PDA

Visualizza la versione completa : TIBET E VENETO: due popoli, due genocidi culturali


s0r42
26-03-2008, 19:12
I veneti sono gente strana :berto:


ve inoltremo la nostra COMUNICASION A LA STANPA/COMUNICATO STAMPA che xe stà mandà ai mass-media in sti jorni sol caxo Tibet; co sto comunicà ghemo volésto anca sensibilixare la opinion pùblica so la situasión veneta, che pa tante robe la ghe someja a quela del Popolo Tibetàn...

TIBET E VENETO:
due popoli, due genocidi culturali.

Il Dalai Lama in questi giorni ha lanciato un ennesimo appello a favore del Popolo Tibetano, affinché venga aperta un'inchiesta internazionale denunciando il "genocidio culturale" in atto in Tibet.

Pochi forse se ne rendono conto, ma il destino del Tibet degli ultimi anni molto ha in comune con il destino del Popolo Veneto.

Il Tibet è stato occupano arbitrariamente dalla Cina nel 1949/50; da quel momento i loro diritti politici e culturali come pure il diritto all'autodeterminazione sono stati regolarmente disprezzati e violati. Le terre venete (ex Repubblica Veneta o Venetia) sono state occupate dalle truppe italiane/sabaude e poi annesse arbitrariamente all'Italia nel 1866 con un plebiscito truffa, soltanto 141 anni fa; da quel momento anche per i veneti i diritti politici - di poter decidere pienamente del loro futuro come è stato per noi per migliaia di anni - e culturali, come pure il diritto all'autodeterminazione, sono stati regolarmente disprezzati e violati.

Il Tibet, a differenza nostra, subisce una repressione violenta da parte della Cina; i veneti invece subiscono una violenza culturale e identitaria subdola, psicologica, senza armi ma costante e continua, tesa a negare o a minimizzare l'importanza del patrimonio culturale e identitario di noi veneti.
Una violenza che volutamente ci nasconde la nostra storia veneta e la censura nei programmi scolastici o nei mass-media, negandoci cusì di fatto la nostra memoria storica di Popolo. Anche noi subiamo una repressione culturale, una vera repressione che ci vede negato il diritto a conoscere chi siamo e chi siamo stati, ad imparare la nostra lingua nelle scuole se non addirittura a parlarla, che ci nega di fatto il diritto a decidere per il nostro futuro.
E' il momento di rendercene conto.

La repressione contro un Popolo non è soltanto quella attuata con la violenza armata, come sta avvenendo purtroppo in Tibet per l'ennesima volta in questi giorni.
Altrettanto terribile e temibile è la violenza psicologica, che si serve di armi subdole, prime fra tutte i mass-media e la scuola di stato.

Di fronte alle tante immagini che ci stanno giungendo dal Tibet, la nostra Associazione, a nome di tutti i veneti che rappresenta, desidera esprimere la propria solidarietà e vicinanza al Popolo Tibetano, auspicando che, in un futuro non troppo lontano, i nostri due Popoli possano riconquistare i fondamentali diritti culturali e politici che sono loro negati in questo ultimo periodo storico e che possano tornar a vivere in una società ove poter essere veramente liberi di esprimere la propria Identità, senza censure o violenze di alcun tipo.

lookha
26-03-2008, 19:16
hanno ragione o torto i veneti?

s0r42
26-03-2008, 19:17
Originariamente inviato da lookha
hanno ragione o torto i veneti?
a paragonare la loro situazione a quella del tibet?
c'è bisogno cà te responga?

King TB
26-03-2008, 19:18
io la penso come mame

ascatem2
26-03-2008, 19:19
Evitando le speculazioni, dal punto di vista storico ciò che citano può essere vero? purtroppo non me ne intendo di storia.

Per il resto imho stiamo trainando l'Italia da anni. (insieme a POCHE altre regioni)

skidx
26-03-2008, 19:24
Originariamente inviato da ascatem2
Per il resto imho stiamo trainando l'Italia da anni. (insieme a POCHE altre regioni)
Soprattutto tu, con i tuoi lavoretti in nero (http://forum.html.it/forum/showthread.php?s=&threadid=1225912), puoi permetterti di dire certe cose... anzi, magari dobbiamo anche dirti grazie, per i servizi che paghi a noi pelandroni... :madai!?:

s0r42
26-03-2008, 19:29
Originariamente inviato da ascatem2
Evitando le speculazioni, dal punto di vista storico ciò che citano può essere vero?

si parla dell'unificazione dell'italia, è stata unificata tutta alla stessa maniera
se ancora nessuno è venuto a rivendicare il regno delle due sicilie, tirando in ballo truffe per una votazione di 150 anni fa, ci sarà un motivo
oltre al buon senso intendo

ma il fatto di paragonarsi al tibet perchè si subisce una repressione, non fisica ma culturale, mi pare un tantino fuori di zucca

solo perchè si impedisce a quattro pazzi di fondare una nazione nel cortile, non è che si sta facendo violenza

questi qua sono tanto vicini al popolo tibetano da non rendersi conto di stare speculando su una situazione tragica per farsi un cicinin di pubblicità

nillio
26-03-2008, 19:31
:biifu: :biifu:




:malol:

nillio
26-03-2008, 19:32
Originariamente inviato da s0r42
si parla dell'unificazione dell'italia, è stata unificata tutta alla stessa maniera
se ancora nessuno è venuto a rivendicare il regno delle due sicilie, tirando in ballo truffe per una votazione di 150 anni fa, ci sarà un motivo
oltre al buon senso intendo

ma il fatto di paragonarsi al tibet perchè si subisce una repressione, non fisica ma culturale, mi pare un tantino fuori di zucca

solo perchè si impedisce a quattro pazzi di fondare una nazione nel cortile, non è che si sta facendo violenza

questi qua sono tanto vicini al popolo tibetano da non rendersi conto di stare speculando su una situazione tragica per farsi un cicinin di pubblicità

No, è più semplice: sono leghisti :D

Poveri dementi decerebellati :madai!?:

RombodiSuono
26-03-2008, 19:35
Originariamente inviato da skidx
Soprattutto tu, con i tuoi lavoretti in nero (http://forum.html.it/forum/showthread.php?s=&threadid=1225912), puoi permetterti di dire certe cose... anzi, magari dobbiamo anche dirti grazie, per i servizi che paghi a noi pelandroni... :madai!?:

Segnati un super-mega-Uptonter :madai!?:

Loading