PDA

Visualizza la versione completa : Compositori o teorici musicali a me


RokStar
02-05-2008, 21:39
Conoscendo un po' le armonizzazioni delle scale minori e maggiori non mi spiego una cosa... come può coesistere un accordo maggiore e minore nello stesso brano, lo stesso accordo.

Ad esempio crazy degli aerosmith che comincia con: A F#m D Dm, o Creep con un G# B C Cm. Teoricamente non si trovano nella stessa scala.. per cui c'è un cambio di tonalità? E come si valuta quando un cambio di tonalità può essere orecchiabile e quando no? (a parte provare a sentire se sono troppo discordanti...)

Grazie :ciauz:

Ap0nE
03-05-2008, 00:14
Non è un cambio di tonalità, in tutt'e due i casi che citi è l'accordo di terza a diventare minore. (il Re per il giro armonico di La di Carzy o il Do per il giro armonico di Sol# di Creep).
Purtroppo non sono nè un compositore nè un teorico, mi diletto a fare il bassista rock quindi non so come si chiami questa cosa, ma generalmente funziona, rende tutto più sexy...
E' una pratica che si usa un po' di più nelle canzoni strappamutande a mio avviso (prova magari a sentire qualche lento di Elvis o tipo Santo e Johnny, secondo me si trova spesso da quelle parti)....

edit: poi se magari qualche musicista vero ce lo spiega con la terminologia giusta ne sarei felice anch'io...

Loading