PDA

Visualizza la versione completa : Da mandriva a ubuntu


Ed_Bunker
22-05-2008, 17:12
Vorrei sapere se sia possibile passare da mandriva ad ubuntu nella maniera meno "traumatica" possibile.
Vorrei, in particolar modo, lasciare intatta la mia home directory dove ho attualmente installato e configurato un po' di roba per studio.

paveliere
22-05-2008, 17:16
Originariamente inviato da Ed_Bunker
Vorrei sapere se sia possibile passare da mandriva ad ubuntu nella maniera meno "traumatica" possibile.
Vorrei, in particolar modo, lasciare intatta la mia home directory dove ho attualmente installato e configurato un po' di roba per studio.

Se hai la /home su una partizione a parte non ci sono problemi, basta che in fase di isntallazione gli dici di non formattarla .
Altrimenti č un problema, ti conviene farti un backup della home e poi copiarla dentro la home di ubuntu.
Perņ non dire niente a mykol, potrebbe farti un paio di macumbe :D

andy caps
22-05-2008, 17:25
rischi naturalmente di andare incontro a qualche problema
dovresti cancellare almeno le cartelle e i files nascosti di sistema che piazza ubuntu nella home
lasciando le carelle dei programmi compilati manualmente da te che comunque se non hanno tutti i files nella home potrebbero non funzionare

Ed_Bunker
22-05-2008, 17:28
Si, il fs e' ripartito in:

-swap
-boot
-usr
-var
-home
-etc

Per quanto riguarda la shell... dovro' ovviamente cambiare il mio file .bashrc/.cshrc in cui ho impostato i vari path/classpath ma... con ubuntu viene in "dono" tcsh o bash ?

andy caps
22-05-2008, 17:35
bash naturalmente ma non so se la sostituisce l'installazione
meglio farsi anche una copia

nifriz
22-05-2008, 17:45
Originariamente inviato da paveliere
Perņ non dire niente a mykol, potrebbe farti un paio di macumbe :D

:quote: :quote: :quote:

Ed_Bunker
23-05-2008, 12:41
Originariamente inviato da andy caps
rischi naturalmente di andare incontro a qualche problema
dovresti cancellare almeno le cartelle e i files nascosti di sistema che piazza ubuntu nella home
lasciando le carelle dei programmi compilati manualmente da te che comunque se non hanno tutti i files nella home potrebbero non funzionare
Beh... ovvio che andando a reinstallare tutto il so sara' necessario riconfigurare un po' di roba.
A me basterebbe sapere che le cartelle (axis, tomcat, eclipse workspace, etc.) che ho all'interno della mia home rimangano "intatte" pur sapendo che per poter fare nuovamente funzionare il tutto sara' necessario risistemare un po' di roba.

Cio' che sara' un po' piu' fastidioso, almeno credo, e' cio' che riguarda postgres, che se non ricordo male, viene installato non in "locale" ma in usr e che quindi verra' cancellato.

nifriz
23-05-2008, 12:50
LE impostazioni dei programmi dovrebbero rimanere intatte :mame:

andy caps
23-05-2008, 12:55
i files all'interno della home non vengono toccati se non gli fai formattare la partizione
se hai dei database salvabili magari fai un beckup

Ed_Bunker
23-05-2008, 16:40
Oki.

Approfitto... siccome la macchina su cui installero' ubuntu e' assai vecchiotta (athlon 1.4) vorrei cercare di fare una installazione bella leggera che mi permetta di avere nulla piu' dello stretto necessario visto che il dektop verra' utilizzato solo per fare un po' di testing e di programmazione visto che usero' pincipalmente il notebook.

Quali "accorgimenti" posso adottare ?

Una compilazione del kernel "personalizzata" puo' essere una alternativa ?

Loading