammortamento dell'oggetto ovviamente).

:oVVoVe: Il mio amico Mario Maggi ... confermo il parere negativo di Gren. Ok per l'alta efficienza, ma l'energia elettrica ha un costo superiore a quella termica (metano).

AvOJaromil
02-02-2008, 14:45
Originariamente inviato da whitefox
E' vero tuttavia che se sei messo male non puoi andare alla canna del gas.
E poveri arrotini, senza più le cucine a gasse da riparare.

più che altro mi da noia il fatto che se volessi dare fuoco a casa poi non potrei scagionarmi con la tradizionale fuga di gas

webus
02-02-2008, 15:06
Originariamente inviato da comas17
I vantaggi:
[...]
sicurezza intrinseca,
gradevolezza estetica.


sul primo punto, non so ora come siano, ma qualche anno fa c'era un sacco di gente che ci restava ustionata. Difatti era facile dimenticarsi che si era da poco tolta la pentola... e la zona era ancora caldina.

Sulla gradevolezza estetica invece... a me me fanno un po' cacà. :bhò:

Gren
02-02-2008, 15:32
Originariamente inviato da galz
Gren mi sembra che l'abbia e ne sia patitissimo :stordita:

Io non ho piastre a induzione, ma un normale piano elettrico in vetroceramica.
Posso dirne tutto il male possibile? Sì, lo farò comunque. Dopo due anni di utilizzo, ho sempicemente il desiderio costante di potere avere dei fuochi veri.
I consumi sono l'ultimo dei problemi da considerare; io non ho costi esorbitanti, pur cucinando abbastanza. I problemi veri sono dovuti alla mancanza di calore (non sprigionerà mai il calore di una fiamma doppia corona... ma nemmeno per finta, proprio), all'assurda inerzia termica con cui ci si trova a cucinare (ci si mette interi minuti ad alzare il calore e molto di più ad abbassarlo) e -nel mio caso- all'impossibilità di usare più di un fornello alla volta, dato che -pur avendo un contatore a 6kw- ho un sistema che riduce la potenza erogata entro un certo limite.
Bisogna tenere presente che usando tutti i fuochi a pieno regime, non credo esista nemmeno un contatore adatto, a livello domestico (arriva tranquillamente a un assorbimento totale di almeno 8 kw).

L'induzione dovrebbe essere molto simile nelle "dinamiche", anche se il funzionamento è tecnicamente differente.

Loading