PDA

Visualizza la versione completa : Esame di stato, Ingegneria Informatica (vecchio ordin.): dove? Pavia,Parma,Genova…


rickim
20-04-2008, 20:44
Ciao a tutti, mi sono laureato in Ingegneria Informatica , vecchio ordinamento a Pavia.
Ora vorrei sostenere l’esame di stato ma sento tante opinioni di gente che mi consiglia di provare a sostenerlo presso altre università come Parma o Genova perché meno severe.
Qualcuno mi può dare un consiglio in proposito?
Inoltre non riesco a trovare materiale per prepararmi tipo temi con soluzioni delle precedenti prove ecc.
Sapete magari indicarmi qualche sito dove mi possano aiutare almeno in questa scelta?
Grazie

taddeus
20-04-2008, 20:48
L'esame di stato per ingegneri è,generalmente, solo formalità...quindi lo sosterrei a Pavia.

P.S. che se ne fa un ing. informatico dell'abilitazione professionale?

Cayman Of Puppets
20-04-2008, 21:15
Originariamente inviato da taddeus

P.S. che se ne fa un ing. informatico dell'abilitazione professionale?

D.P.R. 5 giugno 2001, n. 328

Art.46

1.
Le attività professionali che formano oggetto della professione di ingegnere sono così ripartite
tra i settori di cui all'articolo 45, comma 1

sezione C (relativa al settore dell'informazione)
per il settore "ingegneria dell'informazione": la pianificazione, la progettazione, lo sviluppo, la
direzione lavori, la stima, il collaudo e la gestione di impianti e sistemi elettronici, di
automazione e di generazione, trasmissione ed elaborazione delle informazioni.

2.
Ferme restando le riserve e le attribuzioni già stabilite dalla vigente normativa e oltre alle
attività indicate nel comma 3, formano in particolare oggetto dell'attività professionale degli
iscritti alla sezione A, ai sensi e per gli effetti di cui all'articolo 1, comma 2, le attività, ripartite
tra i tre settori come previsto dal comma 1, che implicano l'uso di metodologie avanzate,
innovative o sperimentali nella progettazione, direzione lavori, stima e collaudo di strutture,
sistemi e processi complessi o innovativi.

3.
Restando immutate le riserve e le attribuzioni già stabilite dalla vigente normativa, formano
oggetto dell'attività professionale degli iscritti alla sezione B, ai sensi e per gli effetti di cui
all'articolo 1, comma 2:

sezione C (relativa al settore dell'informazione)
1) le attività basate sull'applicazione delle scienze, volte al concorso e alla collaborazione alle
attività di progettazione, direzione lavori, stima e collaudo di impianti e di sistemi elettronici,
di automazioni e di generazione, trasmissione ed elaborazione delle informazioni;
2) i rilievi diretti e strumentali di parametri tecnici afferenti impianti e sistemi elettronici;
3) le attività che implicano l'uso di metodologie standardizzate, quali la progettazione,
direzione lavori e collaudo di singoli organi o componenti di impianti e di sistemi elettronici,
di automazione e di generazione, trasmissione ed elaborazione delle informazioni, nonché di
sistemi e processi di tipologia semplice o ripetitiva.

taddeus
20-04-2008, 21:21
guarda, io sono abilitato a tutte le sezioni, ma non ho mai visto nessuno firmare un 'progetto informatico'. Ben diversa è la situazione dei progetti sottoposti a vincoli normativi per la sicurezza... e non è certo il caso dell'informatica.
L'unico ing. nelle categorie informatica/elettronica/telecom che abbia saputo essere iscritto all'albo era uno specializzato in telecomunicazioni ma attivo nei campi elettrico e sicurezza nei cantieri.

Loading